Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Intervista all’attore Jack Gallo: Sono un ragazzo molto romantico

Se frequento una ragazza, l'unica cosa che mi interessa è renderla felice

Di Patrizia Faiello

 

 

 

Oggi l’attore Jack Gallo, all’anagrafe Giancarlo Ciordo, è il protagonista dello spazio che Twikie riserva alle interviste esclusive. L’attore, nato a Crotone il 16 giugno del 1974, vanta un curriculum artistico di tutto rispetto, nonché diversi studi nelle migliori scuole di recitazione, che hanno affinato il tuo talento, facendolo conoscere ed apprezzare da un pubblico sempre più vasto. Jack Gallo è un attore camaleontico, eclettico e carismatico in grado di interpretare qualsiasi ruolo gli venga assegnato. Il suo percorso cinematografico inizia nel 2011 con il film “Ameriqua” con Bobby Kennedy, Giancarlo Giannini e Alessandra Mastronardo. Ha partecipato alla realizzazione di parecchi lungometraggi e cortometraggi solo per citarne qualcuno” L’ultimo Libro” di G. Tarantino, Corto “La Luna” di M. Vito, “DeMentisTorrent” regia di F.Massimoto, – ruolo protagonista (2012), Corto “La Coscienza” di L.Bordon . Nel 2014 ha partecipato al Festival di Cannes, interpretando il ruolo di John Marciano, nello short film sul proibizionismo e gli affari di contrabbando, ambientato negli anni ’30 intitolato “The Fall of the Marciano Family”. La sua carriera è in continua ascesa riscuote un grande successo sul Red carpet al Roma Fiction con “Nero”, la serie televisiva in sei puntate dal genere Noir/Pulp dove ha interpretato Greg. Recentemente lo abbiamo potuto ammirare nel docufilm “Sono Cesare, ma chiamatemi Mimmo” di Orfeo Orlando sulla vita di Cesare. Ha vestito i panni di Lucio l’imbianchino, il migliore amico di Flavio, il barista (interpretato da Giorgio Zanetti) nel lungometraggio sul tema della ludopatia THE GAMBLERS di Alberto Moroni in cui figura anche Valerio Merola. Ha Pubblicato sui vari social anche la parodia de “Il Padrino II”, nato dalla sua collaborazione con i Senza Mezzi preceduto da“Il Padrino”, che ha totalizzato più di 80 mila visualizzazioni sul web, e “Indiana Jones e il tempio maledetto”. Jack è stato anche testimonial di due spot pubblicitari la Linea 45 Gioielli e la Linea Profumi Farmacia Santissima Annunziata e di quest’ultimo ne è anche autore. Prossimamente lo vedremo sul grande schermo con il film sulla mafia albanese che porta il titolo di “Bastard Karma 2”.

 

 

 

Ti vedremo presto sul grande schermo con “Bastard Karma 2” un film italoalbanese sulla mafia nel quale interpreti il personaggio di un ispettore di polizia. Cosa ti ha spinto ad accettare questo ruolo?
Mi sono innamorato di “Bastard Karma 2”, un film che uscirà in Albania, Kosovo e Macedonia nei prossimi mesi e successivamente anche in Italia, dal momento in cui ho letto lo script! Credo che il poliziesco sia il genere a me più congeniale. Sono cresciuto in uno dei quartieri  più difficili di Bologna dove certe realtà sono molto marcate. lnterpretare questi ruoli mi permette di chiudere un ciclo della mia vita, che appartiene al passato. Troppo spesso ho dovuto fare i conti con situazioni, che anche non toccandomi da vicino, hanno lasciato il segno.

 

 

In passato, hai avuto ruoli accanto a grandi nomi tra i tanti quello di  Giancarlo Giannini. Che esperienza è stata quella di lavorare con lui?
Bellissima. Giancarlo Giannini, è un genio. Provo per lui una stima infinita. Non è un attore che fa ricorso solo alla mera tecnica: lui, i ruoli, li vive, li divora. È una fonte d’ispirazione infinita. Amo gli attori polivalenti, quelli che non hanno ruoli definiti o maschere. È ciò che desidero anche per me e la mia carriera e credo, al momento, di esserci riuscito.

 

 

 

Quale è stata la tua più grande soddisfazione artistica?

Patrizia è un po’ come chiedere a una madre quale sia il suo figlio preferito! Ogni ruolo, anche quello più piccolo, regala immense soddisfazioni. Di sicuro sono estremamente orgoglioso della mia partecipazione ad “Amore criminale”: un’apparizione sulla Rai, in prima serata, non è affatto cosa da poco che ne dici?

 

 

 

Quale è il tuo motto?
Non mollare mai perché la vita nonostante le difficoltà è sempre bella.

 

 

 

Che rapporto hai con la fede?
Credo in Dio e mi ritengo essere un buon cristiano. Nel mio piccolo nel quotidiano cerco di aiutare sempre il prossimo.

Parliamo di sentimenti: Sei molto affascinante …con le donne che tipo di uomo sei? Sono un ragazzo molto romantico. Se frequento una ragazza, l’unica cosa che mi interessa è renderla felice.

 

 

 

 

Progetti futuri?

Sto valutando i vari script che mi sono stati inviati. Di progetti belli ce ne sono tanti, sto per iniziare le riprese di un nuovo lungometraggio di cui non posso anticipare nulla, ma è una storia a cui tengo molto. Sto pensando, da girovago quale sono, di trasferirmi a Roma: la capitale, con il suo fascino eterno, mi chiama in modo inequivocabile.. staremo a vedere!