ApprofondimentiAttualità

Il Coronavirus ferma Playboy: stop alle pubblicazioni cartacee, sarà solo sul web

L'emergenza coronavirus ha mandato ko perfino la più famosa rivista erotica del mondo non sarà più prodotta nella sua edizione cartacea negli Stati Uniti.

(Los Angeles)- Playboy annuncia la sospensione della pubblicazione della sua edizione cartacea. Le difficoltà causate dal coronavirus sembrano aver dato il colpo di grazia alla rivista per uomini, che da anni si trovava in difficoltà finanziarie.

 

Il prossimo numero di primavera sarà quindi l’ultimo, dopo quasi 70 anni di pubblicazioni, che hanno visto il loro picco negli anni ’70 del secolo scorso, quando ogni nuovo numero di Playboy vendeva milioni di copie in tutto il mondo.

«La scorsa settimana, quando i disagi causati dal coronavirus nella produzione di contenuti e nella catena dei fornitori sono diventati sempre più evidenti, siamo stati costretti ad accelerare un discorso fatto internamente», spiega la rivista sul proprio blog.

«Abbiamo deciso che il nostro numero di Primavera 2020, che sarà nelle edicole Usa e disponibile online questa settimana, sarà la nostra ultima pubblicazione cartacea negli Usa per quest’anno», si legge nel post. Tuttavia, le edizioni online di Playboy, così come alcune edizioni internazionali, proseguiranno regolarmente.

«Nel corso degli ultimi 66 anni siamo diventati più di una semplice rivista. E a volte bisogna lasciare andare il passato per fare spazio al futuro», si legge ancora nel post. Del resto, la morte del fondatore Hugh Hefner nel 2017 all’età di 91 anni, segnò la fine di un’epoca per Playboy, già fiaccata da un costante calo delle vendite.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close