Attualità

Il maltempo flagella l’Italia: pioggia, vento e neve

A Venezia lʼacqua alta potrebbe, lunedì, raggiungere i 105 centimetri. Paura a Sarno dove, a causa di alcuni smottamenti, alcune zone sono state evacuate

(Roma)- Il maltempo, che da giorni imperversa sull’Italia, ha continuato per gran parte della giornata di domenica a flagellare la Penisola con raffiche di vento, pioggia intensa, trombe d’aria, neve sui rilievi, colpendo in particolare il Centro-Sud. A Venezia la marea si presenta sostenuta, con punte massime che lunedì sera potrebbero raggiungere i 105 centimetri. Paura a Sarno, dove, dopo una serie di smottamenti, sono state evacuate alcune zone.

Se a Napoli lunedì le scuole apriranno, rimarranno invece chiuse a Baronissi (Salerno) e a Bacoli (Napoli). L’agro nocerino sarnese è infatti sott’acqua: diversi i danni per alcune aziende agricole che risultano tuttora allagate. Il maltempo ha sradicato piante, divelto serre, allagato produzioni in pieno campo.Paura a Sarno L’evacuazione per alcune famiglie di Sarno è scattata in seguito agli smottamenti avvenuti nel pomeriggio di domenica che hanno portato a valle fango e detriti. Centinaia le persone che hanno lasciato, a scopo precauzionale, le proprie abitazioni. Il sindaco Giuseppe Canfora ha subito messo in moto la macchina dei soccorsi, coordinata dal Centro Operativo Comunale e che vede in campo forze dell’ordine, protezione civile e polizia locale. L’allarme è scattato intorno alle 17 in seguito alle abbondanti precipitazioni cadute sulla provincia di Salerno. A Sarno, comune che nel 1998 fu colpito da una tragica frana, la pioggia ha provocato smottamenti che sono venuti a valle dalla collina recentemente colpita da un vasto incendio.

Le previsioni per le prossime oreLa Protezione civile ha fatto sapere che a partire dalla serata di domenica sono possibili precipitazioni diffuse, anche molto intense e accompagnate da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento, su Emilia-Romagna e Veneto. Attesi anche venti di burrasca su Abruzzo, Molise, Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna. Dalle prime ore di lunedì le piogge interesseranno invece Sardegna, Lazio meridionale, Campania, Basilicata e Calabria.
Primi fiocchi di neveIn alcune località sono anche comparsi i primi fiocchi bianchi: neve e temperature vicine allo zero sul Monte Bove e sull’alta Valle di Bove (Macerata). Neve fuori stagione anche in Maremma, sul Monte Amiata dove domenica mattina un manto di circa 15 centimetri ha ricopre la vetta. Freddo in Umbria con la prima neve sul monte Vettore.

a
Piogge intense sul Centro ItaliaA Roma la pioggia intensa ha causato allagamenti di vie, voragini, strade chiuse, caditoie e tombini otturati e la Protezione civile regionale prevede precipitazioni per le prossime 18-24 ore; piogge intense anche in Toscana; prorogata l’allerta meteo in Campania anche per lunedì.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio