BusinessEconomia

Huawei, accordo con TomTom per mappe alternative a Google

L'intesa consente di usarle nello sviluppo di app per smartphone

Il piano alternativo di Huawei è in pieno sviluppo. Il colosso cinese ha siglato un accordo con TomTom per sfruttare le mappe e i servizi di navigazione della società olandese nelle applicazioni per smartphone. Come ben sappiamo, l’azienda di Shenzhen è stata inserita – a maggio – all’interno della Entity List USA per “ragioni di sicurezza nazionale”.La mossa arriva in seguito allo scontro tra Huawei e l’amministrazione Trump, che dal maggio scorso ha reso complicato per l’azienda cinese poter usare le app e i servizi di Google sui nuovi smartphone.

Il divieto impedisce di fatto alle società statunitensi di avere rapporti commerciali con Huawei. Solo nell’ultimo periodo alcune aziende stanno ricevendo le licenze speciali da parte del Dipartimento del Commercio. Tra queste, manca ancora Google che non può concedere l’utilizzo del sistema operativo Android nella sua forma più completa sugli smartphone della casa cinese. Questo comporta l’assenza di alcune applicazioni divenute ormai di utilizzo quotidiano per gli utenti, come Google Maps.

Per queste ragioni, Huawei si è immediatamente messa al lavoro per trovare soluzioni da utilizzare come alternativa ai servizi e alle app di Big-G. È in questo contesto che si inserisce l’accordo con TomTom che – secondo quanto dichiarato dal portavoce Remco Meerstra – è stato concluso già tempo fa ma che solo ora è stato reso pubblico.Le mappe digitali e i software di navigazione di TomTom andranno a supportare le applicazioni sviluppate per Huawei Mobile Services (Hms), l’ecosistema di app e servizi alternativo a quello di Google e su cui il colosso di Shenzhen ha annunciato, nei mesi scorsi, investimenti complessivi per un miliardo di dollari.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche

Close
Back to top button
Close
Close