Attualità

Coronavirus, in Campania ristoranti e bar chiusi alle 23

ll governatore Vincenzo De Luca ha firmato un'ordinanza, dopo l'incremento dei contagi da Covid nella sua regione.

(Napoli)- Ristoranti e bar chiusi alle 23 in Campania, con una (lieve) deroga nel weekend. Il governatore Vincenzo De Luca ha appena emanato una nuova ordinanza per limitare il contagio da Covid 19 nella sua regione. Negli ultimi giorni la Campania è tra le aree più colpite dal virus. Con l’ordinanza, poi, è stato prorogato l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto.

Folla in mattinata a Napoli lungo via Toledo strada dello shopping cittadino dove, dopo settimane di lockdown, hanno riaperto i negozi di abbigliamento, 19 maggio 2020
ANSA / CIRO FUSCO
Chiusura obbligatoria alle 23 non solo per bar, ma anche per gelaterie, pasticcerie ed attività commerciali simili dalla domenica al giovedì. Stop a mezzanotte il venerdì e il sabato. Per le attività di ristorazione, compresi pub e pizzerie, è consentito far accedere i clienti fino alle 23 per tutta la settimana compreso il weekend.Un indice RT pari a 1,19 e un aumento dei casi, 412 rilevati nella sola giornata di ieri. Questa la situazione epidemiologica della CAMPANIA come descritta nell’ordinanza numero 77 del governatore Vincenzo De Luca che impone l’obbligo di chiusura alle 23 per tutti i locali (a mezzanotte il venerdi’ e il sabato) e consente ai ristoranti, per tutto l’arco della settimana, di far accedere i clienti fino alle 23. “Sul territorio nazionale e su quello regionale – si legge nel documento pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione – continua, da diversi giorni, a registrarsi un trend in aumento della diffusivita’ dei contagi, particolarmente significativo e pericoloso, per quanto concerne il territorio della CAMPANIA, tenuto conto dell’altissima densita’ abitativa di diverse aree della regione”.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button