Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

ELENA MACCAGNANO

ATTRICE E SOGNATRICE DI AQUILONI BLU...

Di Cristofaro Russo


L’arte e la cultura intrisa nel suo dna, perché non si resta per caso presidenti di un’associazione culturale da quasi 20 anni proponendosi al pubblico nei panni di attrice, fotomodella e ambasciatrice della bellezza culturale. Elena Maccagnano grande appassionata di storia e filosofia, adora il “bel parlare” della lingua italiana, apprezza l’estetica ed ha una formazione classica. Insomma, una persona di cultura che sul palco, davanti all’obbiettivo della macchina fotografica o sotto i riflettori del set riesce ad esprimere tutta se stessa. Un’artista poliedrica che sogna il grande salto pur avendo già conquistato traguardi importanti. L’arma in più? La fame di cultura e la passione per tutto quello di cui si occupa.

Come è nata la tua passione per la recitazione?

Eccomi! Sin da bambina ho avuto passione-attrazione per tutto ciò che esprime creatività. L’arte, in tutte le sue espressioni, e la bellezza che essa trasmette, mi ha sempre affascinata. Perciò ho amato disegnare, dipingere, scrivere racconti e storie fantastiche in cui mi vedevo parte integrante, anzi, il più delle volte, ero io l’eroina di queste storie che spesso inscenavo, indossando abiti e accessori vintage delle mie nonne e delle mie prozie. La recitazione è parte del mio vissuto, così come lo è stato e ancora lo è, posare per pittori, scultori e fotografi.
Ho divorato letteralmente testi di opere teatrali, di miti ed eroi greci, leggende e romanzi storici…Ho adorato il teatro e il cinema in modo viscerale, pure se l’attrice (e regista) di famiglia, con una vera preparazione classica è mia sorella Cinzia. E poi la musica tutta (magari non l’heavy metal!)… classica, pop, leggera e la danza…il ballo, principalmente. Una passione ereditata da mio padre, un uomo fuori dagli schemi per essere stato un militare. Per lui ballare era la vera jeux de vivre! E ancora, coltivo l’interesse per la medicina naturale, per le erbe, per il benessere in generale del corpo e dello spirito, per l’alchimia, per la fisica quantistica! Ci vorrebbero molte più vite per dedicarsi ai propri desiderii! Pochi giorni fà ho debuttato in scena a Milano, per la precisione a Sesto San Giovanni, con uno spettacolo (di cui ho scritto la sceneggiatura) leggero, dal sapore fiabesco, in cui ho interpretato il ruolo della “cattiva”, che pare mi si addica. Ero la Regina di Cuori, con i personaggi noti di Alice nel Paese delle Meraviglie e alcuni protagonisti di altre favole. Tutti insieme “appassionatamente” abbiamo dato vita ad una sorta di musical, recitato e ballato principalmente, grazie alla eccellente direzione artistica della coreografa e ballerina Chiara Pedretti. Un cenno della storia mi pare d’obbligo: la mia Alice è oramai cresciuta e non può tornare nel mondo delle meraviglie che le manca tanto…specie tra le braccia del suo amore: il Cappellaio Matto! Dunque, frattanto che attende, si presenta ad uno strano casting…da qui il titolo “Alice nel meraviglioso paese dello spettacolo”.

Adesso a quale progetto lavorativo ti stai dedicando?

Da fine settembre ricomincio, con la compagnia di teatro e danza Core’s Band Academy, con le repliche del musical “Un americano a Parigi”, in scena da oltre un anno, in vari teatri di Milano e provincia. Tra le molteplici attività, ho a cuore un video musicale che sarà girato in gran parte in Lombardia, ma non escludo anche località di mare come locations. Sarà un videoclip di una canzone melodica e rock allo stesso tempo, tratta dall’ultimo cd di un musicista, cantante e medico, Riccardo Moraca, conosciuto con lo pseudonimo Rock. Sarà un progetto meraviglioso! Ballerini professionisti, tra cui la poliedrica Chiara Pedretti, e attori, in particolare la sottoscritta e l’attore Carmelo Di Blanco Pontillo, daranno vita ad un vero e proprio connubio artistico. Il tutto sceneggiato da me, ripreso dalla talentuosa videomaker Francesca Suffanti e diretto da un noto regista. Infine a brevissimo giro, parteciperò alla realizzazione di un altro video per una cover, rivisitata in maniera ironica dall’artista siciliano Fabrizio Lena.

 

Come ami trascorrere il tuo tempo libero?
Ho poco tempo libero in realtà, ma appena posso scatto fotografie, leggo, scrivo, cucino, disegno, viaggio, elaboro (a grande richiesta) regimi alimentari ad hoc per le amiche…

 

Un progetto futuro da realizzare?

A breve, sarò su un set cinematografico, con un ruolo di spicco, in Sicilia, per un fantasy thriller, ambientato nel periodo di inizio novecento, basato su una storia vera verificatasi  in epoca medievale. La regista Veruska Renova è anche l’autrice della sceneggiatura che ha scritto sul canovaccio di una vicenda realmente accaduta intorno al ‘400, ambientandola con grande maestria nel ‘900, il progetto è supportato da un cast di attori e tecnici di livello, con la partecipazione del noto direttore della fotografia Alessandro Caiuli. Inoltre ho diversi progetti in cantiere. Vorrei scrivere una mia biografia, magari romanzata; sto collaborando alla realizzazione di un libro fotografico con il fotografo siciliano Salvatore Manenti; vorrei dedicarmi alla meditazione e allo yoga; vorrei specializzarmi in medicina naturale sempre per quell’amore sviscerato per le erbe, di cui conosco proprietà e benefici; vorrei entrare a far parte di una buona fiction ed avere maggiore visibilità; vorrei frequentare corsi di teatro e studiare ancora e ancora. Insomma non smetto di sognare e, se i miei sogni sono talmente ribelli, da fuoriuscire dal “cassetto”, che trabordino pure, tanto meglio. Infine non rinuncerei mai e poi mai ai libri…purche’ siano di carta però.

A presto!

 

Crediti fotografici: Sal Manenti –   Robert Grey –  PH  Ranzini

Share, , Google Plus, Pinterest,