Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

GIULIA DE MAJO

L'ARTE DELLA MODA

Di Cristofaro Russo


Giulia De Majo mette piede in passerella per la prima volta a 14 anni, sfilando per le collezioni di pellicceria di Alta Moda del padre stilista. La moda è nel suo DNA, i suoi genitori si sono incontrati proprio sulle passerelle dove sua madre sfilava indossando i capi disegnati dall’uomo che sarebbe diventato suo marito. Anni più tardi, la madre di Giulia cercherà di indirizzare la figlia verso studi scientifici, ma la vocazione per la moda è più forte. Giulia decide di seguire le passioni del padre e, terminato il Liceo Classico e essersi iscritta all’università, parallelamente intraprende la carriera da modella. Grazie alla sua familiarità con gli ambienti della moda, sin dai suoi primi passi in questo settore Giulia sa bene che la bellezza non basta: si iscrive a corsi di portamento, dizione, recitazione, posa fotografica, make up e galateo. La sua formazione classica e il suo background familiare fanno il resto, il senso dell’eleganza e l’amore per la bellezza sono per lei inclinazioni naturali, quasi istintive. Giulia De Majo modella sfila per grandi case di moda come Fendi, Renato Balestra , Gattinoni, Roberto Cavalli, Dolce&Gabbana, Ferré e Galliano. Per Fendi lavora presso gli showroom e come prima modella negli eventi, sfilate e trunk show organizzati presso il prestigioso Palazzo Fendi. Partecipa a servizi fotografici per importanti marchi di moda come Cathias Edeline, a servizi per riviste di moda come Fashion News Magazine, a produzioni cinematografiche come “Smetto quando voglio”.
Durante la sua carriera da modella, Giulia costruisce un’importante rete di relazioni nell’ambito della moda, affiancando professionisti eccellenti. Proprio nel dietro le quinte delle passerelle nasce la sua nuova passione, quella per l’organizzazione di eventi. Giulia si iscrive quindi al corso di Event Planner di Anna Frascisco, una delle top 10 event planner di Italia, che la indirizza nella sua passione accompagnandola alla realizzazione del suo sogno.
Giulia De Majo Academy è il coronamento di quel sogno e il risultato di anni di studio e lavoro nel mondo della moda. L’obiettivo di questo progetto è aiutarti a realizzare le tue ambizioni proprio come ha fatto lei, con tenacia, costanza e fiducia in te stessa.

Ci racconti del tuo rapporto con i social e con i tuoi followers?
Inizialmente i social non facevano parte della mia vita, in quanto ho sempre lavorato nel mondo della moda senza mai utilizzare questo strumento, fino a qualche anno fa, quando ho aperto il profilo per condividere foto e pensieri riguardanti la mia vita di tutti i giorni, come tutti i ragazzi della mia età.Crescendo a livello lavorativo nella moda, ho aperto una pagina instagram (fashiongiulylove) non più legata solo alla mia vita privata, ma che raccontasse anche a proposito del mio lavoro e delle mie passioni, prima fra tutte la moda. Andando avanti, senza che me ne accorgessi, in breve tempo i miei follower sono aumentati e sempre più ragazze hanno iniziato a chiedermi consigli di moda, o a interessarsi sui miei outfit, sulle mie abitudini alimentari, sul mio allenamento e sulla mia vita in generale, quindi, avendo rafforzato la mia immagine, ho creato il mio nuovo profilo pubblico “giulia_de_majo” . Ció mi ha fatto riflettere su quanto questo strumento possa essere un’arma a doppio taglio, in quanto ti rendi conto che effettivamente attraverso un semplice post o una risposta, puoi influenzare delle persone e ti senti investita di una grande responsabilità; per esempio, un argomento che mi sta molto a cuore è quello dell’alimentazione, dato che molte ragazze mi scrivono chiedendomi delle mie abitudini alimentari dato il mio lavoro e la mia forma fisica; a tal proposito, posto spesso foto di quello che mangio e del mio allenamento, e con la mia forte autoironia ho creato l’hashtag “#matumangi?” proprio per dimostrare che basta seguire un corretto stile di vita senza privarsi di nulla . È bello constatare che puoi aiutare delle persone con semplici consigli o avvertimenti che applichi ogni giorno nella tua vita privata.

Come nasce la tua passione per la moda?
Il mondo della moda per me è sempre stato familiare, in quanto mio padre era uno stilista di pellicceria di alta moda e aveva un suo marchio con vari atelier in tutta Italia. Tra gli anni 80 e 90 è stato uno dei punti di riferimento nella moda del suo settore, avendo vestito le più grandi icone del mondo dello spettacolo del tempo. Anche mia madre era conosciuta in quell’ambiente,come modella, infatti conobbe l’uomo che diventó mio padre proprio sfilando per lui. Per me la moda era già nel mio bagaglio genetico, ed è stata sempre un po’ sinonimo di “casa”. Mia madre, avendo poi portato a compimento i suoi studi nel campo della medicina, riuscendo a conciliare le due cose, mi lasció libera di seguire la mia passione per la moda , affiancandola ,però, agli studi liceali prima ed universitari poi, come appunto fece lei a suo tempo. Dopo aver frequentato una scuola di portamento, iniziai subito a sfilare per case di moda molto famose. Ben presto la vita mi mise alla prova ,quando , a soli 17 anni, persi l’uomo più importante della mia vita, mio papà. Da quel momento in poi, ogni sfilata e ogni servizio fotografico, rappresentavano un mezzo per sentirlo vicino e per renderlo fiero di me. Proprio per questo mi sono sempre impegnata al massimo nel mio lavoro, ringraziando sempre mia mamma che non mi ha mai lasciata sola e che ha ricoperto la figura di entrambi. Per tutti questi motivi,per me la moda non è mai stata solo un semplice lavoro.

