Attualità

SUPER VORAGINE

Il fatto è accaduto all'alba di oggi. Non si registrano persone coinvolte anche se alcune autovetture sono finite nella voragine

(Napoli)- Un’ampia voragine si è aperta nel parcheggio dell’ospedale del Mare, nella periferia est di Napoli. Il fatto è accaduto all’alba di oggi lungo via Paciolla. Non si registrano persone coinvolte anche se alcune autovetture sono finite nella voragine. Sul posto sono presenti i carabinieri e i vigili del fuoco.

Da primi accertamenti pare che a determinare lo scoppio sia stata la perdita di ossigeno dalle condutture sottostanti. Il Covid Center è stato evacuato in via prudenziale. I vigili del fuoco escludono una deflagrazione e sono orientati al cedimento strutturale. La voragine ha inghiottito diverse auto, ma non ci sono al momento feriti. Sul posto i carabinieri. “intervento nel parcheggio dell’Ospedale del Mare per una voragine che ha interessato un’area di circa 500 mq. Diverse auto in sosta sono precipitate all’interno. In corso verifiche dei #vigilidelfuoco per escludere la presenza di persone coinvolte”, scrivono in un tweet i Vigili del Fuoco. Secondo le ultime ipotesi la voragine potrebbe essere riconducibile a un cedimento determinato da infiltrazioni.

L’ospedale è in stato di emergenza, sono stati attivati i gruppi elettrogeni, manca l’acqua. Il buco nell’asfalto nell’area riservata alle auto del personale misura circa 50 metri per 50 ed è profondo almeno 15 metri. La parte in cui si è verificato il cedimento è adiacente all’ospedale modulare creato come Covid center nella scorsa primavera per sopperire alla necessità di nuovi posti di terapia intensiva e subintensiva, lungo via Paciolla, verso la strada statale. NapoliToday  scrive  che il direttore generale dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, ha parlato di atto doloso. I vigili del fuoco sono ancora al lavoro nel parcheggio dell’Ospedale del Mare di Napoli Est per una voragine che ha interessato un’area di circa 500 metri quadrati. Sono in corso verifiche dei pompieri per escludere la presenza di persone coinvolte.

In una nota l’Asl Napoli 1 scrive che “Tra le 06.30 e 6.45 di questa mattina si è avvertito un forte boato all’interno dell’area parcheggio visitatori dell’Ospedale del Mare di Ponticelli. Di fatto il boato è stato determinato da un’implosione che ha generato una voragine di circa 2000 metri quadrati per una profondità di circa 20 metri”. “I vigili del fuoco sono sul posto e benché la voragine abbia inghiottito alcune auto, al momento pare che non siano state coinvolte persone – si legge ancora nella nota – in tutto l’Ospedale del Mare al momento è interrotta l’alimentazione elettrica dalla cabina principale, ma il presidio è alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operatività della struttura e la piena efficienza dell’attività assistenziale. Nel più breve tempo possibile l’ASL Napoli 1 Centro provvederà a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica”. “Al momento non c’è alcun elemento che induca a fare pensare ad un atto doloso”, sottolinea l’azienda sanitaria.

“Le immagini dell’esplosione nella notte nel parcheggio dell’Ospedale del Mare di Ponticelli e rappresentano una sconfitta per tutta la Campania”, dice il deputato Gianluca Cantalamessa capogruppo in commissione antimafia Lega. “Per adesso e’ stato escluso l’atto doloso, si sarebbe trattato infatti di un problema alle condutture dell’ossigeno nel sottosuolo – aggiunge -. Certo gli incidenti possono capitare sempre e ovunque, ma tutto cio’, in un plesso oggetto di “numerose attenzioni” , e’ comunque preoccupante. Mi auguro vivamente che tecnici ed inquirenti confermino l’esclusione del dolo ed accertino eventuali negligenze laddove ce ne fossero”.

De Luca: “Ora un lavoro attento” “Non dobbiamo rallentare, non dobbiamo perdere un minuto. Il parcheggio è crollato e questo non ha portato danni né in termini di impiantistica né di vite umane. Ora bisogna fare un lavoro attento, un sondaggio geologico, dobbiamo vedere come siamo combinati anche in altre parti del territorio”. Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca parlando con i giornalisti durante un sopralluogo all’ospedale del mare di Ponticelli dove all’alba si è aperta una voragine nel parcheggio interno della struttura.   Per il governatore si è trattato di un “problema idrogeologico di cui prendiamo atto. Questo ospedale è stato progettato 15-20 anni fa. Ce lo siamo ritrovati qui con la struttura a metà. Lo abbiamo completato. E’ un problema idrogeologico che è esploso, ne prendiamo atto”. De Luca sottolinea che il problema relativo alla chiusura del Covid Residence è “gestibile. Ci sono sei pazienti, ci vorranno alcuni giorni per ripristinare la fornitura idrica. Dobbiamo fare le verifiche sull’impiantistica e mettere in sicurezza l’edificio”.

 

Articoli correlati

Back to top button