Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

VALENTINA CELENTANO

ATTRICE DALLA VENA POETICA

Cristofaro Russo

Attrice napoletana internazionale, così le piace definirsi, per essere nata a Napoli e per aver trascorso 6 anni della sua  vita tra Londra, due anni, e Parigi, quattro anni. Nata a luglio sotto il segno del cancro ascendente sagittario, ha iniziato a studiare recitazione all’età di 19 anni, alla scuola di teatro Gregorio Rocco di Napoli, e dal giorno in cui ha messo piede sul palcoscenico, non e più riuscita a liberarsi da questa droga…e in realtà non ne ha assolutamente voglia. Scoprite qualcosa in più leggendo questa piacevole intervista…

 

Come nasce la tua passione per la recitazione ?

La mia passione è nata quando  studiavo all’ Universita’ Relazioni Internazionali , e mi rendevo conto che ciò  che studiavo non mi piaceva e volevo dare un cambio radicale alla mia vita . Come ad esempio, conoscere gente nuova  e così mi sono  iscritta  alla scuola di recitazione Gregorio Rocco di Napoli .   Subito con questa compagnia  ho avuto la possibilità di iniziare il mio percorso artistico in una commedia locale. Da quella prima esperienza  non sono più scesa dal palcoscenico.

 

 

 

 

 

 

Tre cose della tua vita a cui non rinunceresti? 

La prima cosa importante per me è Sognare , io sogno spesso anche ad occhi aperti questo fa parte dell’ artista , e ti aiuta ad evadere per staccare dalla realtà  e prendersi i propri momenti.  Perchè in qesto modo posso prendere spunti e scrivere le mie poesie , la seconda cosa a cui non posso rinunciare e viaggiare , ho vissuto  2 anni a Londra e 4 a Parigi.  Adoro imparare le lingue straniere,  vivere il posto che visito  per aprirmi  sempre a nuove esperienze . Terza  cosa per me fondamentale resta il  Mangiare . Ma sono molte le cose a cui non rinuncerei , come anche    socializzare  ,  altra cosa per me molto piacevole è  flirtare con una persona a cui sai che puoi piacere se anche dall’ altra parte si scorge un  interesse per te .

 

 

 

 

 

Una tua grande passione oltre la recitazione?

 Mi occupo delle mie piante, con le quali parlo anche…in questo momento la mia preferita è l’ibisco che ogni tanto mi fa “incavolare” perché perde i boccioli. E per farle riprendere canto loro delle canzoncine  . Mentre la rosa e le begonie mi danno tante soddisfazioni. Tra quelle che sono in casa e sul balcone ne sono circa una ventina…

 

C’è un personaggio da te interpretato a cui sei legata?

Ultimo personaggio che ho scritto  per il mio monologo “Sopravvivere con orgoglio  “,   la storia di una donna vittima di violenza . Ho preso spunto dalle tante storie vere  di cronaca . Per me è stata una grande esperienza  immedesimarmi in questa donna , con la storia che  porta dietro.  Per capire anche perchè queste donne attraggono queste storie,  e perchè non si riesce  a denunciare  subito  .  Sono storie  queste prese dalla  realtà di oggi, devo dire che mi piace molto poter  interpretare e portare in scena  personaggi e storie molto forti.

 

 

 

 

C ‘ è un riferimento nel tuo percorso artistico-professionale?

Certo, per me sono un punto di riferimento  le attrici e  gli attori vecchio stampo come  ad esempio:  Anna Magnani, Sophia Loren, Marcello mastroianni, Silvana Mangano , Catherine Deneuve. Io credo che  si sia  persa la qualita’ recitativa,  e quella dei film di oggi.  Ma sono positiva , credo che con il giusto   tempo ritroveremo  quegli standard   qualitativi.

 

 

 

Quali sono i momenti professionali che ricordi sempre con grande piacere?

Quando ho lavorato con la grande Virginia Raffaele,  nel suo programma “Facciamo Che io ero” imitava  Bianca Berlinguer nella parodia di “Carta Bianca” il programma condotto proprio dalla famosa giornalista.  Io recitavo il ruolo di una parlamentare ospite del programma,  è  stato un momento molto divertente . Lavorare con un attrice come  Virginia  ti da tanto , e ti lascia libera espressione. Poter   lavorare con i grandi artisti come lei ,  ti da una grande carica  artistica   ti invoglia  dare di  sempre di piu’ ,  e valorizzare il personaggio che interpreti . Altro momento importante per la mia carriera è stato  quando ho lavorato ad una web serie aziendale ,   a Parigi molto forte e produttiva artisticamente.   Il copione veniva scritto  all’ interno della  azienda dagli sceneggiatori la mattina e  veniva dato a noi attori  un’ ora prima delle riprese.

 

 

 

 

Come ami trascorrere il tuo tempo libero?

Nel mio tempo libero vado a correre nei parchi di Roma, adoro andare  al cinema con le mie amiche ,  mi  piace molto  camminare,  uscire la sera con  amici e raccontarsi tutto davanti ad un bell’ aperitivo.

 

 

Progetti futuri da realizzare ?

Si, uno in particolare , legato alla scrittura.   Scrivo poesie  e vorrei  finalmente trovare un editore per pubblicare lamia  raccolta dal nome “Fiori Di Lilas”  . In questo campo ho vinto anche diversi  premi , sarebbe bello centrare questo obiettivo per valorizzare ancora di più le mie poesie.

 

 

Credit photographer:  Ph Paolo Stucchi – Ph Riccardo Riande 

Share, , Google Plus, Pinterest,