ApprofondimentiImprese

Lineapelle 2020: la kermesse della pelle si conferma riferimento globale della moda e del lusso

Si è conclusa con grandi numeri la prima tornata dell'edizione 2020 della fiera più importante in tema di pelle, accessori e tessuti.

(Milano) – Lineapelle va oltre ogni previsione con un numero in crescita di visitatori. La rassegna milanese con +2% di presenze ha chiuso così l’edizione numero 98, andando oltre le previsioni e le attuali emergenze globali, rafforzando in modo concreto la propria leadership internazionale. Lineapelle ha confermato la sua importanza globale della moda e del lusso accogliendo un numero di visitatori che sfiora le 20.000 unità.

Una crescita evidenziata dagli ingressi sia degli operatori italiani sia di quelli esteri. Una straordinaria dimostrazione di vitalità e solidità, che Lineapelle ha espresso nonostante l’inevitabile assenza di espositori e buyer cinesi e dell’Estremo Oriente a causa dell’epidemia di Coronavirus. Oltre alla positività degli ingressi, gli espositori di Lineapelle segnalano l’ottimo livello di qualificazione dei visitatori, frutto anche della sinergia con i saloni della calzatura, Micam, e della pelletteria, Mipel con i quali Lineapelle ha condiviso un giorno di esposizione, mercoledì 19 febbraio.

Tra le aziende è stata espressa una fiducia e sono state lanciate le premesse per far bene nel 2020. La filiera della moda ha messo in campo infatti tutta la sua vitalità. Dimostrandosi in grado di uscire vincente. “Gli interessi ci sono stati -conferma il presidente dell’Unione nazionale industria conciaria, Gianni Russo- il 2020 è partito con presupposti ottimi. Ciò che preoccupa sono i timori sui consumi e ordinativi legato al rallentamento cinese che si possono registrare nei prossimi mesi”.

Intanto nei padiglioni di Lineapelle, è emerso una cornice migliore per il dialogo tra espositori e visitatori, a detta di molti. Ma anche la calma con cui attendere gli sviluppi del mercato.Condivisione degli obiettivi, sostenibilità sociale e ambientale, sono alla base dei processi produttivi di tutta la filiera che si è ritrovata a confrontarsi sotto il profilo commerciale e stilistico.

Per allungare lo sguardo strategicamente oltre il presente in cerca di indicazioni realistiche sul prossimo futuro. L’edizione di Lineapelle, nella tre giorni a Fieramilano Rho si è conclusa venerdì 21 febbraio, portando con sé la buona riuscita del ricco programma di eventi e attività che si sono susseguite. “La nostra intenzione è stata non solo esibire al nostro mercato cosa succede nel mondo -dichiara Fulvia Bacchi, di Lineapelle- ma anticipare anche cambiamenti e creare una rete di connessioni e un sistema operativo che ci permetta di mantenere la leadership internazionale anche nel medio e lungo periodo”.

Lineapelle è stato appuntamento imprescindibile per il lusso, design e materiali con speaker, istituti di ricerca e sviluppo, aziende di alto profilo innovativoper incontrare i futuri bisogni del mercato. Intanto il distretto conciario di Solofra ha festeggiato la vittoria dell’Istituto”Francesco Guarini” nella nona edizione del concorso ”Amici per la Pelle” dal titolo Smart Tan.

Su oltre mille studenti provenienti dai distretti conciari italiani ai ragazzi dell’Istituto comprensivo di Solofra è stato riconosciuto il primo premio con l’opera ”I Nostri Scudi”, apprezzato per il modo in cui sono stati sviluppati i temi inerenti alla pelle, tecnologia e legame con il territorio rappresentato dagli stemmi delle famiglie.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close