Cinema

Michele Placido dirigerà un film su Pirandello

Michele Placido e Matteo Collura a lavoro su un film su Luigi Pirandello. Il progetto, ancora segretissimo, parte dal libro “Il gioco delle parti - Vita straordinaria di Luigi Pirandello”

(Roma)- Michele Placido e Matteo Collura sono al lavoro sulla sceneggiatura su un film su Luigi Pirandello. Dalle prime dichiarazioni rilasciate, sembra che i due stiano mettendo a punto la drammaturgia cinematografica, cercando di adattare il testo letterario originale alle nuove esigenze del grande schermo. Ottimisticamente, ha detto Placido, il lavoro di scrittura durerà almeno sei mesi.

Un film sulla vita di Luigi Pirandello a quasi 90 anni dalla scomparsa del celebre scrittore è un modo per mostrare al pubblico un volto inedito dell’artista premio Nobel. L’intenzione è quella di portare in scena una versione inedita del celebre drammaturgo.

L’idea del progetto è nata partendo da “Il gioco delle parti – Vita straordinaria di Luigi Pirandello” di Matteo Collura; partendo proprio dalla Sicilia, terra natale dello scrittore, si inizia un viaggio alla scoperta del personaggio. Al momento l’opera procede verso una direzione prestabilita ma, secondo i due sceneggiatori, quando si parla di un artista del genere non si possono fare programmi, pianificare o schematizzare ma si deve in qualche modo “seguire la corrente”.

Il film sarà prodotto dalla Goldenart Production con cui Michele Placido ha già lavorato per “La scelta”, insieme ad Ambra Angiolini e Raoul Bova; “7 minuti” insieme a Cristiana Capotondi e “L’ombra di Caravaggio” con Riccardo Scamarcio e Isabelle Huppert.

Al momento non ci sono ulteriori indiscrezioni riguardo al film, anche perché sia Michele Placido che Matteo Collura sembra abbiano intenzione di mantenere un po’ di mistero attorno al progetto nel tentativo di sorprendere lo spettatore, in pieno stile pirandelliano.

L’idea alla base del progetto è portare sul grande schermo un qualcosa in grado di spiazzare e di sorprendere le persone in sala; lo stupore sarà parte integrante del film così come è già parte di “Il gioco delle parti – Vita straordinaria di Luigi Pirandello”.

Per questo, come già detto, i due autori stanno lavorando alacremente sulla sceneggiatura in modo da riuscire a regalare al pubblico un prodotto che sia capace di rinnovare la curiosità di chi si avvicina (o si riavvicina) a Luigi Pirandello e alla sua arte, così imprevedibile e così mutevole.

Tutto ciò che sappiamo al momento è la volontà dei produttori e degli sceneggiatori di portare in scena uno spettacolo unico e non qualcosa di già visto. Per questo non ci sono ancora informazioni riguardo l’inizio delle riprese, sul cast e men che meno su una eventuale data di uscita.

A quasi 90 anni dalla morte di Pirandello avvenuta a Roma il 10 dicembre 1936, sono ancora molti i tributi che il nostro panorama letterario paga a questo straordinario scrittore.

A prescindere dai riconoscimenti ottenuti in vita, come il Premio Nobel per la Letteratura del 1934, non si può non tenere in considerazione la straordinaria produzione poetica e drammaturgica divisa tra giornalismo, racconti brevi, novelle e moltissimi drammi.

Insomma stiamo parlando di una infinita fonte di ispirazione a cui è possibile attingere ancora e ancora, proprio come dimostra l’opera di Michele Placido e Matteo Collura.

Probabilmente Luigi Pirandello è stato tra gli autori più influenti del nostro tempo e ha lasciato ai posteri una “collezione” di opere talmente nutrita che diventa complesso se non impossibile cercare di condensare il tutto in un classico biopic, cosa che ovviamente si vuole evitare a tutti i costi.

Vedremo cosa verrà alla luce dal minuzioso lavoro di esplorazione e ricerca attorno alla figura di Pirandello, nella speranza che la “devozione” e l’intelligenza di Placido e Collura, abbiano la meglio sulle dinamiche del mercato cinematografico.

 

 

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio