AttualitàPersonaggi

Mago 110

Il 10 Aprile 1910 nasceva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto.

110 anni fa nasceva il mago Helenio Herrera. Soprannominato il mago, è considerato uno dei migliori allenatori della storia del calcio, in virtù dei numerosi titoli vinti tra gli anni ’50 e’70.

L’argentino è stato calciatore tra gli anni ’30 e ’40 e poi allenatore. Nel 1960 arriva a Milano, all’Inter, scevro della fama che lo accompagnerà negli anni a venire: Angelo Moratti ne aveva intuito le qualità che, nel giro di poco tempo, furono evidenti agli occhi di tutti. Scaltro, intelligente, cresciuto alla scuola della povertà, Helenio seppe proporre il ruolo dell’allenatore secondo canoni completamente innovativi, che avrebbero segnato la strada dei suoi contemporanei e dei suoi successori e facevano perno sull’importanza di fattori quali lo stimolo mentale, la preparazione atletica e il carisma personale.

Insieme al presidente Moratti crea la ‘Grande Inter’ con cui vince: 3 scudetti, 2 coppe dei campioni e due coppe intercontinentali. Nel 1968 passa sulla panchina della Roma con la quale vince una Coppa Italia e una coppa anglo-italiana. La Grande Inter che dominava l’Europa negli anni Sessanta viveva di personaggi che occupavano da fuoriclasse i ruoli determinanti nei successi di ogni squadra di calcio. Terminata l’esperienza con l’Inter nel 1968, si trasferisce alla Roma, dove dal 1968 al 1973 vince una Coppa Italia e una Coppa Anglo-Italiana.
Ritiratosi nel sestiere di Rialto, a Venezia, Helenio Herrera ci lascia il 9 novembre del 1997 per un arresto cardiaco.

Herrera arriva a Milano: l’allenatore dà una scossa all’ambiente. La sua filosofia di calcio, incentrata tutta sul pressing e sul gioco veloce, è una vera rivoluzione nel mondo del calcio italiano. Riempie gli spogliatoi di cartelli che esaltano il gioco veloce e il gioco di squadra, come il celebre “Giocando individualmente, giochi per l’avversario”, o l’altro spot altrettanto leggendario: “Il calcio moderno è velocità. Gioca veloce, corri velocemente, pensa velocemente, marca e smarcati velocemente”. Il suo motto, d’altronde, è “Taca la bala!”, versione un po’ maccheronica del francese “Attaquez le ballon!”.

Ecco i trofei vinti da Herrera in panchina: 4 campionati spagnoli (due con il Barcellona e due con l’Atletico Madrid), due coppe di Spagna con il Barcellona, tre scudetti in Serie A con l’Inter, una Coppa Italia e una Coppa Anglo-Italiana con la Roma, una Coppa delle Fiere con il Barcellona, due volte la Coppa dei Campioni con l’Inter e due volte la Coppa Intercontinentale nel 1964 e nel 1965 sempre alla guida dei nerazzurri. Nel 2015, è stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio