Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Alma Manera

"Un Triangolo a tre raccontato da Alma Manera"

Di Antonio Vistocco

 

Artista versatile, canta, balla e recita. Sin da piccola “Muove i suoi primi passi” tra il palcoscenico ed il set cinematografico. Il suo percorso artistico è particolarmente ricco e variegato, inizia con la sua formazione a Broadway. L’abbiamo intervistata per farci raccontare il suo spettacolo da protagonista nella commedia musicale “LUI CHE AMA MIO MARITO” che la vede protagonista dal 21 al 31 gennaio presso il Teatro Ambra Garbatella di Roma.

Ci puoi raccontare  la trama di questa brillante Commedia che ti vede protagonista?
Certo, Lei è una famosa pop star internazionale, lui un affermato chirurgo plastico. La loro unione, che giunge alle nozze, sembra perfetta, ma, come spesso accade, le apparenze celano segreti inconfessabili. A infrangere il sogno dei due sposi è il consueto triangolo, che però stavolta ha sembianze diverse: a mettersi di traverso tra Carlo e Lara, è un uomo: Luca, affermato attore, omosessuale. La situazione è più complicata di quanto appare, dal momento che Luca è l’amico di infanzia di Lara. Amore, amicizia, solidarietà, rispetto, lealtà e libertà si mescolano in un inno ai sentimenti e alla gioia di vivere, contro le maschere che siamo soliti indossare. Consiglio il pubblico di venire a vedere questo lavoro che avrà  molti colpi di scena.

Ci descrivi il tuo ruolo nella commedia “LUI CHE AMA MIO MARITO” che ti vede protagonista al Teatro Ambra Garbatella di Roma in questi giorni?
Un bellissimo progetto che mi vede interpretare Lara una Pop Star affermata sopra le righe, orfana ma piena di vita, innamorata di tutti i personaggi che le ruotano  attorno. Sogna un matrimonio d’amore ma dovrà affrontare un’amara verità. Una storia avvincente che fa molto riflettere.

Come nasce questa idea?
Nasce nel 2010 con un progetto pioniere portato in scena in un primo allestimento. Devo ringraziare i due autori Maria Pia Liotta ed Ennio Salomone che hanno creduto in questo straordinario lavoro teatrale. Ringrazio anche tutti i colleghi straordinari che partecipano a questa commedia.

Mi dedico anima e corpo alla mia splendida bambina Regina Amelie che prende il nome dalla mia adorata nonna.

Ci parli di questi due autori che definisci “Angeli Custodi” ?
Si (ride ndr). La prima e la persona che mi ha messo al mondo ed mia madre. Oltre ad essere mia madre e anche la consulente artistica, è la mia autrice in tutti i sensi. Anche quando siamo lontani siamo sempre in sintonia. Poi devo ringraziare il grande Ennio Salomone che fa parte del mio cielo e lo considero ormai di famiglia. Giornalista di grande competenza, ha conservato un lato umano che nel mondo dello spettacolo e raro.

 

In cosa siete simili con il personaggio di Lara?
Sicuramente per il senso dei rapporti, l’affettività, la generosità e la buona fede. Anche se come ho detto lei è un personaggio molto sopra le righe, sognatrice molto più di me. Lei ha una personalità differente da come sono io anche se abbiamo la stessa voglia di vivere. Devo dire che è stato bello e difficile affrontare un personaggio come quello di Lara in quanto molto complesso, con un carattere particolare.

Come ami trascorrere il tuo tempo libero?
Mi dedico anima e corpo alla mia splendida bambina Regina Amelie che prende il nome dalla mia adorata nonna. Cerco di coltivare la mia passione per l’equitazione ed i cavalli cercando di trasmetterla a mia figlia. Inoltre sto cercando di studiare per conseguire la patente nautica, coronando così un mio grande sogno da realizzare sin da quando ero bambina.

Sto scrivendo uno short film  che parla di tutte le donne che sono state adulate e poi sono state accusate. Un progetto sulla violenza che le donne subiscono,  perchè  molto spesso questi reati restano impuniti.

A cosa vorresti dedicarti in futuro?
Sto scrivendo uno short film  che parla di tutte le donne che sono state adulate e poi sono state accusate. Un progetto sulla violenza che le donne subiscono,  perchè  molto spesso questi reati restano impuniti. Spero che questo progetto vada in porto in breve tempo, perchè considero questo argomento basilare nella vita di noi donne.

Cosa ci dici alla parola Amore?
Che l’amore vince su tutto, e come una luce che illumina qualsiasi cosa.

Share, , Google Plus, Pinterest,