ApprofondimentiTravel

Vi porto nei miei ricordi di Rodi

Alla scoperta della casa del Dio Apollo

Vorrei davvero descrivervi i mille mila profumi e colori di Rodi ma la verità è che non so bene da dove iniziare considerando che tutte queste sensazioni stanno ancora facendo all’ Amore con le mie Emozioni!
Se vi consiglio di visitare questa fantastica isola greca? Ma io ve lo ordino assolutamente!
Però , mi raccomando, l’ inglese ragazzi.
Qua lo parlano tutti : pure le caprette arrampicate ovunque  sulle scogliere e i gatti che troverete ,spesso, durante le vostre escursioni a Rodi!
E ahimè, io sto all’ inglese come quelli che dicono ‘ se avrei” all’italiano e ho detto tutto!
La mia tragedia , infatti, è iniziata subito: fin dai controlli all’aeroporto a Napoli dove il personale si è rivolto alla sottoscritta in lingua inglese supponendo fossi straniera!
Ma la cosa più grave di tutte accadeva la sera, nei vari Ristoranti , dove io arrivavo ovviamente affamatissima!
In Grecia hanno un menù tradotto in tutte le lingue pensate .
Ecco, appena mi siedevo a tavola,  quale mi portavano secondo voi??
Inglese ecco !
Ma allora datemi direttamente quello scritto in greco antico che faccio prima a fare la versione, scusate eh… ( #piuinglesepertutti).
( Località Prassonissi)
Lo so, vi starete chiedendo :
come mai hai scelto Rodi quale meta per le tue vacanze?
Ah , non se lo è chiesto nessuno??
Ma io ve lo dico lo stesso!
Naturalmente per svariati motivi ma quello che mi ha spinto a prenotare un volo ,con ben 3 mesi di anticipo , è stato leggere :
” Pare che Apollo, Dio del Sole ,
l’abbia scelta come casa , ecco perché a Rodi ci sono ben 300 giorni di bel tempo all’ anno!”
Capite ora??
Mi sono detta ” E come , Apollo si ed io no?? E ché , è forse più figo di me lui??”
Lo so che vi starete domandando : “Ma costa tanto andare a Rodi”??
Come dite?? Nessuno se lo domanda??
Chiariamo subito: qui tutti si spacciano per #travelbloggerdestacippalippa, per una volta che lo faccio io tenetemi il gioco e, se è il caso,  fatemi domande curiose e intelligenti alla stregua di quelle che Fabio Fazio fa nelle sue interviste dai …
(Kalithea)
Dunque cari lettori attenti, assumete un’ espressione compiaciuta ( tipo i vostri selfie con la nutella su instagram) e ascoltatemi bene: sappiate che ,se prenotate in anticipo ,Rodi non è poi così costosa!
Ho speso circa 150 euro per il volo,  poco più di 200 (a persona) per soggiornare  (compresa la colazione) e altrettanti per fittare un’ auto ( spesa divisibile con chi si viaggia).
Annotate poi che a Rodi ( ma pure a Creta era così) i parcheggi non si pagano mai,
fittare un ombrellone con 2 lettini costa 10 euro e si mangia benissimo, praticamente ovunque, pagando Il giusto!
Ecco, lo sapevo!
Ora mi sale la nostalgia !
Come dite?
Forse delle spiagge fantastiche e del mare blu/verde/azzurro strepitoso?? Naaa
Di quel venticello caldo che mi accompagnava dal mattino alla sera? Naaa
Della bellezza e imponenza di RodI Old Town?? Macché !
LA MOUSAKA .
Ragazzi  , mi manca la  MOUSAKA
Lo so che vi starete chiedendo :” E che è la MOUSAKA?
E poi:” quali sono i piatti tipici di Rodi??
E le spiagge da non perdere??”
Il primo che risponde che non se lo sta  chiedendo … lo blocco!
Dicevamo … le spiagge.
Ora non vorrei apparire troppo cruenta , considerando la mia rinomata dolcezza , ma sappiate che,
se voi rientrate in quella categoria di persone che hanno la fortuna di poter visitare luoghi bellissimi e , però , vi rinchiudete in un villaggio con annessa spiaggia (a fare il gioco aperitivo con l’animazione) ecco …
io vi manderei, per direttissima, nello stesso Girone dell’Inferno nel quale catapulterei quegli italiani che, all’ estero, mangiano la pasta e pizza !
E la vostra punizione eterna sarebbe rispondere alle domande di Marzullo sul sottofondo della Baby Dance!
Ma dico … si può??
(Veduta di Lindos)
Premesso ciò , vi ordino , qualora andaste a Rodi, di fittare uno scooter o un’ auto e girare! Scoprite più spiagge possibili e visitate ogni angolo riusciate a scovare!
Munitevi di scarpe per i ciiottoli perché molte tra le più rinomate spiagge dell’ isola sono incastonate tra gli scogli!
( Anthony Quinn Bay, )
Andate a Prassonissi dove i due mari ( Egeo e Mediterraneo) si incontrano : forse , causa vento, sarà impossibile immergervi senza essere spazzati via dai numerosi surfisti ma vale davvero  la pena perdersi in quello spettacolo suggestivo!
Fate un bagno a Lindos Bay e, al pomeriggio , visitate il Borgo dalle casette bianche e arrivate fin su all’ Acropoli dalla quale lo spettacolo è semplicemente da Sindrome di Stendhal ( magari non fate come me che avevo  scaricato la batteria del telefono ).
Mi raccomando una lunga passeggiata nella medievale Rodi Vecchia : tra vicoli, mura antiche e negozietti variopinti
.
(Aghati Beach)
E, vi prego, mangiate la cucina greca assolutamente. Assaggerete piatti deliziosi, carni gustose accompagnate con riso e patate e la feta  fresca, al forno o grigliata!
Come dite? Ancora non vi ho detto cosa è la MOUSAKA??
È semplicemente un pasticcio orgasmico a strati , con  melanzane fritte, patate, ragù di carne e besciamella aromatizzata. Una droga per me!
(Località Lindos)
Ah dimenticavo,  ballate il sirtaki se potete: io l’ ho adorato seppur sia coordinata e aggraziata che manco la De Filippi guarda !
Ma scusate… voi , intanto, perché non iniziate a fare le prove dei passi ??
SIGLA FINALE !
#ZORBA DANCE PER TUUUUUTTI!
(Ed ecco a voi la  protagonista di questo avventuroso  viaggio a Rodi – Laura Solimene)
(@barbie_o_no) profilo IG
Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close