Approfondimenti

LA GIORNATA MONDIALE DELLA CRAVATTA

I modi per annodarla sono decine di migliaia: ecco un ripasso dei più comuni in occasione del “Cravatta Day”

(Milano)- Quanti sono i modi per annodare una cravatta? Lo diciamo subito: decine di migliaia. Per l’esattezza, 177.147, secondo il matematico svedese Mikael Vejdemo-Johansson, che li ha elaborati grazie a teorie logiche e modelli matematici. Ha persino creato un generatore online di nodi random, realizzato in base alle sue regole. Perciò, in occasione della Giornata mondiale della cravatta, che cade ogni anno il 18 ottobre, proviamo a ripassare almeno i più comuni, che sono principalmente quattro: semplice, piccolo, Windsor e mezzo Windsor.

IL NODO SEMPLICE – È quello adatto a tutte le occasioni, a tutte le camicie, a tutti i colli. Perfetto per un look casual, il nodo semplice è un grande classico: il più facile, moderno e giovanile. A forma conica, stretto con le cravatte fini e largo con quelle più spesse, è adatto a uomini alti e di media altezza.
IL NODO PICCOLO – Elegante e raffinato, il nodo piccolo si sposa bene con i colletti stretti e le cravatte molto spesse. Di misura contenuta, è consigliato per quelle in seta e che non pesino oltre 70 grammi, perché le sciupa parecchio. Perciò, attenti quando stringete.
IL NODO WINDSOR – È considerato, tra tutti, il più elegante. Triangolare, simmetrico, è il nodo delle grandi occasioni e deve il nome al Duca di Windsor (anche se, pare, non lo abbia usato, preferendogli un altro molto simile). Prendendo spazio, è consigliato per colletti ben aperti e alla francese e con cravatte piuttosto lunghe.
IL NODO MEZZO-WINDSOR – Come suggerisce il nome, il nodo mezzo Windsor è una variante di quello Windsor. Più semplice da fare, perché richiede meno passaggi, è indicato per celebrazioni e occasioni formali ma si porta bene anche tutti i giorni. Di forma triangolare, va bene con cravatte fini.
PERCHÉ IL “CRAVATTA DAY” – L’istituzione di una Giornata mondiale risale al 2003 e cade il 18 ottobre di ogni anno perché in questa giornata, in Croazia, l’Academia Cravatica avvolse intorno all’arena romana di Pola una gigantesca cravatta rossa, per rendere omaggio al simbolo dell’identità nazionale del Paese. La ricorrenza è stata ufficializzata nel 2008 quando il Parlamento croato ha dichiarato all’unanimità il 18 ottobre il giorno della cravatta.

Articoli correlati

Back to top button