Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Carmine Lepore

"MARKETING E TURISMO BINOMIO PERFETTO PER VALORIZZARE IL SUD"

Beni culturali, turismo ed ambiente fiori all’ occhiello di una società che mira a rivalutare e promuovere il territorio. Un’azienda a carattere internazionale, l’Atb Consulting , nasce con l’idea di applicare il project management al marketing territoriale nell’ambito di questi tre comparti. Un’eccellenza tutta campana, la società unipersonale di Carmine Lepore, con sede in Avellino, offre una serie di servizi che vanno dall’assistenza agli Enti locali e ai privati che abbiano intenzione di migliorare, valorizzare e promuovere la loro immagine, alla tutela, alla conservazione e al restauro dei monumenti. Mediante poi studi di progettazione specifica Atb Consulting delinea anche piani di analisi e di intervento ad hoc nonché controllo, restauro e manutenzione dei monumenti, dei siti e dei luoghi d’arte. Ma l’ Atb Consulting muove i suoi passi anche in territorio internazionale grazie alla sua consolidata esperienza nell’ambito della Euro progettazione e al suo valido gruppo di lavoro, composto da circa sedici professionisti, che si occupano esclusivamente di euro progettazione, dislocati su tutto il territorio nazionale. Gli esperti di settore forniscono consulenza e assistenza sulle opportunità europee di finanziamento a gestione diretta e indiretta.

Come nasce l’idea di Atb Consulting?

Non è stata casuale la scelta di intitolare la società con il nome: ATB Consulting. L’intenzione era quella di racchiudere nelle tre lettere della sigla i settori di cui si sarebbe occupata la società: Ambiente, Territorio e Beni culturali.

Questi tre settori racchiudono l’idea progettuale di una società che mira ad espandersi sul territorio nazionale puntando sullo sviluppo e sulla crescita economica del Paese partendo dalla realtà locale.

E più nello specifico Atb Consulting opera al fine di sviluppare, incrementare, tutelare, rendere fruibile, salvaguardare, migliorare e promuovere le risorse territoriali (beni culturali, risorse ambientali, prodotti tipici locali, specialità enogastronomiche, risorse immateriali, folcloristiche, promozione della cultura europea, buone prassi etc.).

L’ATB Consulting si prefigge di valorizzare e promuovere il territorio, le sue ricchezze e le sue risorse immateriali e materiali attraverso una serie di azioni legate all’attività di progettazione in diversi campi che vanno dall’ ambiente, tramite la sua salvaguardia e il suo miglioramento, al Turismo, tramite il suo sviluppo, il suo incremento, la promozione del territorio, dai Beni Culturali, tramite la loro tutela e fruizione allo Sviluppo sociale, tramite l’interazione tra i giovani e l’Europa.

Il Gruppo di lavoro di cui si avvale la società ha vissuto esperienze lavorative e formative complementari (marketing, comunicazione, progettazione, management dei beni culturali) e ha indirizzato la sua esperienza nel campo del project management e del project financing. Inoltre l’ATB Consulting, nata per assistere, promuovere e agevolare gli Enti e le organizzazioni che vogliono migliorare la propria immagine attraverso il project management applicato al marketing territoriale, ai beni culturali e all’ambiente, promuove la conoscenza delle misure d’intervento europee indirizzate ai giovani in quanto rappresentano un’opportunità di crescita economica e di confronto tra culture diverse. Inoltre, l’ATB Consulting, all’interno del proprio piano di settorializzazione, sta investendo la sua professionalità per la promozione del tessuto sociale giovanile nel contesto europeo, in linea con la nuova programmazione europea, nazionale e regionale in atto. La scelta strategica nasce dalla fervida convinzione che la promozione del territorio derivi in modo concreto dalla promozione del protagonismo giovanile. La formulazione di una politica attiva che vede i giovani sempre più autonomi ed indipendenti e che li accompagna nei momenti di transizione decisivi per le scelte future è un obiettivo indispensabile che la società ATB Consulting si propone di raggiungere. Lo sviluppo territoriale non può prescindere dalla rigenerazione e dal cambiamento, anche culturale, che rende innovativo il dibattito istituzionale rivolto ai giovani. Per tutte queste motivazioni l’ATB Consulting ha in essere convenzioni con diverse Università dislocate su tutto il territorio nazionale da Venezia a Napoli passando per Roma fino ad arrivare a Reggio Calabria (ad oggi son ben dodici quelle con cui si intrattengono rapporti volti in tal senso).

