Attualità

Calcio in lutto: è morto Mario Corso, il “piede sinistro di Dio”

Il fenomenale mancino della Grande Inter era ricoverato in ospedale: avrebbe compito 79 anni ad agosto

(Milano)- È morto Mario Corso, uno dei protagonisti della Grande Inter di Helenio Herrera. Avrebbe compiuto 79 anni il 25 agosto. Era ricoverato da giorni in ospedale.

Lo chiamavano “il piede sinistro di Dio”, giocò con la maglia dell’Inter dal 1957 al 1973. Inventore della punizione a foglia morta, segnò il primo gol in Serie A con la maglia nerazzurra a 17 anni e 92 giorni. Disegnava il calcio con il piede sinistro, quella rete resta ancora la più “giovane” della storia interista in A. Corso, uno dei simboli della Grande Inter, con 502 partite e 94 gol nerazzurri nel curriculum.
https://www.instagram.com/p/CBpjNotBh88/?utm_source=ig_web_button_share_sheet
Massimo Moratti è commosso nel ricordo di Mario Corso: ”Era l’unico calciatore che Pelé dichiaratamente avrebbe voluto nel suo Brasile: questo per far capire ai giovani la portata della classe del mio amico”. L’ex presidente dell’Inter ha poi ricordato: ”Era il mio preferito della Grande Inter, ma anche mio padre lo adorava, e lui rimase sempre vicino alla nostra famiglia. Tecnica sopraffina, gioco in controtempo, le punizioni cosiddette `a foglia morta era un piacere vederlo giocare…”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio