Gossip

Bianca, la Balti: “No alle relazioni tossiche, sì alla cellulite”

La modella paladina della Body Positivity lancia consigli e pensieri alle fan

(Milano)-Bianca Balti, dopo sfilate e shooting, foto intriganti e passerelle ad alto tasso erotico, sui social regala pillole di saggezza. Nella sua “rubrica” con i follower chiamata “A letto con Bianca” sprona le donne a liberarsi dalle relazioni tossiche, a chiedere scusa se le critiche sono sensate, a non punirsi per gli errori e a piacersi sempre. Anche con la cellulite. E confida: “Nelle foto non mi piaccio mai”.

 

Pubblica alcuni scatti fatti tempo fa dalla figlia 14enne Matilda e scrive: “Nelle foto non mi piaccio mai. “Ma dai, Matilde, ma non vedi che la luce è brutta?” Sembro vecchia, si vede la cellulite, non va la posa. Ce n’è sempre una. E poi, tempo dopo, mi riguardo e penso: “Caspita come stavo bene qui… Peccato oggi.” La modella abbatte gli stereotipi dei canoni di bellezza finti e pensa solo al benessere psicofisico. E alle sue figlie dedica questo pensiero: “Mi auguro che le mie battaglie non le abbia combattute invano. Che vi liberino della responsabilità di rendere felici gli altri a discapito del vostro benessere”.

Bianca Balti, dopo sfilate e shooting, foto intriganti e passerelle ad alto tasso erotico, sui social regala pillole di saggezza. Nella sua “rubrica” con i follower chiamata “A letto con Bianca” sprona le donne a liberarsi dalle relazioni tossiche, a chiedere scusa se le critiche sono sensate, a non punirsi per gli errori e a piacersi sempre. Anche con la cellulite. E confida: “Nelle foto non mi piaccio mai”.

 

Bianca Balti, dopo sfilate e shooting, foto intriganti e passerelle ad alto tasso erotico, sui social regala pillole di saggezza. Nella sua “rubrica” con i follower chiamata “A letto con Bianca” sprona le donne a liberarsi dalle relazioni tossiche, a chiedere scusa se le critiche sono sensate, a non punirsi per gli errori e a piacersi sempre. Anche con la cellulite. E confida: “Nelle foto non mi piaccio mai”.

Pubblica alcuni scatti fatti tempo fa dalla figlia 14enne Matilda e scrive: “Nelle foto non mi piaccio mai. “Ma dai, Matilde, ma non vedi che la luce è brutta?” Sembro vecchia, si vede la cellulite, non va la posa. Ce n’è sempre una. E poi, tempo dopo, mi riguardo e penso: “Caspita come stavo bene qui… Peccato oggi.” La modella abbatte gli stereotipi dei canoni di bellezza finti e pensa solo al benessere psicofisico. E alle sue figlie dedica questo pensiero: “Mi auguro che le mie battaglie non le abbia combattute invano. Che vi liberino della responsabilità di rendere felici gli altri a discapito del vostro benessere”.E ancora: “Non lasciarti ferire da persone la cui vita non vorresti. Ricorda quanto hai lottato per non essere loro”. E poi sfida i follower: “Facciamo un gioco? Scrivete nei commenti dove vivete. E poi – se vi va – scrivete a chi abita vicino a voi. Non con l’ambizione di diventare migliori amiche. Ma per esserci l’una per l’altra. Perché quando ci uniamo siamo più forti. Insieme diventiamo più coraggiose anche da sole. Cercate le similitudini ed ignorate le differenze”.

Articoli correlati

Back to top button