Arte & Cultura

Da Mozart a Beyoncé, l’Opera di Parigi mette tutta la musica e la danza sul tuo laptop

Destinata al grande pubblico, la piattaforma digitale Aria funziona grazie all'intelligenza artificiale. Sarà disponibile gratuitamente da giovedì 9 aprile su tablet e telefoni.

(Parigi)- Sapevi che Beyoncé ha ripreso il tema del Lago dei cigni come prologo alla sua clip Scusa ? O che John Williams sia stato ispirato da Wagner a comporre la musica per Star Wars ?

Questo è il tipo di informazioni che presto sarà possibile conoscere Aria, un sito mobile sviluppato dall’Opéra di Parigi. Dai passi di danza alle diverse gamme di voci, passando attraverso gli strumenti dell’orchestra, la piattaforma digitale ti permetterà di “imparare l’opera e la danza in una forma interattiva, divertente ed educativa” , spiega Martin Ajdari, vicedirettore generale dell’istituzione.

Accessibile in francese e inglese in tutto il mondo, il sito mobile sarà disponibile gratuitamente da giovedì 9 aprile su tablet e telefoni. Tuttavia, non è consigliabile utilizzarlo su un computer per sfruttare appieno la piattaforma.

In italiano, l’aria è una melodia d’opera. E in Aria troviamo l’intelligenza artificiale, per l’intelligenza artificiale. Perché questo sito mobile, immaginato poco più di due anni fa, funziona grazie a un chatbot intelligente. In breve, una sorta di interfaccia con cui l’utente può conversare. È quindi questo robot di nome Aria che guiderà l’utente attraverso la sua esperienza, secondo i suoi desideri e le sue aree di interesse.

Se quest’ultimo si concentra maggiormente sui balletti, il chatbot gli offrirà una serie di temi e contenuti relativi alla sua materia preferita. Se l’utente di Internet è nuovo alle opere, sarà anche in grado di esplorare questo universo attraverso altre discipline più familiari, come cinema, letteratura, musica elettronica o sport.

Perché l’obiettivo di Aria è soprattutto quello di aprirsi a un pubblico non convenzionale nel mondo dell’opera e del balletto, ” curioso di scoprire ma non necessariamente esperto in materia, e chi ha l’impressione che questo mondo non è a priori per lui , anche se lo affascina ”, sottolinea Martin Ajdari.

Su Aria, possiamo finalmente capire la differenza tra un soprano leggero e un soprano drammatico, scoprire l’insegnamento dei piccoli topi dell’Opera con Élisabeth Platel, direttore della Scuola di danza, o provare a riconoscere temi famosi di balletti. E una volta acquisita familiarità con l’argomento, l’utente può testare le proprie conoscenze attraverso piccoli quiz, con una bella ricompensa. Ogni risposta corretta vince i badge. Alla fine di un certo numero di badge acquisiti, l’utente di Internet può cercare di ottenere un posto di spettacolo nella programmazione dell’Opera di Parigi.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio