Cinema

Charlize Theron rilancia l’idea di un Die Hard al femminile

Lo scorso dicembre, su Twitter, Charlize Theron aveva appoggiato l’idea di chi, in un cinguettio, scriveva “Le commedie romantiche lesbiche di Natale sono belle e tutto, ma quello che voglio DAVVERO è un Die Hard in cui Charlize Theron si scatena per salvare sua moglie”.

(Los Angeles)- Sicuramente versatile nei ruoli più disparati, Chalize Theron è stata anche recentemente protagonista di film come “Mad Max: Fury Road”, “Atomic Blonde” e “The Old Guard”, diventando così una delle star femminili del genere action del cinema hollywoodiano. E per il futuro Charlize sarebbe fortemente interessata a una versione lesbo di “Die Hard”. Tutto è nato mesi fa da un suo commento entusiasta su Twitter a una proposta ironica. E in un’intervista a Variety, l’attrice sudafricana ha detto senza mezzi termini che non scherzava affatto, ribadendo che sarebbe ben disposta a recitare in quel potenziale film.

Commentando l’arrivo sugli schermi della commedia natalizia “Happiest Season”, un utente aveva lanciato l’originale idea: “Le commedie romantiche lesbiche di Natale sono fantastiche, ma quello che voglio realmente è un Die Hard in cui Charlize Theron dà spazio alla sua furia pur di salvare sua moglie”. Charlize Theron aveva retwittato, commentando semplicemente: “Dove firmo?”.

Così, intervistata dal magazine americano, l’attrice è tornata su quella sua risposta social: “Sì, penso sia un’idea grandiosa. Ed è per questo motivo che ho risposto su Twitter. Perché ho pensato che fosse semplicemente brillante. Ho pensato ‘Questa persona deve iniziare a proporre il progetto. Si tratta di un’idea grandiosa’. E il fatto che al centro ci sarebbero due donne mi ha immediatamente conquistata”.

 

Charlize si è avvicinata al genere action con il film “The Italian Job”, sebbene sia stata costretta a mettersi alla prova con un gruppo di soli attori maschi. “Ho capito che c’erano ancora così tante idee sbagliate sulle donne e sul genere”, aveva rivelato durante il Comic-Con 2020, raccontando che nella pre-produzione, l’allenamento diversificato (e più duro) che aveva dovuto seguire rispetto agli attori era stato per lei molto offensivo.

Indipendente e mamma single, dalla bellezza eterea e statuaria, affascinante sui red carpet e talentuosa sul grande schermo. Charlize Theron festeggia 45 anni il 7 agosto. Con una carriera costellata di successi si è affrancata negli anni dalla figura della biondina stereotipata sbarcata a Hollywood. Nata in Sudafrica, ha avuto un’infanzia difficile (ha assistito all’omicidio del padre, violento e alcolizzato, per mano della madre che si stava difendendo da un’aggressione) e si è fatta conoscere nel mondo grazie allo spot sexy e immortale della Martini. Il successo nella Mecca del cinema prende il via con “L’avvocato del diavolo” e non si fermerà. Riceve l’Oscar come miglior attrice protagonista nel 2004 grazie a “Monster” (e conquista poi altre due candidature) e alterna ruoli drammatici (“The Burning Plan”, “Nella Valle di Elah”, “Le regole della casa del sidro”, “La moglie dell’astronauta”) a film di azione e fantascienza (“The italian job”, “Mad Max: Fury Road” “Fast and Furious 8” e “Aeon Flux”), cimentandosi anche con la commedia (“La maledizione dello scorpione di giada”, “Young Adult” e “Non succede ma se succede…”).

Nel corso di una recente intervista concessa a Vanity Fair, Charlize Theron è tornata a parlare dell’incredibile successo ottenuto da The Old Guard, il cinecomic prodotto e distribuito da Netflix la scorsa estate facendo il boom di visualizzazioni tra i suoi abbonati. Secondo l’attrice il film ha avuto la fortuna di uscire nell’anno giusto.

Theron ha infatti spiegato: “In qualche modo era destinato al 2020. Ed era destinato a finire sulle TV della gente. Alla fine è per questo che penso abbia ottenuto tanto successo. Tematicamente parla di cose che la gente era ormai abituata a sentire. Quindi parte di me pensava: ‘Che succede se non arriva sul grande schermo?’, non sono arrabbiata per il fatto che probabilmente più gente abbia visto The Old Guard di ogni altro film che ho fatto, al di fuori di Fast & Furious, al cinema“.

 

Articoli correlati

Back to top button