Approfondimenti

La Società in Nome Collettivo (S.N.C.): aspetti essenziali e costituzione

Nozioni Giuridiche dell'Avvocato Dario Curti

Si tratta di una tipologia di ente economico di tipo, certamente, lucrativo, ove, a differenza della società a responsabilità limitata, ordinaria o semplificata essa sia, i soci rispondo per le obbligazioni sociali solidalmente ed illimitatamente e non nei limiti delle proprie quote.

Tale aspetto è talmente identificativo della società in nome collettivo (nel prosieguo indicata anche come “s.n.c.” o “società”) e caratterizzante la stessa che il legislatore, dopo aver espresso tale concetto ai sensi dell’art. 2291, comma 1, c.c., ha voluto rafforzare ulteriormente l’imperativismo di tale precetto, prevedendo, invero, che ogni “patto contrario non ha effetto nei confronti dei terzi” (art. 2291, comma 2, c.c.).

A tal proposito, si consideri che, diversamente, per le obbligazioni contratte dalla società verso i soci stessi per un titolo estraneo al contratto sociale non sussiste una responsabilità illimitata del socio nei confronti degli altri soci, dovendosi osservare che la limitazione della responsabilità, in tale specifica circostanza, degli altri soci, rispetto all’azione promossa dal socio creditore contro la s.n.c., è superabile nell’unica ipotesi in cui emerga un reale, concreto ed effettivo squilibrio tra i soci medesimi con riferimento agli obblighi di contribuzione per il pagamento dei debiti sociali che legano i medesimi (Cass. sent. n. 3022/2015).

Detto ciò possiamo rilevare che non sussiste una personalità giuridica in capo alla s.n.c., ma, nel contempo, il patrimonio della medesima è distinto da quello dei soci, quale prima garanzia per il soddisfo delle obbligazioni sociali; dunque, tale tipologia di società risulta essere un autonomo soggetto diritto rispetto ai propri soci, potendo, proprio come ente distinto dalla compagine sociale, concludere contratti e stipulare atti di ogni genere, nonché sta in giudizio, in persona del proprio rappresentante legale.Ne consegue che i creditori della società, una volta verificata l’insufficienza del patrimonio sociale per il soddisfo delle proprie ragioni creditorie e, quindi, operata una preventiva escussione del patrimonio della s.n.c., possono agire nei confronti dei singoli soci, al fine di ottenere il pagamento del credito spettante, e, questi ultimi, visto quanto sopra, ne rispondono con tutto il loro patrimonio personale.

La società in nome collettivo, inoltre, può essere soggetta anche a fallimento, trovando applicazione, in tal caso, la relativa disciplina normativa, con automatico fallimento personale dei soci.Per quanto concerne la costituzione della s.n.c., in primis, occorre che i soci siano almeno due, mentre non è previsto un limite massimo del numero degli stessi; in sede di stipula dell’annesso atto costitutivo, ossia quello che è il contratto sociale, devono essere definiti quali parametri essenziali l’oggetto sociale (in genere di natura sociale, ma anche professionale), il capitale sociale (che deve essere adeguato al tipo di attività da svolgere), i conferimenti (i quali possono essere fatti in denaro o sotto forma di beni in natura, crediti od opera propria), la ragione sociale (ossia la denominazione della società che si costituisce del cognome di uno o più soci ed, almeno, dell’iniziale del corrispondente nome, seguiti dalla forma giuridica “s.n.c.” o da altre indicazioni quali “&soci”, “e soc”, ecc…, con cui, comunque, emerga evidente ai terzi la sussistenza di una relazione sociale), la sede (intendendosi per tale quella legale ed altre secondarie), la partecipazione agli utili ed alle perdite e la durata.

A questo punto, effettuato l’atto costitutivo in osservanza ai criteri di legge, lo stesso può essere iscritto nel registro delle imprese e la s.n.c. è costituita in modo “regolare”. Diversamente, in caso di mancata iscrizione al registro delle imprese la s.n.c. risulta “irregolare”, ma, comunque, del tutto operante, sebbene soggetta ad una disciplina meno favorevole per i soci. Nel prossimo articolo approfondiremo gli ulteriori aspetti della società in nome collettivo, anche con riferimento a quelli rilevanti in sede di costituzione.

Avv. Dario Curti

 

 

 

Articoli correlati

Back to top button