Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Ester Vinci

LA RECITAZIONE COME LIBERTA' E VERITA'

 

Di Antonio Vistocco

 


Ester Vinci, artista Palermitana spazia dalla danza alla recitazione, dal canto all’intrattenimento. Recita e balla nei più importanti teatri d’Italia e per i più grandi format televisivi, passando anche per il cinema..Studia danza classica al teatro Massimo di Palermo e prosegue gli studi di recitazione diplomandosi come attrice al Teatro Biondo Stabile di Palermo. Abbiamo fatto per voi due chiacchiere con questa bravissima attrice per farci raccontare da lei le sue passioni e non solo…​

Ci racconti la tua esperienza in Squadra “Antimafia”?

Innanzitutto un’ esperienza che da anni ambivo e sono felicissima di averla vissuta e come ogni esperienza cercando di dare il massimo di me stessa vivendo in pieno senza risparmi. Ho cercato di cogliere ogni aspetto volto a farmi crescere e acquisire sempre maggiore conoscenza ed esperienza, “rubando” e conservando tutto ciò che potevo imparare, è così che voglio vivere le esperienze, dandomi ma portandomi a casa anche un bagaglio di ciò che ho vissuto, arricchendomi sempre di più sia professionalmente che umanamente. Sono stata seguita da due fantastici registi, Renato De Maria e Samad Zarmandili, sempre molto attenti non solo al personaggio ma anche alla persona e questo ha fatto sì che creasse una bellissima atmosfera anche sul set e quelle energie positive che subito mi hanno fatto sentire a mio agio ogni giorno. Devo dire che sono stata anche fortunata ad aver accanto un partner come Giulio Berruti con quale mi sono trovata benissimo, così attento e collaborativo, una persona estremamente sensibile, comprensiva e umanamente mi ha lasciato davvero tanto, da subito c’è stato un bel feeling attoriale e una bellissima empatia.

Come mai hai svolto la professione di attrice?

Ho sempre voluto fare l’attrice, sentivo bisogno del palco e del teatro come una prima necessità. Quando recito sento la mia verità e trovo la mia libertà! Non è stata una scelta pensata, non c’è stato nulla in particolare se non la naturalezza, l’unica cosa che ha fatto nascere in me questa passione e mi ha portato ad intraprendere questa professione e l’istinto che sempre ti portano verso ciò che ami. Certe passioni non hai bisogno di pensarle le senti già, le senti e spesso non sai neanche da dove arrivano e come nascono ma le vivi a volte senza chiedertelo perchè non ne puoi fare a meno, ecco “come mai” perchè non ne posso fare a meno. E sono sempre una testarda , lo ero già da piccola determinata e tenace, poi le difficoltà è normale che ci siano, è un mondo spietato e tortuoso, non ho mai una stessa linea, non è facile, ma se avessi mollato dopo tante delusioni, i tanti no e tanti ostacoli, forse avrei capito che non era la mia strada. Ma non devono essere le difficoltà a fermarti, non si può desistere da ciò che ami alle prime difficoltà, proprio perchè hai voglia e la forza di superare certe sconfitte che ti porta a capire quanto ami quello che fai e quello in cui credi.

come ami Trascorrere il tuo tempo Libero?

Ad averlo….. Per fortuna faccio un lavoro che amo e amo trascorrere quel tempo sentendolo “Libero” Oltre alla passione per la recitazione ho sempre avuto anche un’altra grande passione, quella per la danza e rispetto ai vari impegni cerco sempre di dedicarmi e ritagliarmi quello spazio che dedico alla danza, mi piace anche ascoltare della bella musica e cercare tra artisti che non ancora conosco, incuriosendomi e leggendo anche dei buoni libri. Ovviamente da buona siciliana non posso negare che il mare è il posto dove mi piace passare delle ore, sia che sia estate che inverno, che sia mattino, tramonto o notte, di fronte a quel mare che da sempre è la mia fonte energia. E poi c’è anche la zia Ester di quattro bellissimi nipotini, faccio di tutto quando posso per andare a trovarli a Palermo e giocare con loro, sono la loro zia pazzarella e loro fanno impazzire me, sono la mia gioia immensa, la carica e l’energia che mi danno è indescrivibile.

Quale sogno nel cassetto vorresti realizzare?

Avere sempre un sogno e non smettere mai di sognare. Continuare a vivere di ciò che amo ! Un emozione grandissima per me poter recitare per tre grandi registi come: Ozpetek, Almodovar, e Tornatore, affascinata da sempre dal loro modo di raccontare vite attraverso un cinema di profondo senso emotivo. Li ho sempre amati profondamente in ogni loro film, ed il loro per me è sempre un grande Cinema.

Attualmente quale progetto lavorativo stai seguendo?

Da pochissimo ho ultimato degli spettacoli teatrali che proseguirò in varie date di tournée dividendomi e passando dallo spettacolo drammatico di Marco Amenta sull’immigrazione alla commedia brillante Matrimoni e Tresche di Gianni Nanfa e proprio in questi giorni sto girando delle scene di ricostruzione di storie vere per una trasmissione televisiva e in concomitanza un bel ruolo in un lungometraggio “The Job”.  Sarò in scena dal 17  febbario  sino al 26   al  Teatro  Nuovo di Milano e poi in tour in tutta Italia,  con  la commedia teatrale “4 donne e una Canaglia ”  con Gianfranco D’ Angelo insieme a Marisa Laurito,  Barbara Bouchet e Corinne Clery.

La tua sicilianità in cosa si può notare?

Chi mi conosce non può che notare e affermare la mia forte sicilianità. Al di là delle caratteristiche fisiche di tipica donna siciliana che si possono notare nei miei colori, dai miei occhi scuri al volto contornato dalla folta chioma piena di ricci capelli scuri, la mia vera sicilianità sta dentro di me. Sento fortemente di appartenere alla Sicilia e la forza di questa terra non può essere innata nella mia persona e si riflette in me. Credo di essere una persona abbastanza forte quanto fragile in continua lotta tra questa mia fragilità e sensibilità che combatto per trasformarla in una forza piena di energia. Il mio sorriso è un sorriso vero com’è vera la luce e lo splendore della mia bella Sicilia e al tempo stesso nasconde la sua malinconia di una terra che da sempre lotta. In tutto quello che faccio e come lo faccio e con quanta passione lo faccio, sono una Siciliana!

Foto di Salvo Cici – Adriano Ferdinandi – Raffaello Balzo – Enzo La Deda

Share, , Google Plus, Pinterest,