AttualitàPolitica

Anniversario morte di Craxi, ad Hammamet tanti politici e volti noti

In Tunisia 3 giorni di iniziative. Partecipano 600 persone, tra cui parlamentari, esponenti della vecchia guardia Psi e artisti

(Hammamet) –   Almeno seicento persone si sono ritrovate quest’oggi ad Hammamet, per l’anniversario della morte di Bettino Craxi, scomparso il 19 gennaio del 2000, dopo un “esilio” in Tunisia a seguito dello scandalo Tangentopoli. Come scrive l’edizione online del Corriere della Sera, da Milano, Roma o in nave da Civitavecchia, politici, militanti ma anche semplici cittadini, hanno voluto presenziare a 20 anni dalla scomparsa di quello che è considerato, volente o nolente, uno dei più importanti politici della Prima Repubblica, implosa proprio a seguito dello scandalo di inizio anni ’90. Fra questi, ad esempio, Ugo Intini, direttore dell’Avanti!, che ha commentato così la morte dell’ex socialista: «Ogni rivoluzione ha una pars destruens e una pars costruens. L’inchiesta di Mani pulite ha distrutto, ma non avendo un progetto non ha costruito niente. E così, buttata giù la Prima Repubblica, questo Paese è rimasto senza Repubblica».

Una “occasione proficua per riunire la comunità socialista intorno al ricordo di un periodo storico importante per noi e per l’Italia, quello del riformismo socialista legato ad un grande statista e leader del nostro Paese”. Enzo Maraio, segretario del Psi, in una lettera ai “compagni” socialisti presenta così le iniziative per il ventennale dalla morte di Bettino Craxi, che cade nel gennaio 2020. Iniziative che culmineranno con un viaggio ad Hammamet e una commemorazione di due giorni “aperta a tutti i compagni che vorranno parteciparvi”.

In Tunisia 3 giorni di iniziative. Partecipano 600 persone, tra cui parlamentari, esponenti della vecchia guardia Psi e artisti come il cantante Eugenio Bennato e il conduttore Costantino Della Gherardesca. Presenti delegazioni di Fi, Lega e Iv, assente una ufficiale Pd Hammamet, gennaio 2020: sono trascorsi venti anni dalla scomparsa di Bettino Craxi e la Fondazione che porta il nome del leader socialista sta celebrando l’anniversario con una serie di iniziative di tre giorni, dal 17 al 19, in Tunisia. Partecipano oltre 600 persone, tra le quali una trentina di parlamentari e molti amministratori. Ma anche vip e personaggi dello spettacolo, come Eugenio Bennato e Costantino Della Gherardesca. Polemiche per l’assenza di una delegazione ufficiale del Pd.

Presente anche il cantautore Eugenio Bennato, che spiega di essere stato invitato dalla figlia di Craxi, Stefania. “Ho uno straordinario ricordo dei miei incontri con Craxi in Tunisia”, ha dichiarato, per poi aggiungere: “Sono qui per la grande sensibilità di Craxi, che veniva a vedere i miei concerti in Tunisia. La prima volta era presidente del Consiglio. Nel periodo della sua permanenza forzata ad Hammamet, mi è successo in tre occasioni di venire in Tunisia per dei concerti e Craxi non è mai mancato”. Non mancano molti esponenti della vecchia guardia del Partito Socialista Italiano. Tra questi Ugo Intini, per anni direttore del quotidiano socialista Avanti Diversi gli ex sindaci e amministratori. Come Carlo Tognoli, ex primo cittadino di MilanoAnche l’ex deputata e senatrice Margherita Boniver è andata in Tunisia a rendere omaggio a Craxi .

 

 

Tags

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche

Close
Back to top button
Close
Close