Sport

Hamilton campione, Ferrari sul podio con Vettel: emozioni a non finire nel GP della Turchia

Lewis Hamilton conquista il settimo titolo iridato vincendo il Gran Premio della Turchia davanti a Sergio Perez ed al ferrarista Sebastian Vettel.

()- Nelle condizioni più difficili e con il compagno di squadra Bottas fuori gioco da subito, Lewis Hamilton si laurea campione del mondo con una gara tutta all’attacco, iniziata con una partenza da manuale ed una seconda parte di gran premio “in controllo” dopo la sfuriata iniziale del poleman Lance Stroll. Sullo storico podio di Istanbul insieme a Lewis salgono Sergio Perez con l’altra Racing Point ed il ferrarista Sebastian Vettel, scattato dalla sesta fila. Charles Leclerc completa l’ottima domenica ferrarista chiudendo il GP in quarta posizione.

Poteva accontentarsi di correre in difesa ed avrebbe comunque messo le mani sul settimo titolo, Lewis Hamilton. Ma non sarebbe stato… Lewis Hamilton e non avrebbe eguagliato Michael Schumacher ai vertici della storia della Formula Uno e delle corse. Ad Istanbul il Re Nero ha così fortemente inseguito ed alla fine centrato la quarta vittoria consecutiva e la decima di questa stagione, portando il totale a 94. Scattato con la fionda dalla sesta casella (come lui – anzi meglio – solo uno straordinario Sebastian Vettel, ma dal lato buono della pista), Hamilton ha lasciato “sfogare” i piloti di Racing Point e Red Bull, già praticamente certo del completamento della missione titolo. Il suo compagno e (formalmente) unico avversario nella corsa al titolo Valtteri Bottas è finito in testacoda già alla prima curva, disseminando poi di svarioni assortiti una domenica da “fantasma”, chiusa in quattordicesima posizione. Davanti, il poleman Lance Stroll a fare l’andatura con un buon margine sul compagno di squadra Sergio Perez e sulle Red Bull di Max Verstappen ed Alexander Albon e sulla Ferrari di un  Sebastian Vettel “in palla” come mai prima quest’anno, mentre Charles Leclerc fatica di più ad affacciarsi alla top ten. Il passaggio dalle full wet alle intermediate non cambia di molto il (precario) equilibrio dei valori in pista, fino al testacoda da trecento all’ora sul dritto di Vertappen nell’attacco a Perez. Un errore che taglia le gambe all’olandese, alle prese con un weekend da nervi a fior di pelle, fin dalle qualifiche. Solo nel finale Max (dopo un ulteriore testacoda) riesce a mettersi alle spalle Albon ed a chiudere in sesta posizione un weekend che era invece iniziato con premesse… di tutt’altro tipo. Nella fase centrale Hamilton e Leclerc salgono in cattedra, anche se con obiettivi differenti. Il Re Nero va all’attacco della leadership ed al 36esimo passaggio supera Perez per la prima posizione che non abbandonerà più. Tanto il campione quanto il messicano della Racing Point tirano dritti fino al traguardo (senza ulteriori soste ai box) mentre tutti gli altri piloti del gruppo di testa rientrano ai box per montare un nuovo set di intermedie. Scelta che penalizza pesantemente l’ex leader Stroll: nel tratto finale del GP il canadese esce letteramente di scena, perdendo una posizione dopo l’altra e chiudendo il GP in nona posizione. Volano invece le Ferrari.

ORDINE D’ARRIVO GP TURCHIA F1 2020:

1. Lewis Hamilton (Mercedes)

2. Sergio Perez (Racing Point)

3. Sebastian Vettel (Ferrari)

4. Charles Leclerc (Ferrari)

5. Carlos Sainz (McLaren)

6. Max Verstappen (Red Bull)

7. Alexander Albon (Red Bull)

8. Lando Norris (McLaren), giro veloce

9. Lance Stroll (Racing Point)

10. Daniel Ricciardo (Renault)

11. Esteban Ocon (Renault)

12. Daniil Kvyat (Alpha Tauri)

13. Pierre Gasly (Alpha Tauri)

14. Valtteri Bottas (Mercedes)

15. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)

16. George Russell (Williams)

17. Kevin Magnussen (Haas)

Rit. Romain Grosjean (Haas)

Rit. Nicholas Latifi (Williams)

Rit. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)

Sul fronte del mondiale costruttori, la Mercedes, con 504 punti, si è già aggiudicata il titolo; segue la Red Bull Racing, che ha totalizzato 240 punti. Terzo posto per la Racing Point (154); davanti alla  McLaren (136), Renault (135), e alla Ferrari (130). Settima l’Alpha Tauri (89), davanti all’Alfa Romeo Racing (8) e alla Haas (3).

Classifica piloti dopo il Gran Premio di Turchia 2020

1 Lewis Hamilton 307

2 Valtteri Bottas 197

3 Max Verstappen 170

4 Sergio Perez 100

5 Charles Leclerc 97

6 Daniel Ricciardo 96

7 Carlos Sainz Jr. 75

8 Lando Norris 74

9 Alexander Albon 70

10 Pierre Gasly 63

11 Lance Stroll 59

12 Esteban Ocon 40

13 Sebastian Vettel 33

14 Daniil Kvyat 26

15 Nico Hulkenberg 10

16 Kimi Raikkonen 4

17 Antonio Giovinazzi 4

18 Romain Grosjean 2

19 Kevin Magnussen 1

Classifica costruttori dopo il Gran Premio di Turchia 2020

1 Mercedes 504

2  Red Bull Racing 240

3 Racing Point 154

4 McLaren 149

5 Renault F1 Team 136

6 Ferrari 130

7 Alpha Tauri 89

8 Alfa Romeo 8

9 Haas F1 Team 3

Sul fronte del mondiale costruttori, la Mercedes, con 504 punti, si è già aggiudicata il titolo; segue la Red Bull Racing, che ha totalizzato 240 punti. Terzo posto per la Racing Point (154); davanti alla  McLaren (136), Renault (135), e alla Ferrari (130). Settima l’Alpha Tauri (89), davanti all’Alfa Romeo Racing (8) e alla Haas (3).

Classifica piloti dopo il Gran Premio di Turchia 2020

1 Lewis Hamilton 307

2 Valtteri Bottas 197

3 Max Verstappen 170

4 Sergio Perez 100

5 Charles Leclerc 97

6 Daniel Ricciardo 96

7 Carlos Sainz Jr. 75

8 Lando Norris 74

9 Alexander Albon 70

10 Pierre Gasly 63

11 Lance Stroll 59

12 Esteban Ocon 40

13 Sebastian Vettel 33

14 Daniil Kvyat 26

15 Nico Hulkenberg 10

16 Kimi Raikkonen 4

17 Antonio Giovinazzi 4

18 Romain Grosjean 2

19 Kevin Magnussen 1

 

Classifica costruttori dopo il Gran Premio di Turchia 2020

1 Mercedes 504

2  Red Bull Racing 240

3 Racing Point 154

4 McLaren 149

5 Renault F1 Team 136

6 Ferrari 130

7 Alpha Tauri 89

8 Alfa Romeo 8

9 Haas F1 Team 3

 

 

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button