Quali sono i progetti a cui stai lavorando e a cosa vorresti dedicarti in un futuro prossimo? (Parlaci soprattutto di GDM Academy!)
Attualmente sto lavorando a più progetti, uno di questi è la “Giulia de Majo Academy”, nata dall’esigenza di dare l’opportunità a dalle ragazze e ragazzi con del potenziale, di entrare nel mondo della moda, attraverso un percorso di formazione che li prepari ad affrontare questo settore a 360 gradi. La mia Academy prevede infatti corsi di portamento, posa fotografica, galateo, estetica e make up con docenti esperti in ogni settore; io stessa, curerò le lezioni di portamento. Alla fine dei corsi, le ragazze e i ragazzi saranno in grado di sapersi valorizzare e arrivare preparati in qualsiasi occasione che la moda richiederà e verranno presentati agli agenti di fiducia che più si adattano alle prerogative di ciascuno . Insisto molto sull’importanza di una buona preparazione sia pratica che psicologica per diventare modella/o, in quanto nessuno ti dice come affrontare il mondo della moda, come fare un casting, uno spot, un servizio fotografico o una sfilata; spesso ,proprio per questo motivo, le ragazze, presentandosi impreparate, “bruciano” l’opportunità di essere scelte, o peggio, si affidano a persone sbagliate che promettono loro un grande futuro lavorativo, quando invece le mandano semplicemente nella strada sbagliata. Mi ha sempre affascinato il mondo dell’organizzazione degli eventi, sin da quando ho iniziato a muovere i primi passi nel mondo della moda, già guardavo incuriosita chi teneva le redini della regia degli eventi; andando avanti con il tempo, mai avrei detto di essere portata per questo tipo di lavoro, ma, dopo aver fatto una serie di corsi di preparazione per intraprendere questo nuovo cammino, ho capito che la mia strada sarebbe stata questa. A breve, infatti, sará online il mio sito (giuliademajo.com/it) nel quale sono riportati tutti i vari servizi che offro sia come organizzatrice di eventi di vario tipo , sia la parte dedicata all’Academy e alla moda. Infatti, grazie alla grande visibilità che mi hanno dato i social, varie opportunità nuove si sono presentate, ad esempio quella di
“Fashion consultant ” o personal stylist” ; mi è capitato, infatti, di lavorare con future spose per scegliere la loro immagine migliore per il giorno del matrimonio, o trovare L’abito perfetto per una ragazza che festeggia i suoi 18 anni. Perché no ? Magari, un giorno, disegnerò una linea di moda tutta mia, per seguire le orme di mio papà.

Qualche consiglio sulla moda riguardo i Must-have della prossima estate?
Secondo me , in vista della stagione estiva, nell’armado , per il giorno, non possono mancare shorts a vita alta in jeans o in pizzo, t-shirt con logo in vista, stivaletti stile texano o sneakers, da cambiare, in base alle occasioni, con sandalo gioiello, il tutto completato da un kimono super colorato, e occhialone specchiato effetto “diva”. Per la sera, abiti corti con fantasie colorate, da alternare ad abiti lunghi, meno “rumorosi” e dalla linea semplice ed elegante. Resto comunque un amante del nero e non dovrà mai mancare nell’armadio un tubino nero, da abbinare sempre con accessori che esprimano il proprio stile e la propria personalità , in base all’occasione.

I tuoi outfit preferiti?
Sicuramente non mi piace chi, per seguire a tutti i costi i trend del momento, scade nel ridicolo, preferisco piuttosto reinterpretare la moda secondo i miei gusti e secondo ciò che più mi valorizza. Prediligo uno stile che esalti la femminilità e l’eleganza e adoro creare outfit “a contrasto”. Per la stagione primavera/estate uno dei miei outfit preferiti per il giorno è composto da un classico blazer con una t-shirt bianca basic, con uno short e una sneaker o un sandalo e una maxi bag. Per la sera, opto per un mini abito floreale, stivaletto con tacco , chiodo in pelle nero e pochette. Ho una grande passione per gli accessori, perché secondo me sono quelli che fanno la differenza in un outfit, in particolar modo borse e scarpe. Spesso, infatti, per costruire i miei outfit, parto proprio da quelli.

I tuoi hobbies e le mete preferite per le vacanze?
Tra le mie più grandi passioni c’è sicuramente lo sport, che ho praticato sin da piccola. Di solito passo da un estremo all’altro, infatti d’inverno adoro la vita da montagna e pratico lo sci sin dall’età di tre anni. D’estate invece, preferisco il mare, e, appena posso, “scappo” a San Nicola Arcella, in Calabria, che è il mio “posto del cuore” , perché ricco di ricordi e bei momenti vissuti con la mia famiglia e con i miei più cari amici, sia del posto che non . In spiaggia non sto mai ferma, amo praticare immersioni subacquee, sci d’acqua e Beach volley. Mi piace scoprire posti nuovi e a volte tornare in quelli in cui sono stata meglio; credo che quest’anno, tra le mie mete, sicuramente non mancheranno Ibiza, Porto Cervo e Mykonos, luoghi dove c’è sempre un’atmosfera per me amichevole e dove non ci si annoia mai.

Share, , Google Plus, Pinterest,