Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

LUNA GRAZIANO DJ

NON MI BASTAVA IL RUOLO DI ANIMATRICE DELLA FESTA: VOLEVO ESSERE L’ANIMA DELLA FESTA


Splendida Dj, Producer e Presentatrice TV, Luna Graziano si racconta per Voi: dagli inizi nei migliori club fino ai suoi progetti futuri. Un viaggio attraverso la carriera, le influenze e le passioni di chi, la musica, ce l’ha davvero nel sangue.

Come nasce la tua passione per la musica ?
Nasce sin da piccolissima. Mio nonno era un concertista e fin dalla tenera età ho studiato pianoforte e canto. Quando ero ancora nel grembo materno mia mamma era giovanissima e lavorava in discoteca. Penso per questo fosse una cosa inevitabile per me intraprendere una carriera inerente alla musica. Da giovanissima ho iniziato come cubista delle migliori discoteche d’Italia e non solo (da Les Folies de Pigalle di Reggio Emilia ed il Cocoricò di Riccione fino anche al Privilege di Ibiza), poi crescendo, ho capito che non mi bastava più il ruolo di semplice animatrice della festa: volevo essere l’anima della festa. Volevo che il livello di divertimento del dance floor dipendesse da me e così la scelta di diventare dj. Successivamente ho ampliato il raggio d’azione anche con produzioni e collaborazioni divertenti nell’ambito della musica rap, non in linea con ciò che suono nei club ma che considero comunque un’altra mia passione.

Come e quanto è cambiata l’industria musicale con l’avvento di internet e delle nuove piattaforme di musica online?
Sono una persona assolutamente pro-tecnologia. Sebbene sia consapevole che per alcuni il vinile sia una sorta di Sacro Graal, non sono di quella scuola di pensiero. E’ indubbiamente comodo poter rimanere sul proprio divano a scegliere tracce che arrivano dall’altra parte del mondo su una piattaforma digitale. In passato era inevitabile doversi muovere, viaggiare e spostarsi per trovare della musica decente e magari non tutti, purtroppo, ne avevano la possibilità.

Quali sono le tue passioni extra musicali e cosa ami fare nel tempo libero?
Negli ultimi anni sono diventata una grande sportiva. Adoro allenarmi praticando crossfit o thay boxe, mi piace trascorrere il tempo tra la natura, adoro viaggiare e conoscere posti nuovi e culture differenti ed amo trascorrere il tempo con il mio cane Kora, una splendida trovatella adottata in un canile e della quale sono follemente innamorata. Aggiungo una piccola nota: adottate i cani dai canili, non comprateli!

Quali sono stati e sono attualmente i tuoi maggiori influencer e i tuoi punti di riferimento in ambito musicale?
Prima di essere una dj ero una ballerina e prima ancora una clubber, quindi ho avuto tutto il tempo durante la mia adolescenza di formare la mia “anima musicale” per poi applicarla nel djing. Sicuramente per ciò che riguarda la mia formazione posso citare nomi come Ralf, Claudio di Rocco, Massimino Lippoli. Attualmente ascolto ed apprezzo anche stili un pò più techno, ampliando la mia visuale più a 360 gradi. Pur avendo uno stile mio, come giusto che sia, ho come punti di riferimento dj come Tale of Us, Loco Dice, Jamie Jones, Marco Carola e Martinez Brothers.

Quali saranno le nuove sonorità ed i nuovi trend musicali che ci accompagneranno nel 2017?
Per quanto riguarda la musica techno posso dirti che non credo cambierà molto a livello di sonorità. Ogni giorno vengo a scoprire nuove produzioni di nuovi artisti e devo dire che alcuni sono molto giovani e anche molto bravi e promettenti.

I posti più cool dove fare musica oggi?
Credo che ormai l’Italia a livello musicale sia rimasta un pò indietro purtroppo. A parer mio i luoghi o meglio i clubs migliori per suonare si trovano fuori dal Bel Paese. Sicuramente la Germania e la Romania sono al primo posto della classifica. Per un dj che fa techno suonare all’estero rimane il principale obiettivo sin dall’inizio della propria carriera ma sicuramente per arrivare a farsi conoscere all’estero bisogna farlo attraverso le produzioni, altrimenti non ti si fila nessuno 🙂

Progetti futuri ed ambizioni?
Sicuramente voglio tornare a produrre. Ho prodotto alcune tracce anni fa per una label turca, la Rabies Record e successivamente per una italiana, la Tecnica Sound. Ho lasciato perdere attualmente le produzioni e mi sono dedicata ad altro: il mio progetto è quello di dedicarmi a fare quello che più mi piace, ossia MUSICA a 360 gradi. Ho anche intenzione di rimettermi a suonare il pianoforte avendo studiato otto anni. Sarebbe un peccato lasciare.

Share, , Google Plus, Pinterest,