Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Miriam Galanti

LA RECITAZIONE LA MIA VERA LIBERTA'

Di Antonio Vistocco


Mantovana, Miriam giovane è bella , duttile e volenterosa. Il sogno di fare l’attrice non l’ha mai abbandonata e oggi può dirsi pienamente realizzato. , diplomata nel 2015 presso Il centro Sperimentale di cinematografia , inizia il suo percorso artistico nel mondo del cinema con il Film roma Nuda di Giuseppe Ferrara accanto al grende Franco Califano, poi tanta fiction e tv , come Don matteo, che Dio ci Aiuti, condito da tanto teatro, corti e spot e molti premi come attrice rivelazione. Sul grande scherno grande successo con il film “Scarlett” opera prima del regista Luigi Boccia il produtto e distribuito dalla Dreamworldmovies. Attualmente la possiamo ammirare al cinema con il film “Quando Corre Nuovolari” del registra Tonino Zangardi. Abbiamo intervistato questa bravissima attrice per farci raccontare i suoi progetti e le sue grandi passioni.

Come nasce la tua passione per la recitazione?
La mia passione per la recitazione nasce da un bisogno fortissimo di esprimere tutto il mio mondo interiore, tutti quegli aspetti intimi , dalla paura, alla follia, dalla dolcezza, alla rabbia, che nella vita di tutti i giorni non riesco sempre a tirare fuori. La recitazione mi permette di esprimere con maggiore libertà ciò che sono e ciò che la mia anima e il mio corpo sentono. Il termine “recitazione” però non lo amo particolarmente, non mi piace molto chiamare questa forma d’arte in questo modo, perché la parola “recitare “ implica una farsa, mentre invece è un “agire” è un portare in scena e sullo schermo qualcosa di autentico che ci appartiene.

Adesso a quale progetto lavorativo stai lavorando?
Al momento sono impegnata sul set di una fiction targata Rai e poi dovrei prendere parte ad un progetto cinematografico molto particolare e coraggioso per il nostro Paese, ma preferisco non parlarne fino a quando non avrò firmato. Sono un po’ scaramantica!

Tre cose importanti nella tua vita?
Per prima cosa l ‘Amore, poi la passione per la mia professione , e terza cosa ma non ultima sicuramete la salute cosa importantissima nella vita .

Come ami trascorrere il tuo tempo libero?
Il mio tempo libero lo trascorro facendo molto sport, sono un’iperattiva e lo sport mi permette di scaricare, è la mia benzina quotidiana. Amo molto andare al cinema come spettatrice, quando ho dei pomeriggi liberi amo andarci da sola, entrare al cinema allo spettacolo delle 15 e farmi una bella maratona di 2 o 3 film consecutivi. Amo molto anche le tecniche di rilassamento e di meditazione e nelle mie giornate non mancano mai. Poi faccio parte di un gruppo di lavoro di attori professionisti con i quali ci teniamo in allenamento con un laboratorio stabile condotto dall’actor coach Sergio Valastro (che è stato anche il mio coach personale sul film “Scarlett”). Ed infine, ma non último Per importanza, il mio tempo libero amo trascorrerlo con il mio ragazzo, abbiamo tanti interessi in comune e quando riusciamo ci ritagliamo qualche momento nostro lontani dalla confusione della città.

Sei la protagonista di Scarlett film oprra prima del regista Boccia?
È un thriller psicologico , io sono in scena dall’inizio alla fine. Sono Giulia, una sceneggiatrice di successo, bella e ricca. Parte in auto da Roma a Firenze. Non posso dire altro, ovviamente, ma si sa che in un thriller psicologico quasi tutto ruota sui tormenti del protagonista. Cercavano un’attrice che rispondesse all’idea estetica del regista e che sapesse entrare in un ruolo drammatico. È impegnativo mentalmente e fisicamente . Per me una grande soddisfazione essere la protagonista di un film ben realizzato come questo, sono molto soddisfatta di questa bellissima esperienza professionale, c’è stata un anteprima internazionale prima edizione di “Italian film festival de Canarias”, dove il film è stata Accolta con grande entusiasmo.

Ci parli invece di questo film di Tonino Zangardi “quando corre Nuvolari” adesso nella sale?
Certo, e’ stato un grande onore per me lavorare con un bravissimo regista come Zangardi. Questo film adesso al cinema , racconta la storia del “mantovano volante” il pilota Tazio nuvolari: Per me è stato davvero molto emozionante da Mantovana come Nuvolari, lavorare in questo bellissimo progetto . Nel cast di questo film ci sono Alessandro haber, Bruits Selby, Linda Messerklinger, Edoardo Purgatori, Daniele Monterosi e Francesca Della Ragione.

Se non fossi stata un attrice oggi chi saresti?
Se oggi non fossi un’attrice forse sarei un’archeologa, da bambina era il mio sogno. Scavare alla ricerca di misteri del passato, oggi invece facendo l’attrice scavo alla ricerca di me stessa e ogni giorno affiora e scopro qualche pezzetto in più. È un’operazione complessa, delicata ma anche molto elettrizzante e divertente

Share, , Google Plus, Pinterest,