Cinema

Harry Styles, protagonista assoluto della Mostra del Cinema di Venezia

Il cantante pop inglese, ha entusiasmato i frequentatori del festival della città dei Dogi durante la presentazione del film Don't Worry Darling

(Venezia)-Divertirsi e “ non pensare al futuro ”: la mega pop star  Harry Styles   ha fatto girare la testa lunedì 5 settembre a Venezia, per la presentazione di uno dei film-evento della Mostra, Don’t Worry Darling , thriller distopico nell’America degli anni ’50. “ Harry! Harry! Harry! hanno gridato decine di fan, quando l’ex membro della boy band One Direction, 28 anni, in abito blu scuro impreziosito da una maglietta con colletto a torta XXL, e la sua compagna, la regista Olivia Wilde, in abito giallo canarino, hanno calcato il rosso tappeto.

Molte ragazze adolescenti erano presenti fin dal mattino per non perdere il loro idolo, sbarcato a Venezia con un taxi acqueo, prima di partecipare alla conferenza stampa del film.Harry Styles, il cantante più ascoltato al mondo, è stato probabilmente il protagonista più atteso di questa Mostra, con Timothée Chalamet, venuto a presentare un film venerdì, e Ana de Armas, sulla locandina Wednesday di Blonde , l’attesissimo film biografico su Marilyn Monroe.

Presentato fuori concorso, Don’t Worry Darling è una sorta di Truman Show , attualizzato e influenzato dal cinema di M. Night Shyamalan o Black Mirror , una serie da incubo sul futuro e la tecnologia.

Florence Pugh ( Le figlie del dottor March , Black Widow ) interpreta Alice, una giovane donna benestante a tutti gli effetti che vive a Victory, una piccola città modello costruita in mezzo al deserto da un misterioso uomo d’affari, interpretato da Chris Pine. Come tutti i suoi vicini, Alice ha una vita regolata come un giornale musicale e, a priori, tutto per essere felice al fianco di Jack (Harry Styles), il suo compagno, che parte ogni mattina per un lavoro di cui non sa nulla.

In cambio di questo benessere materiale, la Vittoria ha una sola regola: i suoi abitanti non devono mai uscire dai confini della città. Un tabù che Alice non tarderà a rompere, a proprio rischio e pericolo…

” Tutto è una metafora, il paradosso di Victory è che tutto ciò che è bello è anche sinistro “, ha spiegato Olivia Wilde, attrice di cui è la seconda realizzazione.

Questo spettacolo ” è come un cavallo di Troia ” che dovrebbe far riflettere gli spettatori, ha aggiunto il regista, che ha voluto affrontare la questione del potere e dei suoi abusi, i rapporti del dominio maschile sulle donne o le conseguenze del benessere reciproco sulla vita. di altri…

Il suo attore e compagno Harry Styles non è del tutto nuovo al cinema, e in particolare aveva interpretato uno dei ruoli di un soldato in Dunkerque di Christopher Nolan (2017). Ma colui che presto avrà il ruolo di protagonista ne Il mio poliziotto su Amazon Prime Video, ha sicuramente intenzione di salire di livello con questo ambizioso progetto presentato a Venezia. ” Non voglio pensare troppo al futuro“, ha detto, interrogato sulla possibilità di unire musica e cinema. ” Fare musica è molto personale “, mentre nei film ” fai finta di interpretare qualcun altro, ed è questo che è divertente “, ha detto.

Florence Pugh, non ha preso parte alla conferenza stampa del film, la cui produzione è stata circondata da molte voci e polemiche: il primo ruolo maschile era stato in particolare attribuito a Shia LaBeouf prima di cadere in Harry Styles. Il britannico, invece, ha sfilato sul red carpet in serata, indossando un abito nero trasparente con paillettes e maniche a sbuffo. “ Quando si tratta di pettegolezzi infiniti da tabloid e di tutto il rumore che ci circonda, Internet si autoalimenta“, aveva precedentemente evacuato il direttore. ” Non ho bisogno di contribuire a questo .”

 

 

Articoli correlati

Back to top button