Attualità

Scuola, approvato documento ISS. Boccia: “Garantiamo sicurezza e omogeneità nel Paese”

"Mettere in sicurezza non è mai una perdita di tempo. Se il nostro Paese è oggi uno dei più sicuri al mondo dal punto di vista sanitario è perché abbiamo lavorato tutti assieme e con la massima collaborazione. L'approvazione unanime dimostra il buon lavoro di tutti, ma il Covid non si sconfigge per decreto"

(Roma)- “Oggi l’Italia ha un documento unitario sulla gestione dei casi Covid”. Lo ha detto il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, dopo il via libera in Conferenza Unificata sul documento con le ”Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di Sars-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”. Boccia, che ha preso parte alla Conferenza in collegamento da Taranto, ha annunciato “l’approvazione” del documento e ha spiegato che sono stati condivisi “suggerimenti” delle autonomie locali integrando il testo. Prudenza resta stella Polare “Mettere in sicurezza non è mai una perdita di tempo. Se il nostro Paese è oggi uno dei più sicuri al mondo dal punto di vista sanitario è perché abbiamo lavorato tutti assieme e con la massima collaborazione. L’approvazione unanime dimostra il buon lavoro di tutti, ma il Covid non si sconfigge per decreto.

The indication of ‘ Social distancing’ , to avoid the danger of spreading contagion from Covid-19, disregarded by the crowd of people busy giving their shopping in the street
La situazione evolve ogni settimana, quello che stiamo facendo oggi lo facciamo sulla base dell’evoluzione degli ultimi due mesi, la prudenza resta la nostra stella polare”. Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, a Taranto, dopo la Conferenza Unificata che ha dato il via libera al documento Iss-ministeri Salute e Istruzione-Inail sulla ripresa della scuola. “L’Italia non può non far tesoro delle difficoltà che gli altri Paesi stanno vivendo, per questo bisogna tenere insieme rigore, prudenza e certezza”, ha proseguito il ministro, che ha ammonito: “Chi non rispetta le regole danneggia il prossimo, ognuno si deve assumere le sue responsabilità”. Chi non rispetta regole danneggia il Paese “E’ evidente che oggi chiunque nel paese rispetta le regole dà un contributo, chi non le rispetta danneggia il Paese. Pensiamo che ognuno debba assumersi la responsabilità di quanto sta facendo nel paese”. Lo dice il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia al termine della conferenza unificata, in conferenza stampa da Taranto. Il Covid non si sconfigge per decreto ma per comportamenti “Oggi questo è un risultato di tutti.

E’ chiaro che il Covid non si sconfigge per decreto ma per comportamenti. I tanti documenti unitari adottati nei mesi ci hanno aiutato a governare meglio le fasi dell’emergenza. La situazione evolve ogni settimana”, ha detto il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia al termine della conferenza unificata, in conferenza stampa da Taranto. Nostro Paese uno dei più sicuri al mondo “Se il nostro paese è passato nel mondo a essere considerato uno dei paesi più sicuri al mondo, oggi lo siamo davvero dal punto di vista sanitario è perché abbiamo lavorato insieme”. Lo dice il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia al termine della conferenza unificata, in conferenza stampa da Taranto.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button