Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Intervista esclusiva all’imprenditore Francesco D’Alessandro

Il futuro sarà molto digital ma anche personalizzazione e rapporto umano

Di Patrizia Faiello

 

Oggi Twikie riserva il suo spazio riservato alle interviste esclusive a Francesco D’Alessandro l’imprenditore e Direttore Responsabile della rivista FeditalImprese Piemonte News Innovazione Economia Finanza Digital & Startup. Il Project Manager nasce a Napoli il 23/11/1972 ed inizia la sua carriera studiando – dal 1998 al 2000 – per diventare dottore commercialista ma poi si concentra molto nel lavoro in Azienda dapprima come responsabile amministrativo (2000-2004) e poi CFO (settore nautico come Azimut – 2002-2003 – ed automotive FIAT/COMAU dal 2003 al 2008 seguendo in particolare i progetti di ristrutturazione e riduzione costi industriali in Avtovaz in Russia) e poi da esterno come consulente per la revisione dei processi di business secondo i principi del world class manufacturing, riduzione costi, controllo legale dei conti, finanza, valutazione aziende, operazioni straordinarie, ristrutturazioni, startup innovative oltre che grandi (RivaBanca.bcc.it, Promea.net e MonterosaTerme.com).

Precedentemente si è anche occupato di Contabilità, Bilancio, Controllo di Gestione ed è stato Responsabile Amministrativo e Direttore Amministrativo e Finanziario per diverse grandi realtà tra le quali AERRE Cucine, Bosco Italia, Stampal, Comau e Sineria.

Da circa 10 anni ha fondato una sua azienda che si occupa di marketing e comunicazione per le grandi Aziende.  Socio fondatore del progetto editoriale edito da Rai (Eri) e con il quotidiano LA STAMPA di Torino – in co-edizione con la società di comunicazione integrata ACT! e Pellegrini Editore, patrocinato dal Ministero delle Pari Opportunità nato quasi per caso, grazie all’amicizia con Eugenia Romanelli (redattore a l’Espresso, poi direttore della versione italiana della rivista internazionale time out, che nel 2004 ha fondato “Bazar”), che ora è diventato materia di studio per i corsi di laurea in comunicazione presso l’Università La Sapienza di Roma ed altre diverse Università Italiane.

Giornalista pubblicista per passione, è autore di diversi articoli e saggi in materia di conciliazione e mediazione aziendale, management, economia e finanza d’impresa. Già socio del CDAF e dell’ATLEC e Direttore Responsabile del giornale del CDAF dell’Unione Industriale di Torino. Volontario soccorritore 118 Piemonte. Socio fondatore della società NOI CONCILIAMO SRL e dal  2011 Docente a contratto per i Master in Web Communication & Social Media – Università di Parma. Dallo scorso anno è anche Editore di RadioDreamOnfly che consente di interagire con un pubblico che sogna, che ama e che vuol volare grazie ai suoi sogni. Il contenitore tratta argomenti relativi al Business Coaching, alla Comunicazione, agli argomenti Olistici, New Age e si confronta sul Coaching a livello motivazionale ed emozionale oltre a parlare di Business e di Finanza d’Impresa. Particolare attenzione è rivolta agli obiettivi di vita di ciascuno, con sottofondo della musica italiana ed internazionale di qualità. Buon ascolto su RAdioDreamOnfly e buona lettura!

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesco D’Alessandro Imprenditore da oltre quindici anni. Come nasce l’idea di creare sinergie di marketing e comunicazione per le imprese e professionisti  di grandi aziende?

 

Io sono nato come commercialista, ho fatto tutto il percorso, il tirocinio e la preparazione per iscrivermi all’albo e poi non l’ho mai fatto per i tanti impegni nelle grandi aziende dove lavoravo come responsabile amministrativo e del controllo di gestione. Ho lavorato per società di consulenza e per Comau / Fiat occupandomi anche di progetti di de-costing per piccoli fornitori o per grandi gruppi sia in Italia che all’estero,come ad esempio Avtovaz in Russia. Ho studiato economia, un Master Tributario ed un Master MBA e mille corsi di formazione ed aggiornamento… ma sentivo che mi mancava qualcosa. Intanto portavo avanti la passione dei siti web, dei piccoli portali e avevo coofondato Bazarweb.info co edito con La Stampa di Torino e RAI Eri. Procedendo ho capito che quel qualcosa che mi mancava era il proprio marketing. E non mancava solo a me ma a tutte le aziende. Oggi infatti dico sempre che i due cuori pulsanti di un’azienda sono la FINANZA D’IMPRESA ed il MARKETING che sono strettamente collegati. La fortuna è stata di portare avanti questa passione specializzandomi nel digital marketing.  Ed oggi oltre ad aver fondato ResultsAdv.it, con la quale profiliamo e targhettiziamo utenti, ho anche fondato FeditalIMprese Piemonte con la quale offriamo servizi datoriali ma anche consulenziali di alto livello sia alle piccole che alle grandi imprese.

 

 

Sei l’ideatore della prima rivista web tematica per associazioni e imprese che ti sta regalando non poche soddisfazioni.  Ti aspettavi questi grandi risultati?

In verità no. Scherzando all’inizio definivo la rivista qualcosa che era un po’ di più del giornalino della parrocchia ma poi è stata una reale esplosione in senso positivo. Il valore aggiunto è quello di coniugare rubriche tematiche in modalità “call to action” cioè veloci, facili da leggere e da capire e con un riepilogo dei punti salienti  simili a una lista della spesa delle cosa da fare, a rubriche di intrattenimento, spettacolo, teatro e sport che ha reso più interessante e vivace la fruizione della rivista stessa.

 

 

 

Sei editore anche della Webradio RadioDreamOnfly un progetto che oltre ad aiutare gli imprenditori a crescere con le tematiche di economia, fisco, finanza e internazionalizzazione tratta anche rubriche di

spettacolo, cultura, storia, arte, medicina e ascolto del cittadino. Quanto è importante, per chi fa servizio pubblico, soprattutto oggi dare spazio alle realtà sociali cosiddette “scomode”?

 

Patrizia direi che è fondamentale. La radio poi è un ulteriore estensione della rivista. Noi garantiamo la pluralità e l’imparzialità dell’informazione, anche di quella scomoda e questo è un valore aggiunto perchè permette agli ascoltatori di farsi un’idea completa e chiara al netto di condizionamenti. E soprattutto diamo sempre i riferimenti di link, fonti e strutture dalle quali potersi ulteriormente informare. Questo ci rende d’appeal.

 

 

 

Dai rilevatori d’ascolto che visualizzi quotidianamente qual è la tematica più seguita e perché secondo te? Sia le rubriche di economia e finanza d’impresa perchè tutti noi imprenditori siamo alla ricerca forsennata di informazioni da carpire, di strategie, di finanziamenti agevolati, di novità fiscali in tempo reale etc ..sia le rubriche che riguardano lo spettacolo perchè sono cultura e fanno cultura e sono fondamentali per una preparazione completa di chi fa impresa.

 

 

 

In questi giorni sta partendo una nuova piattaforma sharing flyfreeaways? Ce ne vuoi parlare?  Si,FLYFREE AIRWAYS è una nuova piattaforma, gestibile dal web oppure dal cellulare tramite una semplice App, per lo sharing dei piccoli voli privati di business e per turismo. In pratica il “FlixBus” dei voli privati. Non una semplice piattaforma di Flight Sharing ma una vera e propria piattaforma interattiva multicanale per la condivisione in real time, tratta per tratta, dei voli on demand. Non condividiamo il volo ma lo organizziamo appositamente per il Cliente con un servizio puntuale e di alta qualità ma low cost. E il Cliente può prenotarlo in qualsiasi momento anche comodamente dalla sua scrivania o dalla sua poltrona di casa. Questo il valore aggiunto del progetto!

 

Qual è l’obiettivo?

Viaggiare veloci, comodi, senza attese e senza code con tanti servizi a bordo ma soprattutto con la libertà e la comodità di partire dal centro di una città ed arrivare al centro di un’altra città in poco tempo senza doversi presentare prima in aeroporto, senza dover rinunciare o chiudere in fretta degli appuntamenti e senza possibilità di ritardi. Questo il sito web:https://www.flyfreeairways.it/

 

Secondo te il futuro dell’imprenditorialita’ dove sarà diretta? Verso i servizi custom, verso i poadcast, verso la digitalizzazione sempre più spinta e personalizzata e l’experience. Le persone oggi sono tempestate da mille messaggi pubblicitari al minuto e da mille servizi utili a loro ma di fatto non riesco a stargli dietro e in più non tutti gli servono o comunque non in quel momento. Il futuro sarà verso il sapere accompagnare per mano le persone ed offrire loro servizi verticali in base ai propri bisogni. Molto digital ma anche personalizzazione e rapporto umano. Si sta tornando anche ad una visione locale, ancorchè digitale

 

 

 

Ci sono progetti futuri che ti piacerebbe realizzare a breve? La Web TV che deve seguire il progetto della radio web e poi replicare il modello di business e dell’associazionismo in Europa. Il mio cruccio è la personalizzazione e l’offrire servizi ad hoc come ad esempio feditalImprese Piemonte e FlyFreeAirway