Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

I JALISSE

ORA IL RITORNO DEI JALISSE

Di FEDERICA DEL RE


Coppia solida nella vita e sul palcoscenico da ben ventisei anni, i Jalisse, il duo composto da Fabio Ricci e Alessandra Drusian, sono noti per la vittoria del Festival di Sanremo del ‘97 con il brano “Fiumi di parole”.
L’amore per la musica, unito alla voglia di crederci sempre, forse alimentata proprio dal loro nome – Jalisse in arabo significa “Siedi e ascolta” – ha permesso loro di ritornare davanti al grande pubblico del programma di Rai1 “Ora o mai più” con una grande energia, un entusiasmo mai assopito e una voglia di mettersi in gioco da far invidia ai più giovani.

Cosa vi ha spinto a non arrendervi e qual è il segreto di questa unione sentimentale e artistica mai dimenticata dal pubblico?
Fabio: La voglia di esprimerci e di offrire ad un pubblico che non ci ha mai abbandonato la nostra musica, fatta sempre con professionalità e grande rispetto, ci ha sempre spinto a non mollare mai.
Siamo artisti, autori e produttori indipendenti dei nostri pezzi. Abbiamo sempre preferito fare piccole cose fatte bene, con grande entusiasmo e passione per la musica.

Sono passati 26 anni da quando stiamo insieme e 21 anni da Sanremo. Il segreto è sapersi rispettare nella coppia, sapersi guardare negli occhi per capire che le cose si superano insieme: da soli non si va mai da nessuna parte!
A consolidare ancor di più la nostra unione hanno contribuito anche loro: Angelica e Aurora, le nostre figlie… sono fondamentali!

C’è ancora quella grande voglia ed emozione di ricalcare il palco dell’Ariston?
Fabio: Ahahah… Beh certo… sarei ipocrita a dirti di no! Assolutamente si!!
È su quel palco che siamo nati, è li che il grande pubblico ci ha conosciuti e premiati con la vittoria del Festival di Sanremo, unica vetrina famosa in tutto il mondo che ti permette di far conoscere la tua musica all’intera nazione in una settimana.

Da Fiumi di parole ad oggi, la musica, il Festival, l’avvento dei Social Network e dei Talent, ne è passato di tempo. Cosa ne pensate di questi cambiamenti?

Fabio: È vero, ci sono stati grandi cambiamenti di comunicazione. Il web ha modificato le strategie, il linguaggio e la discografia. Viviamo una vera e propria crisi discografica a livello di mercato, ma la musica non è affatto in crisi. Anzi, di musica se ne fa tantissima e a volte purtroppo anche non di qualità.
Si, il web aiuta e allo stesso tempo complica… bisogna saperlo usare nella giusta misura.

Avete riscosso molto successo all’estero. Secondo la vostra esperienza, quali sono le differenze con l’Italia?
Alessandra: All’estero c’è una diversa cultura.
C’è molto più rispetto per i musicisti e per tutti gli artisti. Il cantante, il musicista, l’attore o il pittore sono considerati dei veri e propri professionisti. Qui in Italia viene quasi snobbata questa professione, che in realtà è un vero e proprio mestiere intorno al quale lavorano tante persone: c’è chi scrive, chi compone, chi arrangia, chi si occupa della grafica, ecc… è un lavoro in cui tante energie diverse si mettono all’opera affinché nasca il prodotto da mettere sul mercato… e all’estero tutto ciò non si da per scontato,

Come e quando vi siete conosciuti e cosa è nato prima, il rapporto sentimentale o quello artistico?
Alessandra: Ci siamo conosciuti nell’estate del 90, quando, al termine della trasmissione Gran Premio con Pippo Baudo, un discografico voleva che Fabio scrivesse delle canzoni per me. Ci siamo persi di vista per due anni, periodo in cui sono tornata in Veneto a concludere gli studi. Dopo di che sono stata chiamata a Roma da Gino Landi per una trasmissione televisiva dove ho rincontrato Fabio ed è scattato il colpo di fulmine…

Come nasce il singolo ”Ora” e quali sono i progetti dopo “Ora o mai più”?
Alessandra: “Ora” nasce lo scorso anno per raccontare tutto quello che era successo ai Jalisse dal 97 ad oggi: hanno vissuto, combattuto, sono andati avanti e non si sono mai arresi. Raccontiamo quanto sia importante esserci “Ora” e tutto quello che è successo è servito per andare avanti.
Per il futuro stiamo lavorando alla realizzazione di un album di inediti e ad un film di un regista indiano indipendente che vede come protagonista Claudia Cardinale e noi interpreteremo la canzone “Niente di serio” scritta da Gianni Errera.

Share, , Google Plus, Pinterest,