AttualitàCinema

Coronavirus, rimandato ancora il nuovo 007: “No time to die” slitta nel 2021

Lʼattesissimo film con Daniel Craig uscirà nelle sale il 2 aprile per la nuova impennata della pandemia

(Londra)- A marzo l’allarme coronavirus aveva portare ad annunciare lo stop all’uscita di “No Time to die”. Poi il nuovo capitolo dedicato allo 007 più celebre al mondo era stato riprogrammato al 20 novembre. Ma ancora una volta l’impennata di casi di contagio deve aver scoraggiato la produzione del franchise. Così il film della serie di James Bond con Daniel Craig ha subito l’ennesimo slittamento e la sua uscita è stata rimandata al 2 aprile 2021.

L’annuncio è stato dato sui social: “I produttori di MGM, Universal e Bond, Michael G. Wilson e Barbara Broccoli hanno annunciato che l’uscita di No Time to Die, il 25° film della serie di James Bond, sarà rimandata al 2 aprile affinché possa essere visto dal pubblico in sala. Comprendiamo che il ritardo sarà deludente per i nostri fan, ma ora non vediamo l’ora di condividere No Time to Die per il prossimo anno”. Lo spostamento creerà problemi ai cinema di tutto il mondo che contavano in questo titolo per riportare il pubblico in sala e tornare in attivo. Intanto le uniche grandi produzioni previste per i prossimi mesi sono “Black Widow” (28 ottobre), “Soul” della Pixar (20 novembre) e “Dune” (17 dicembre 2020), “Wonder Woman 1984” (14 gennaio).

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close