Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Emanuela Perinetti

La vita il mio Sport Preferito

Di Antonio Vistocco 

 

Emanuela Perinetti, Influencer Marketing Manager.  Ha respirato da sempre l’aria del grande sport , grazie a suo padre il  grande  Manager calcistico Giogio Perinetti   attuale  Direttore Generale del Genoa Calcio . In questa piacevole intervista  Emanuela  ci racconterà e spiegherà  meglio questa nuova realtà di cui è assoluta protagonista.

 

 

Ci spieghi bene in cosa consiste la tua professione?
Abbiamo specializzato l’influencer marketing sugli sportivi e i club : in pratica i nostri dati analytics e le nostre idee creative di agenzia e produzione ci permettono da un lato di rendere efficiente l’investimento nello sport business da parte dei brand, con esperienze esclusive per i loro clienti; dall’altro di rendere l’atleta una vera e propria star anche fuori dal campo, dove il dialogo autentico e diretto con i propri fans è sempre più imprescindibile. Sono un’imprenditrice digitale, che ha una business unit Sport Dots, parte di un gruppo internazionale (Prodea) che si occupa di connettere i dots dell’industria dello sport: Atleti, Club, Federazioni e soprattutto brand che devono sempre più, con il nostro supporto accorgersi dell’importanza di associarsi ai valori positivi di sport e sportivi che utilizzano i social e la propria immagine in modo positivo, come positivo è il loro stile di vita.
Dei tanti campioni e personaggi incontrati in questi anni quale ricordi sempre ?
Sicuramente Del Piero, Maldini e Zidane per la classe dentro e fuori dal campo. Totti per il suo essere senplicemente Totti. Buffon per la leadership. Dybala per la fantasia. Cristiano e Nadal per l’essere atleti veri. Hamilton per la personalità, anche non da atleta ma da divo . Tra gli allenatori Conte per la grinta e Ranieri per la signorilità… non farmi questa domanda pero, perche la lista potrebbe diventare molto molto lunga.
Ci racconti qualche aneddoto curioso capitato durante questo percorso professionale ?  
Uno dei più simpatici è stato il set di William Hill nello spot che abbiamo girato con Paolo Maldini. Ci sono volute settimane per incrociare le agende di tutti. Finalmente trovato un giorno adatto, la troupe è stata costretta a smontare il set perché a Paolo durante la notte era letteralmente “lievitato” un occhio a causa di un orzaiolo.
Tre cose importanti nella tua vita fondamentali ?  
La passione per lo sport e in particolare il calcio
La mia famiglia: mio padre che mi ha insegnato tanto di questo mondo calcistico, mia madre che no c’è più e che mi inspira ogni giorno. Mia sorella, do il massimo per darle l’esempio. Vorrei dicesse che orgoglio: quella lì è mia sorella
Il mio lavoro e la scrittura. Le due cose in cui esprimo la mia creatività.
Come ami trascorrere il tuo tempo libero ?
Viaggiando in luoghi vicini o lontani che siano. E guardando le partite allo stadio. La grande fortuna che ho è che lavoro e passione coincidono .
Un progetto futuro che vorresti assolutamente realizzare?
In ambito professionale senz’altro la realizzazione di un grande evento sportivo, pensato dalla direzione artistica, alla regia, alla comunicazione. Un format innovativo come la sfida Next-Gen ATP del tennis. “Limits are just an illusion” , credo molto in questo mantra di Michael Jordan che mi ripeto ogni giorno e che mi da l’energia per pensare e realizzare progetti sempre nuovi e sfidanti.
Se non avessi intrapreso questa professione chi saresti oggi ?
Direttore Sportivo di una squadra o manager di un’azienda sempre nel settore sportivo. Chissà che non possa succedere, la vita riserva sempre sorprese, anche se per ora sono felice così.