Attualità

Bollettino Covid oggi: dati Coronavirus del 23 settembre

Sono 4.061 i nuovi casi e 63 i morti. In netto calo i ricoveri (-146), giù anche le terapie intensive (-7)

(Roma) – Dati sostanzialmente stabili nel bollettino del ministero della Salute sul Coronavirus in Italia: i contagi Covid crescono di poco meno di un centinaio e tornano sopra i 4mila, mentre i morti diminuiscono leggermente. Più netto invece il calo della pressione ospedaliera: i ricoveri scendono oggi di oltre 140 unità e diminuiscono anche le terapie intensive. La situazione pandemica sembra migliorare nel nostro paese: quattro regioni tornano verdi nella mappa europea dell’Ecdc  , nessuna nuova regione sembra destinata a raggiungere la Sicilia in zona gialla la prossima settimana, con la Calabria, a rischio negli scorsi giorni, che ha una percentuale di occupazione delle terapie intensive all’8% (4 punti sotto la soglia limite), e i  dati del montaggio della Fondazione Gimbe sono confortanti. Secondo la fondazione presieduta da Nino Cartabellotta, infatti,  scendono ancora i nuovi casi (-14,9%), i ricoveri ordinari (-5,5%) e le terapie intensive (-6,9%) mentre rimangono stabili i decessi.

Dati a doppio volto invece sul fronte dei vaccini: se da un lato l’efficacia dei sieri si conferma molto elevata contro i decessi e l’ospedalizzazione e sono già oltre 12.600 le terze dosi somministrate ai ‘ soggetti fragili ‘, dall’altro si registra un netto calo di vaccinazioni. Nonostante le scorte di oltre 10 milioni di dosi, infatti, i nuovi vaccinati sono crollati del 41% nelle ultime due settimane; in particolare non si sblocca la situazione degli over 50 (fascia a rischio forme gravi e con ancora 3,7 milioni di persone che non hanno completato il ciclo) e frena la fascia 12-19, ancora più centrale dopo il ritorno a scuola in presenza.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio