Attualità

Pechino 2022, accesa la fiamma olimpica

Allo Stadio Nazionale si è svolta la Cerimonia inaugurale con la sfilata delle 91 delegazioni, il giuramento degli atleti e l'accensione del braciere

(Pechino)-Con l’accensione del braciere olimpico sono stati ufficialmente aperti i XXIV Giochi olimpici invernali di Pechino 2022. La cerimonia di apertura si è svolta allo Stadio Nazionale (noto come Nido d’uccello), dove hanno sfilato le 91 delegazioni (tra cui quella azzurra guidata dalla portabandiera Michela Moioli). Presenti il presidente cinese Xi Jinping e quello russo Putin. Innovativa la scelta degli ultimi due tedofori: Dinigeer Yilamujiang, fondista uigura, e Zhao Jiawen, specialista della combinata nordica (entrambi nati dopo il 2000).

Acceso il braciere olimpico che simboleggia l’inizio ufficiale delle Olimpiadi. Fuochi d’artificio sopra lo stadio. Da segnalare le scelta controcorrente della Cina che come ultimo tedoforo non ha scelto un atleta di livello internazionale ma due giovani atleti nati negli anni 2000, tra cui la fondista uigura Diniger Ylamuijang.

 

Entra allo stadio la fiaccola olimpica: gli ultimi tedofori (sei atleti cinesi nati ognuno in una decade dal 1950 a oggi) percorrono i metri finali prima dell’accensione del braciere olimpico. Dopo che un gruppo di bambini cinesi ha intonato l’inno olimpico in lingua greca, un gruppo di rappresentanti degli atleti ha effettuato il giuramento olimpico con la mano sulla bandiera a cinque cerchi . Il primo commento di Michela Moioli dopo la sfilata come portabandiera: “Sono onorata di averlo fatto per me e per tutti gli italiani e anche per il movimento dello snowboard. È stata una cosa unica che mi ha dato una grande carica. Mando un grande abbraccio a Sofia Goggia, che son certa che arriverà qui e darà il meglio come tutti noi”, ha aggiunto.

 

“La cerimonia d’apertura è sempre un’emozione indescrivibile, unica e ogni volta che la vedi, dal vivo o in televisione, come è toccato a me, capisci perché le Olimpiadi sono l’unico spettacolo al mondo globalizzante. Sono a poche centinaia di metri dallo stadio, da solo in una stanza d’albergo per il Covid, e mai mi sarei immaginato di poter vivere un’esperienza simile”: cosi’ il presidente del Coni, Giovanni Malagò, costretto ad assistere alla cerimonia di apertura dal Covid hotel di Pechino dove è in isolamento. Viene, da sei atleti cinesi, portata al centro del campo la bandiera olimpica,

Il presidente cinese Xi Jinping ha dichiarato aperti i Giochi olimpici invernali ,  il Presidente del CIO Bach ha elogiato la Cina per il suo impegno nell’evolversi a livello di sport invernali e per permettere a tutte le discipline dei Giochi della Neve e del Ghiaccio di alzare il proprio livello complessivo. Bach poi, citando John Lennon, ha detto che è possibile vivere in pace e che proprio alla pace bisogna dare una chance.

Iniziano i discorsi ufficiali: il primo a prendere la parola è il presidente del Comitato Organizzatore Locale, Cai Qi . La delegazione cinese, Paese ospitante, chiude la sfilata delle Nazioni .  E’ il momento dell’Italia: la delegazione azzurra, con tutti i componenti avvolti in un mantello Tricolore, sfila guidata dalla portabandiera Michela Moioli. Nonostante il gelo di Pechino ha sfilato a torso nudo Nathan Crumpton, atleta dello skeleton e unico rappresentante delle Samoa americane ai Giochi invernali, prendendo così idealmente il testimone dall’atleta di Tonga, Pita Nikolas Taufatofua, diventato celebre ai Giochi di Rio per aver sfilato esponendo il fisico muscoloso coperto di olio in un’esibizione ripetuta due anni dopo ai giochi invernali di PyeongChang 2018.

La delegazione statunitense è la più numerosa. E anche gli Usa, come l’Italia, ha dovuto cambaire in extremis il portabandiera. La bobbista Elana Meyers Taylor, infatti, ha dovuto cedere il suo posto alla pattinatrice di velocità Brittany Bowe, che condivide l’onore di portabandiera con la star del curling John Shuster. Meyers Taylor è in isolamento dopo un test positivo.  “Sono super emozionata e super felice”. Così in una storia sul proprio account Instagram, Michela Moioli, portabandiera azzurra ai Giochi di Pechino, pochi minuti prima di fare il suo ingresso allo stadio.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button