Musica

Arriva il primo album da solista di Manuel Agnelli

Esce l'album da solista Ama il prossimo tuo come te stesso

(Milano)-Il 30 settembre esce “Ama il prossimo tuo come te stesso”, il primo disco da solista del fondatore e leader degli Afterhours. 37 anni di carriera, un graffio rock inconfondibile, tra i tanti successi: l’esperienza da giudice amatissimo di X Factor (lui mentore dei Maneskin) e un’incursione nel cinema che lo ha premiato con un David di Donatello e un Nastro D’Argento; adesso dà il via a un nuovo corso.

È un disco bello e intenso, pensato come un disco, creato come un disco, legato in qualche modo ad una storia della musica italiana che Agnelli ha contribuito, in maniera non secondaria, a scrivere. Ma è al tempo stesso un album di oggi, contemporaneo nei sentimenti, nel linguaggio, una contemporaneità che non passa da imbellettamenti o finzioni ma è saldamente radicata nella storia.L’album è stato presentato a Milano con una performance live che ha visto Marco Giallini nel ruolo di spalla.

“Per questo album il punto di partenza è stato il pianoforte, d’altra parte io sono un pianista che suona la chitarra – racconta Agnelli – il pericolo di quando lavori sullo schema piano e voce è di risultare pesante o peggio ancora lacrimoso.
Per questo ho cominciato a inserire elementi ritmici, soprattutto ho messo in pratica un’idea che coltivavo da tempo e cioè suonare con il pianoforte i riff che di solito affido alla chitarra”. La gestazione di “Ama il prossimo tuo come te stesso” è cominciata durante il lockdown.

L’album è nato nella solitudine della pandemia, esperienza singolarissima per un’artista che si identifica con una band e che ha collaborato con tantissimi per tutta la carriera: “Sono rimasto chiuso come tutti per due anni in casa e questo mi ha fatto rivivere certe sensazioni che provavo da ragazzo. Scrivevo e suonavo senza sapere che fine avrebbero fatto i pezzi, nessun progetto dunque, solo una porta aperta a livello creativo: attraversandola ho dato spazio all’istinto che in parte avevo soffocato. E poi ho avuto a che fare solo con me stesso, prendendomi una responsabilità nuova, da adulto. Mi sono reinventato un suono tutto mio, usando anche gli oggetti di casa, bidoni, mestoli e coperchi, catene, cartoni, e questa cosa mi ha dato un senso di libertà fantastico”.

Manuel Agnelli, che a partire da domenica prossima condurrà un suo programma su Radio24, sarà in tour a dicembre: il tre al Demodè Club di Bari, il quattro al Duel Club di Napoli, il sette al CS Rivolta di Marghera (VE), l’otto al Viper Theatre di Firenze, l’11 all’Alcatraz di Milano, il 14 all’Orion di Roma, il 16 al Vox di Nonantola (MO), il 17 al Mamamia di Senigallia.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button