CinemaNuove Proposte

Gianclaudio Caretta: L’uomo perfetto del 2020

Intervista con il giovane attore pugliese Gianclaudio Caretta.

E’ sicuramente uno degli attori emergenti più talentuosi del cinema italiano. Gianclaudio Caretta, tarantino classe ‘93, dopo diverse pellicole per il grande schermo, debutta a teatro nella commedia “L’uomo perfetto” con Nadia Rinaldi e Milena Miconi per la regia di Diego Ruiz, in scena dal 10 al 26 gennaio 2020 al Teatro de’ Servi di Roma e poi in tournée sino a fine marzo. Twikie lo ha incontrato in esclusiva per i suoi lettori.


Gianclaudio, la tua prima volta a teatro. Come ti senti?

Emozionato e carico. Il palcoscenico è vita, è rapporto diretto con il pubblico, è adrenalina, è “buona la prima”. È sentire il mormorio da dietro le quinte prima di entrare in scena.  Gli occhi di chi, alla fine della replica, viene in camerino per complimentarsi”. Non vedo l’ora di iniziare!

Raccontaci il tuo personaggio?

Si chiama Robbi, l’uomo perfetto. Una creazione della fantomatica “Newmen corporation” che, per soddisfare finalmente ogni volere del genere femminile, ha dato vita a l’unico uomo realmente in grado di soddisfarle, Robbi appunto, il Robot. È una commedia dolce amara, genere che si addice particolarmente alle mie corde, la tipologia di racconto che fa ridere ma con significati intrinsechi da rivelare.

Che rapporto hai con il pubblico?

Attraverso il mio lavoro, cerco di raccontarmi sinceramente e questo mi è stato riconosciuto. Il pubblico è come una famiglia, come un grande gruppo di amici. Il pubblico è l’essenza dell’attore, ovvero la condivisione. E credo che ciò che dai e fai con amore e verità, possa tornare a te.

E’ notizia di queste ore che “Ed è subito sera”, il film che hai interpretato da co-protagonista al fianco di Franco Nero e  presentato in anteprima nazionale alla “Camera de deputati”, si è aggiudicato l’ennesimo riconoscimento…

Si, ha vinto l’ “International Indipendent Film Awards” di Los Angeles come ‘Miglior film narrativo del 2019’. La pellicola racconta la storia vera del giovane Dario Scherillo ucciso dalla camorra per scambio di persona.
Ricordo, come fosse oggi, una proiezione che facemmo a Napoli alla quale presenziarono oltre cinquante famiglie vittime innocenti di camorra.

Quali sono i tuoi progetti lavorativi futuri?

Con “L’uomo perfetto” saremo in tournée sino alla fine di Marzo.  Poi sarò protagonista di un lavoro in co-produzione con l’America. Tratteremo una tematica sociale, molto tangibile per noi tutti, che però non posso ancora spoilerare… Ci sarà un cast importante ed un forte messaggio da veicolare. Non vedo l’ora di potervi raccontare di più!

Tags

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche

Close
Back to top button
Close
Close