Eventi

Reggio Calabria all’Accademia Art Gallery mani di cuochi che si incontrano

Cena a 4Mani di  cuochi  che si  incontrano Luca Pappagallo e Filippo Cogliandro

Scoprire nuove destinazioni di viaggio percorrendone le emozioni del colore e i sentieri dei sapori

di Luca Pappagallo e Filippo Cogliandro.

REGGIO CALABRIA – E’ stato lo Chef Cogliandro ad ospitare l’evento presso la sua Accademia Gourmet, chiusa la Mostra Monteforte – Staccioli, che ha riscosso grande successo, Luca Pappagallo presenta il suo nuovo libro presso L’A Gourmet L’Accademia di Chef Filippo Cogliandro.

Una nuova iniziativa culturale, tra le tante che chef Cogliandro pensa e realizza per il suo territorio, riguarda la presentazione del nuovo volume del famoso cuoco (o ‘cuciniere curioso’, come lui ama definirsi) Luca Pappagallo, ormai diventato una vera e propria star del web e della tv, è stato quindi a Reggio il 17 giugno con la sua ultima fatica “Tutti i Sapori di Casa Pappagallo – ricette golose e sorprendenti per la gioia degli occhi e del palato”.

Il progetto

Si tratta di una iniziativa che rientra nell’ambito del progetto “L’Accademia Art Gallery”, curato dal direttore artistico Elmar Elisabetta Marcianò, che mira alla promozione dell’arte in tutte le sue forme, a partire da quella pittorica sino ad arrivare alla culinaria. E difatti, L’Accademia Gourmet, da oltre due anni, è anche galleria d’arte, ospitando numerose e prestigiose mostre, ed è raffinata cornice di innumerevoli iniziative, come per esempio la prima, quella che ha dato il via, in grande stile, a questo bel progetto culturale nel 2020: la Cena Dalì, prima cena d’arte – spettacolo, format ideato da Elmar Elisabetta Marcianò.

L’appuntamento

Tanti eventi d’alto spessore, come anche Levitas, che valorizza il patrimonio architettonico del territorio metropolitano, che hanno avuto notevole risalto a Reggio e non solo anche grazie al sapiente lavoro della
Event manager Patrizia Sorrentino. E si è conclusa da pochi giorni la mostra di Domenico Monteforte e Paolo Staccioli curata dal noto critico Giammarco Puntelli con la presentazione del libro L’Arte in Cucina – edizioni Giorgio Mondadori. Luca Pappagallo, dunque, sabato 17, è stato presente all’Accademia per presentare il suo libro attraverso un piacevole dialogo con Marina Neri, poetessa e scrittrice, che ha aiutato la platea a conoscere meglio Pappagallo e la sua cucina, grazie alla quale ha dato vita ad un vero e proprio fenomeno social, essendo tra i primi a creare un sito dedicato all’arte culinaria. Ovviamente non è mancata la cena, realizzata a quattro mani, da Chef Filippo Cogliandro e da Luca Pappagallo, che hanno unito le loro arti per regalare emozioni culinarie live “per la gioia degli occhi e del palato”.

La Cena a 4 Mani.

Mani che si incontrano, mani di cuochi che lavorano ed esprimono la loro arte attraverso il cibo e la loro fantasia,  mani che si stringono in un emblematico abbraccio, uomini che amano la loro terra, il vino, l’arte, il cibo e la creatività nel comporlo, Luca Pappagallo e Filippo Cogliandro, una cena a 4 mani per una sera sotto le stelle all’Accademia Art Gallery dove le mani di Luca e i sapori e i colori della Toscana  si sposano con il mondo dall’arte e della fantasia di Filippo, un viaggio in una terra bellissima, Reggio Calabria, dove i sogni si intersecano con quelli che amano viaggiare tra i sapori, in tutto il mondo.

Probabilmente la domanda che ci potremmo fare, se “è possibile fissare nella memoria una cena sorprendente” è sicuramente possibile, scoprendola con Luca e Filippo, formidabili attori di un concerto che fissa la memoria della cena nei sapori, profumi, colori, piatti in cui è stata consumata la cena, sia per incontrare un modo diverso di arte, ricordare appunto un pasto che non va dimenticato, sia per scoprire l’esperienza della convivialità che a tavola diviene un atto creativo, sia per scoprire l’Arte, di cucinare.

C’è poesia e  cuore  in  questo  mondo,  caro  ad  entrambi,  lontano dalla nouvelle cuisine, una cucina semplice, immediata, diciamo genuina, fatta di ricordi di casa,  ‘Casa Pappagallo’ parla con la cucina di Filippo, dove i profumi e i sapori si ritrovano nel senso più organico del termine,   in cucina. Lì avviene l’essenziale. Che ha a che fare più con le uova e la farina che con le parole, perché nella memoria dei nipoti restino scolpiti i ricordi olfattivi, i gusti e tutto ciò che ha a che fare con i sensi. Saranno questi ultimi a creare l’ineffabile nostalgia  per qualcosa che si cercherà di ritrovare a tavola per tutta la vita.

Anche perché il progetto di abbinare due creatività maschili, condotto mirabilmente da Marina Neri, ha pure qualcosa di romantico, visto che trasforma i commensali in inconsapevoli food performers, due cuochi, due artisti insieme per stupire, affascinare,  coinvolgere, sedurre sia per tecnica e arte, che per gusto e qualità della materia prima, per una serata esclusiva all’Accademia Art Gallery.

Un grazie di cuore a Marina Neri per i suoi commenti “a caldo”

“Ed io fra di voi…” una canzone di Charles Aznavour che ieri sera  passeggiava nella mia mente.

Come poteva accadere che una profana come me potesse intercettare le correnti biunivoche che passavano da Filippo a Luca osmoticamente?  Captavo i segnali della Passione quando marchia il vivere ed il lavoro di un uomo, percepivo il passaggio dall’uno all’altro dei codici dell’ empatia.

Ero lì nel momento esatto in cui tutto ciò che era cifra da decodificare si trasformava in abbraccio reale alle tantissime persone presenti. Senza risparmio, senza orpelli retorici, senza infingimenti, come quel cibo buono e sano che nutre il corpo e gratifica la mente.

Filippo che ” interpreta” le ricette di Luca e lo fa utilizzando ingredienti a km zero, figli della Calabria, la nostra terra che diventa generosa quando ci sono, come in questo caso, quattro mani che la trattano con rispetto e amore. Luca che si dona, ” portatore sano di semplicità”, attraverso ricette che profumano di affetti familiari, di memoria, di tributo alla tradizione quale autentico tesoro da preservare.

” Ed io fra di voi” a rammentare a me stessa che, finché lo sguardo che ho visto ieri sera passare dall’ uno all’altro, è attraversato dal Sogno, dalla semplicità dei gusti e dei gesti, dalla ostinata forza delle scelte,  il mondo può sperare ancora  nel suo Domani.

 

L’ACCADEMIA ART GALLERY

Reggio Calabria

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio