Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Fenicia Rocco

LA COSTANZA MAESTRA DI VITA

Di Cristofaro Russo


Fenicia giovane attrice molto eclettica che non ama stare ferma, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e nuove esperienze attoriali , Sta partecipoando in nquesti mesi al Workshop di Patrizia de Santis sulla TECNICA CHUBBUCK riconosciuti e Ufficiali in Italia, in quanto diretti personalmente da Patrizia de Santis, la prima e UNICA INSEGNANTE UFFICIALE della ‘Tecnica Chubbuck’, certificata in America presso gli IVANA CHUBBUCK STUDIOS di Hollywood dopo un lungo ed intenso ‘Teacher Training’ accanto a Ivana Chubbuck.

Nel tempo libero mi dedico al teatro , alla cucina e ultimamente alla ginnastica sui tessuti e sul trapezio.

Abbiamo avuto modo di intervistare questa bella e brava attrice di origini campane per farci raccontare cosa progetta e pensa del suo percorso artistico futuro .

Quando hai scoperto che volevi recitare ?
Queste cose si capiscono da subito. Ognuno di noi nasce con un talento che si manifesta fin nei primi anni di vita. Da piccolissima ballavo e recitavo improvvisando, poi mio padre ci faceva vedere le commedie di Eduardo ed imparavo a memoria tutte le battute; seguivo sempre il Bagaglino , facevo le imitazioni, a scuola cantavo e recitavo. Insomma la mia vocazione era venuta subito a galla. La presa di coscienza invece, quella è un’altra cosa ed è avvenuta tardi purtroppo. Non tutti abbiamo la stessa fortuna di essere appoggiati nei nostri sogni. Cosi appena ho potuto mi sono iscritta in una scuola ed ho iniziato con impegno ed entusiasmo questo percorso.

C’ è stato qualcuno che ti ha motivata a continuare?
Certo e non bisogna mai dimenticarsi della gratitudine e del suo valore .
Il mio primo Grande Maestro è stato Pino l’Abbate . Oltre alla sua bravura e umanità, di lui ho un ricordo ben preciso che ha fatto scattare in me una molla. Si doveva preparare lo spettacolo di fine anno “molto rumore per nulla di Shakespeare “. Eravamo 25 ragazze candidabili, Lui scelse me, mi ha dato fiducia e da lì ho iniziato a crederci anche io di più.
Un altro punto di riferimento per me importantissimo è Patrizia De Santis la mia attuale coach, una donna straordinaria che illumina le menti con la sua saggezza;per me una seconda mamma che ti sprona a far sempre meglio e non appoggia i vittimismi che caratterizzano spesso noi attori. Con le studio la tecnica Chubbuck una tecnica Americana , sto comprendendo molte cose di me stessa che danno forza anche ai personaggi che interpreto.

Qual è stato il tuo ultimo progetto e cosa sogni di fare?
Il mio ultimo progetto è un cortometraggio nato da una mia idea e sceneggiato insieme al regista Luigi Nappa. Ho ottenuto il Patrocinio della Lega del Filo d’oro associazione in cui ho fatto volontariato per diversi anni, sono riuscita a coinvolgere nel progetto Gianfranco Gallo bravissimo attore e persona splendida. È stato interessante anche fare da coach agli attori Luca Grispini, Eva Moore e Ferdinando Terrinoni, per l’apprendimento della Lingua dei Segni Italiana di cui sono Interprete, che ringrazio per la loro bravura e pazienza. Il corto farà il giro dei Festival.
Aspetto che riparta un film a Caserta:” il Bagno di Venere “in cui interpreto una Dama pettegola, con Luca Lionello ed Ernesto Mahieux . A Maggio sarò a Roma su un set di un film per Netflix. Sto scrivendo un’altra sceneggiatura per un corto e completando due pezzi comici che avevo un po’ tralasciato. Il mio sogno è quello di approdare sul grande schermo e più di tutto in un film Storico , di recitare a Los Angeles un giorno. I sogni non sono mai abbastanza e non fanno volume. Ultimo ma non ultimo riportare le esperienze fatte nella mia Napoli sperando che questa città possa tornare a brillare anche per il Cinema.

Chi sono in Italia le tue attrici preferite e se esiste per te un esempio da seguire ?
Quando penso alle mie attrici preferite ed a esempi da seguire; Mi vengono in mente le grandi donne dalla grande umanità, dalla spiccata personalità che poi riescono a portare sullo schermo.
Micaela Ramazzotti è da sempre tra le mie attrici preferite ed è stato bello riscontrare che è una grande persona anche nella vita . Così è stato il piacere di incontrare la dolcezza di Alba Rohrwacher ,E la brillante Valeria Golino. Sarei felice un giorno di conoscere Paola Cortellesi anche per lei nutro profonda stima umana e artistica.

Cosa e chi non ti piace di questo mondo?
Le persone che vogliono demotivarmi; chi crede che i miei siano solo sogni. Dentro di me so che ce la farò e mi nutro di questa forza. A chi dice che sono già vecchia rispondo che nel cinema non ci sono solo ruoli da ventenni. Detesto la magrezza che impongono a certe attrici, la chirurgia estetica a tutti i costi e la bellezza omologata. Per il resto mi piace tutto anche i ritmi ossessivi del set e non vedo l ‘ora di riprovarli.

Share, , Google Plus, Pinterest,