AttualitàSport

60 anni di tutto il calcio minuto

La trasmissione sportiva più seguita di sempre oggi compie 60 Anni

C’era una volta un’epoca in cui le parole anticipo e posticipo non erano in alcun modo abbinate al campionato di calcio, lo spezzatino era solamente un piatto che le massaie mettevano in tavola e le partite si giocavano tutte ogni domenica pomeriggio allo stesso orario. Le pay tv con la loro offerta esclusiva in HD e le telecamere fin dentro gli spogliatoi erano una pura utopia e l’unico modo per seguire le partita ora o quello di recarsi allo stadio o sintonizzarsi in radio e farsela raccontare dalla voce rassicurante dei radiocronisti di “Tutto il calcio minuto per minuto”.

Ideata dai giornalisti Sergio Zavoli, Guglielmo Moretti e Roberto Bortoluzzi nel 1959, nel corso degli anni ha raccontato in diretta non solo la Serie A, ma anche altri importanti appuntamenti sportivi. Nella foto: Franco Bitossi, Felice Gimondi e Gianni Motta intervistati da Luigi Chierici e Sergio Zavoli in occasione del Giro d’Italia del 1966 Proprio Bortoluzzi ne diventerà il primo conduttore, mantenendo la carica fino al 1987 quando la sua eredità sarà raccolta da Massimo De Luca. Al passo cadenzato di alcune frasi divenute storiche come “Scusa Ameri, sono Ciotti” o “Clamoroso al Cibali”, la trasmissione ha accompagnato e fatto sognare i tifosi italiani, ancor prima che le telecamere approdassero sul terreno di gioco.

Il successo però non era scontato. Inizialmente, infatti, la trasmissione fu realizzata come prodotto sperimentale per la copertura radiofonica dei dei Giochi olimpici di Roma del 1960.Il grande seguito spinse per la Rai a confermare il formato. Fino alla stagione 1987-1988 il programma trasmetteva solo la radiocronaca dei secondi tempi. Da quella data in poi, invece, garantì la copertura delle partite per intero.

La radiolina, la mitica radiolina, rappresenta oggi un immagine di un qualcosa che non c’è più, di un qualcosa che è cambiato e che si è allontanato. Un qualcosa che ha forse anche sminuito quella immagine romantica di un calcio che fu, di un calcio che andava spesso immaginato trasportati dalle voci di Enrico Ameri e Sandro Ciotti che cosi meravigliosamente ti catapultavano sul campo assieme alle gesta dei calciatori. Bastava chiudere gli occhi. Il calcio è cambiato, la società è cambiata, la tecnologia è cambiata ma, la storica trasmissione è andata avanti ed oggi è rimasta l’unica ancora con quel passato che chi ha avuto la fortuna di vivere, forse rimpiange.

“Tutto il calcio minuto per minuto” compie 60 anni, un compleanno davvero storico e speciale a cui tutti, nel mondo del calcio e non, stanno portando i loro auguri ed i loro ringraziamenti. In questi lunghi 60 anni anche il nostro Empoli, il nostro piccolo Empoli, è stato raccontato e portato nelle case di milioni di italiani in mezzo ai gol di Platini e Maradona, Baggio e Ronaldo, Totti e CR7. Di seguito l’omaggio specifico che la società azzurra, attraverso l’ufficio stampa, ha voluto fare, unendo immagini a voci, dalla prima all’ultima serie A.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close