Progetti futuri che vorresti realizzare?
Tra i progetti futuri figura sicuramente quello di mettere in piedi un team di professionisti che si occupino esclusivamente della progettazione europea. Vorrei portare le mie idee fuori dai confini nazionali, riuscire a conquistare la fiducia di partners europei e intraprendere con loro un percorso di collaborazione e cooperazione. Non è così semplice entrare in Europa per chi è a capo di una società come la mia. Vendere le proprie idee a chi guarda con sospetto il nostro lavoro, a chi valuta in maniera prevenuta le nostre buone intenzioni, a chi giudica il nostro sistema politico e ritiene la nostra burocrazia troppo lenta e complicata. Spesso siamo penalizzati da fattori che esulano dalle nostre capacità professionali e dal nostro impegno. Ecco perché sto investendo ogni mia risorsa ed energia per superare questa barriera e far conoscere all’ estero l’Atb Consulting.

Come ami trascorrere il tuo tempo libero?
Amo visitare siti archeologici e musei. Sarà deformazione professionale, ma è quello che faccio nel mio tempo libero. Sono continuamente alla scoperta di luoghi, insenature e riserve naturali. Amo la natura e l’arte. Dedico molto tempo allo studio di entrambe cogliendone il particolare e la singolarità di ciascuno di esse. Amo viaggiare, scoprire, studiare luoghi e culture diverse dalle mie, è un arricchimento senza eguali. Mi piacciono i documentari, soprattutto quelli che propongono l’incontro tra storia e natura svelandoci riserve incontaminate, borghi storici, paesaggi sconosciuti, distese naturali insospettabili, patrimoni artistici impareggiabili.

Come sono cambiati oggi i comparti del turismo e dei beni culturali?
Oggi il settore del turistico e dei beni culturali è cambiato notevolmente. Il progresso tecnologico ha sicuramente favorito la crescita e lo sviluppo di entrambi i comparti. Basti pensare al fatto che oggi tutti hanno la possibilità di viaggiare grazie anche ai voli low cost o a pacchetti turistici più che convenienti. Per non parlare poi dell’informazione che è più immediata e veloce, a portata di un clic. Grazie alle nuove tecnologie digitali i siti turistici sono alla portata di tutti in ogni momento della giornata. Dai grandi ai piccini, tutti possono soddisfare la propria curiosità cercando sul web i luoghi turistici a cui sono interessati: dai siti archeologici ai musei, dai parchi naturali alle città d’arte. E per chi non avesse tempo o possibilità economiche, nonostante i prezzi vantaggiosi che oggi i tour operator propongono, può sempre ricorrere ai tour virtuali tramite app innovative e all’avanguardia. Inoltre le iniziative culturali promosse dal Ministero dei beni culturali e del turismo favoriscono l’accesso gratuito ai musei e siti archeologici in occasione delle giornate nazionali dedicate alla cultura.

L’Irpinia quanto può ancora crescere sotto il profilo della recezione turistica?
Visitare l’Irpinia vuol dire viaggiare attraverso una provincia fra le più belle d’Italia e che dell’Italia conserva le migliori caratteristiche: i monumenti, le chiese, la tradizione enogastronomica ed i parchi naturali. L’offerta turistica irpina è in grado di soddisfare le esigenze di viaggiatori attenti alla qualità della vita, alle eccellenze ed alle tipicità. L’Irpinia è una terra ricca di storia e di folclore. La pace, la tranquillità, l’ottima ricezione, l’ottima qualità del cibo e del vino, l’accoglienza di un popolo ospitale, contraddistinguono una terra, una provincia d’Italia, tutta ancora da scoprire: l’Irpinia. Ma non bisogna mai smettere di crescere e di migliorarsi. Dunque si potrebbe partire dai punti di criticità della ricezione turistica irpina che andrebbero incentivati e migliorati quali i servizi e la promozione del territorio. Non a caso la società Atb Consulting lavora principalmente su questi due aspetti. Quello a cui punta infatti l’Atb Consulting è la fruibilità dei siti turistici da parte dei visitatori offrendo loro un pacchetto di servizi e consulenze indispensabili per un rilassante e soddisfacente tour delle aree turistiche da loro individuate. Altro obiettivo che si prefigge l’Atb Consulting è la promozione del territorio. E lo fa attraverso diversi canali, dalla promozione via web alla distribuzione di brochure, dépliant e materiale informativo specifico. Inoltre grazie all’ interazione con i social network l’Atb Consulting riesce a soddisfare ogni richiesta ed esigenza dei visitatori in tempo reale.

Share, , Google Plus, Pinterest,