Eventi

Cinque momenti che hanno fatto la storia dei Golden Globe

In vista della 78esima edizione della cerimonia che aprirà la stagione dei premi cinematografici nella notte da domenica a lunedì, torniamo ai momenti clou che hanno segnato queste serate hollywoodiane.

(Los Angeles)- Tradizionalmente apre la stagione dei premi cinematografici americani, la serata dei  Golden Globe  ha la reputazione di dare il tono a Hollywood distinguendo prima le serie ei film più importanti dell’ultimo anno. La cerimonia di solito ha la sua parte di sorprese, fallimenti, momenti forti o imbarazzanti; tante sequenze più o meno spontanee – e più o meno irrigate – che ne hanno segnato la storia da quasi 80 anni.

Per la prima volta dalla loro creazione nel 1944, i Golden Globe opteranno quest’anno per una cerimonia virtuale, presentata a cavallo tra Beverly Hills e New York; una scelta di ultima istanza per gli organizzatori, in un contesto dove la pandemia di coronavirus ha colpito duramente la California negli ultimi mesi e dove la data della cerimonia è già stata posticipata .

In vista di questo particolare quadro, i vari artisti presenti a questa 78ª edizione della cerimonia dovrebbero ricevere il premio in videoconferenza, comodamente dal proprio salotto. Una messa in scena domestica che dovrebbe risplendere con la sua sobrietà, a mille miglia dai momenti più suggestivi delle precedenti edizioni dei Golden Globe, di cui ecco una selezione.

L’omaggio di Ving Rhames a Jack Lemmon

Nel 1998, un Ving Rhames in lacrime dopo aver vinto il Golden Globe come miglior attore in un film TV per Don King ha insistito perché un altro candidato nella sua categoria si unisse a lui sul palco. Era  Jack Lemmon  , icona di Hollywood (A qualcuno piace caldo , Irma the Sweet ), in piedi applaudito dalla stanza. Supremo omaggio, Ving Rhames aveva messo nelle sue mani il Golden Globe che aveva appena ricevuto, dichiarando: ” Per me essere un artista è dare, e vorrei darvi questo, Mr. Jack Lemmon “.

” È stato uno dei momenti più belli e piacevoli della mia vita ” , ha risposto Jack Lemmon, cercando invano di restituire a Rhames il trofeo che gli apparteneva. La Hollywood Foreign Press Association (HFPA), che organizza l’evento, aveva finalmente inviato un altro Golden Globe all’elegante Ving Rhames.

55TH ANNUAL GOLDEN GLOBE AWARDS — Pictured: Golden Globe winner for best performance by an Actor In A Leading Role – Mini-Series Or Television Movie “Don King” Only in America” Ving Rhames surrenders his globe to Jack Lemmon on stage during the 55th Annual Golden Globe Awards held at the Beverly Hilton Hotel on January 18, 1998 (Photo by Fitzroy Barrett/NBC/NBCU Photo Bank via Getty Images)

 

Angelina Jolie si tuffa in una piscina

In un registro molto meno civile,  Angelina Jolie ha fatto notizia ai 57 ° Golden Globe nel 1999 in … jumping in the water. L’attrice aveva promesso prima della festa che si sarebbe tuffata nella piscina dell’hotel Beverly Hilton se fosse stata premiata.

L’inevitabile è accaduto. Premiata come ” migliore attrice in una miniserie o in un film per la televisione ” per il suo ruolo in Gia – un film biografico di Michael Cristofer dedicato alla top model americana Gia Carangi, morta di AIDS a 26 anni, nel 1986 – ha mantenuto Angelina Jolie la sua parola. Senza trattenersi neanche a sparare in acqua, con un sorriso, un giornalista eccessivamente audace che ha provato ad intervistarlo dopo la sua impresa.

 

Jeremy Renner e i ” globi ” di Jennifer Lopez

Jeremy Renner , il supereroe Occhio di Falco della saga Marvel  Avengers   , ha sparato una freccia di troppo con una sporgenza appiccicosa non controllata nel 2015 mentre consegnava una statuetta insieme a  Jennifer Lopez  . Quando l’attrice gli chiede se vuole che lei apra la busta contenente il nome della vincitrice, perché aveva ” i chiodi per “, la star di Campo Minato ha ribattuto: ” e hai anche i globi “.

Questa osservazione sul petto del collega aveva suscitato un’ondata di indignazione, molti utenti di Internet accusavano l’attore di aver molestato sessualmente il cantante in diretta televisiva. Jeremy Renner ha risposto che era ovviamente solo uno scherzo nel contesto della messa in scena della serata, e che non doveva essere preso troppo sul serio.

Il commovente coming out di Jodie Foster

Nessun comportamento oltraggioso per Jodie Foster   ma un discorso commovente quando l’attrice ha ricevuto nel 2013 un premio per tutto il suo lavoro. Tutti quella notte erano appesi alle labbra di una delle star più modeste di Hollywood, criticata da Out Magazine (la principale rivista americana per gay e lesbiche) per non aver parlato apertamente della sua sessualità.

“ Sembra che io abbia un forte bisogno di dire qualcosa che non sono mai stato in grado di dire in pubblico. Ma ci provo, eh? Forte e orgoglioso, eh? E quindi avrò bisogno del tuo sostegno ” , ha detto l’attrice con difficoltà. Ma alla fine, non uscirà davvero. ” Sono single. Se è vero. Sono single ” , ha detto con risate e applausi, prima di rendere omaggio a Cydney Bernard, che era stata la sua compagna per molti anni.

L’anno senza cerimonie dei Golden Globe

Il più grande shock nella storia dei Golden Globe non riguarda l’oscurità, l’alcol o le emozioni. Questo è semplicemente l’anno in cui la cerimonia non ha avuto luogo. Nel 2008, l’HFPA, organizzatore di queste feste, aveva deciso di annullare la presentazione ufficiale delle ricompense durante il grande sciopero del sindacato autori  , i loro compagni attori avendo fatto sapere che si erano rifiutati di attraversare i picchetti, come segno di solidarietà.

Senza brillantini e senza sollievo, i premi sono stati annunciati durante una semplice e lugubre conferenza stampa. Per quanto riguarda il movimento sociale, è finito dopo tre mesi di una lotta  serrata a Hollywood.

 

 

 

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio