Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

JENNIFER MISCHIATI

Una segreta attrazione per la recitazione

Di Cristofaro Russo

 

Jennifer Mischiati Classe ’86, sguardo profondo e una bellezza che lascia il segno. Attrice talentuosa  con alle spalle già numerosi lavori. Inizia la sua carriera a 14 anni come modella. Nel 2004 vince il titolo di Miss Roma e in premio riceve un anno di formazione presso la scuola di teatro Ribalte di Enzo Garinei. Da quel momento inizia il suo sogno di salire sul palcoscenico e non scendere mai più. Incominciano i numerosi lavori teatrali, cinematografici e televisivi tra cui: Game Therapy di Ryan Travis, Don Matteo, Provaci ancora Prof. e tanti altri. Attualmente  Jennifer è alle prese con due film molto importanti. Il primo è il fantasy italiano di stampo Hollywoodiano, prossimamente in sala, dal titolo “Creators – The Past”, primo capitolo di una trilogia diretta da Piergiuseppe Zaia, con un cast internazionale. Il secondo è “Little America” dove sarà la protagonista e inizierà le riprese nello stato del Wyoming, USA, . Gli altri protagonisti principali saranno gli americani Ryan Patrick Shanahan (Sinister Minister, A Deadly Romance) e star del teatro e della televisione colombiana, Diego Cadavid (Narcos, Ingobernable, Senor Acero). Il film sarà diretto dallo sceneggiatore-regista Kenneth Marken, prodotto da Jason Stoval, e girato da American DoP, Pietro Villani. Abbiamo intervistato per voi questa bravissima attrice , che racconta la sua brillante carriera e non solo…

 

 

 

Come nasce la tua passione per la recitazione ?
Credo di aver sempre avuto in segreto un’attrazione per la recitazione. Ricordo che da bambina recitavo da sola delle favole che inventavo nella mia testa, nella sorta di anfiteatro che avevamo in giardino, credo una volta di aver messo su una specie di spettacolo con i miei cugini, o almeno di averci provato, ovviamente senza pubblico. Ricordo inoltre di guardare con occhi sognanti Macaulay Culkin, il bambino prodigio di “Mamma ho perso l’aereo”, uno dei miei film preferiti di sempre. Sognavo di essere lui, una bambina attrice prodigio.
In realtà però rimase un sogno segreto per moltissimi anni, sono sempre stata molto timida e da sola potevo fare qualsiasi cosa ma davanti ad un pubblico di anche un solo spettatore diventavo rossa e l’imbarazzo e la vergogna vincevano sempre.
Adesso a quale progetto lavorativo ti stai dedicando?
Sono in preparazione per un film negli Stati Uniti come protagonista dal titolo Little America, un dramma romantico che racconta di due sconosciuti alle prese con i propri mostri e fantasmi del passato e del presente che si trovano e ritrovano se stessi nel disperato tentativo di trovare il coraggio di inseguire un sogno, una vita migliore. Inoltre stiamo per iniziare la promozione del film “Creators, the past”, il primo fantasy italiano in stile Hollywoodiano che mi vede sempre come protagonista al fianco di grandi nomi come Depardieu, Shatner e Payne.
Ci racconti un aneddoto simpatico della tua carriera professionale ?
Non saprei se definirlo simpatico, adesso mi fa ridere a ripensarci. All’inizio della mia carriera mi trovai su un set di un horror low budget, di quelli che “giriamo in posti davvero infestati o da pelle d’oca”. Il film era interamente girato in questa villa antica, credo ad un certo punto fosse anche stato un ex convento o qualcosa del genere, metteva i brividi! Beh ero talmente sicura che stessimo dando fastidio a qualche presenza negativa che per un mese, durante tutte le riprese, ho dormito con tutte le luci accese che c’erano nella mia stanza d’albergo, bagno compreso!
Un ruolo che ti piacerebbe interpretare e che ancora non ti hanno mai proposto ?
Mi sarebbe piaciuto da morire interpretare il ruolo di Jennifer Lawrence in Red Sparrow ad esempio, fare la spia non mi è ancora mai capitato e mi divertirebbe moltissimo.
  Tre cose della tua vita a cui non rinunceresti? 
A essere/fare l’attrice, a viaggiare e all’amore, inteso nel senso più ampio del termine.
Come ami trascorrere il tuo tempo libero?
Dipende quanto ne ho a disposizione, amo molto viaggiare e vorrei girare il mondo, ma nel quotidiano ho molti interessi. Amo l’arte in ogni sua forma, in particolare la pittura e la fotografia mi parlano nell’intimo. Mi piace quindi andare a vedere mostre, andare a teatro, al cinema. Amo disegnare e dipingere e qualche volta mi cimento quando presa dall’ispirazione. Gioco a beach volleyball, che adoro. Mi piace moltissimo camminare, al parco o nei boschi, mi ricarica molto e mi aiuta a riallineare i pensieri. Amo fare trekking d’estate. E d’inverno amo la neve. Ultimamente insieme al mio compagno, che è un promettente filmmaker, abbiamo iniziato a scrivere e girarci alcuni corti che poi mi cimento a montare.
Un progetto futuro che vorresti realizzare ?
C’è un soggetto che ho scritto insieme con un mio amico durante un workshop a cui abbiamo partecipato entrambi non molto tempo fa, che ci sta molto a cuore. Ce lo siamo cucito addosso ovviamente e vorremmo farne un film o una serie tv.