Attualità

BIDEN : ECCO IL PRESIDENTE

Il democratico giura nellʼInauguration Day più blindato della storia per il timore di proteste armate.

(Washington)- Joe Biden giura su una vecchia bibbia di famiglia (127 anni) a Washington e diventa ufficialmente il 46esimo presidente degli Stati Uniti, il più anziano di sempre con i suoi 78 anni, nell’Inauguration Day più blindato della storia per il timore di proteste armate. “La democrazia ha prevalso, aiutatemi a unire l’America”, ha detto nel suo discorso di insediamento. Biden diventa oggi ufficialmente il 46esimo presidente degli Stati Uniti in un Inauguration Day diverso alla tradizione, tra pandemia e clima teso dopo l’attacco al Congresso da parte dei supporter pro Trump lo scorso 6 gennaio.  “La democrazia è preziosa e fragile”, ha detto il neo presidente nel suo discorso dopo il giuramento, mentre “c’è molto da riparare, da ricostruire, da curare e da ottenere”, perché quello attuale è “un momento di crisi, ma l’unità ci potrà salvare”. Con Biden ha giurato anche la vice presidente Kamala Harris.

L’inizio della cerimonia intorno alle 17 (ora italiana), poi il giuramento di Biden e della vice presidente Kamala Harris. Biden e sua moglie Jill, insieme a Kamala Harris e al marito Douglas Emhoff, sono stati accolti da un picchetto d’onore schierato lungo la scalinata e dai leader democratici e repubblicani del Congresso. “È un nuovo giorno in America”, ha scritto Biden su Twitter poco prima del giuramento.  La prima a giurare è stata la vice presidente Kamala Harris. A far giurare Harris, prima donna e prima donna non bianca a diventare vice presidente degli Stati Uniti, è stata Sonia Sotomayor, prima ispanica e terza donna nominata giudice della Corte Suprema. Poi è stata la volta di Joe Biden, che oggi è diventato ufficialmente il 46esimo presidente degli Stati Uniti. Biden ha giurato con il presidente della Corte Suprema John G. Roberts, sotto lo sguardo commosso della moglie Jill. Il giuramento è avvenuto sulla Bibbia che la sua famiglia si tramanda dal 1893. L’antico e voluminoso libro reca una croce celtica sulla copertina, a testimonianza delle origini irlandesi. Biden ha sempre usato la Bibbia di famiglia per i giuramenti, da senatore e vicepresidente. La stessa usata dal figlio Beau, morto di tumore nel 2015, per giurare da procuratore generale del Delaware.

“La democrazia è preziosa e fragile e ha oggi ha vinto”, ha detto Biden nel suo discorso, che ha fatto poi più volte riferimento alla necessità di “unità”, definita un “valore fondamentale per l’America”, per fronteggiare le gravi difficoltà che il Paese deve affrontare in questo momento. “Combatterò anche per coloro che non mi hanno votato”, ha aggiunto Biden.”Dobbiamo affrontare il terrorismo interno e lo sconfiggeremo”, ha detto promesso il neo presidente, citando i “suprematisti bianchi” tra i pericoli che l’America si trova a fronteggiare.”L’America è migliore di quella che vedo adesso – ha detto Biden – Non possiamo vederci come avversari”.”Sarò il presidente di tutti gli americani”, ha aggiunto Biden, esortanto gli americani a “rispettare l’altro” perché “il disaccordo non diventi guerra mondiale” né alla “disunione”.

Molti i riferimenti alla pandemia. “Dobbiamo combattere contro il virus per la nostra sopravvivenza – ha affermato il neo presisdente – un virus che non si aveva da un secolo, che silenziosamente minaccia il Paese, ha preso più vite in un anno in America che in tutta la Seconda Guerra Mondiale”. In Campidoglio per il giuramento di Biden sono arrivati Barack Obama e la moglie Michelle, George W. Bush e la moglie Laura, Bill e Hilary Clinton. Presenti anche il vicepresidente uscente Mike Pence e il leader dei repubblicani in Senato Mitch McConnell.

La pop star Lady Gaga ha cantato l’inno nazionale, seguendo le orme di Beyoncé e della grande lirica Marian Anderson, che si esibì sia per John F.Kennedy che per il suo predecessore Dwight D Eisenhower. La cantante, che ha condotto una campagna per Joe Biden durante le elezioni, si è detta “profondamente onorata” di essere stata scelta per la cerimonia. Ha trascorso la giornata di ieri a provare per lo spettacolo e a posare per le foto con la Guardia Nazionale, chiamata a proteggere il Campidoglio Lady Gaga canta l’inno nazionale. Harris è vicepresidente. Il capo di Stato e la First Lady uscenti hanno lasciato la Casa Bianca e sono a Mar-a-Lago in Florida. Nel discorso di addio Trump vanta il “miracolo del vaccino”  e il taglio delle tasse. Ma non nomina mai il suo successore .   BillClinton e Hillary, George W, Bush e Laura, Barack Obama e Michelle sono arrivati sulla piattaforma della cerimonia dell’insediamento Dopo Lady Gaga, sul palco dell’Inauguration Day è la volta di Jennifer Lopez, che si è esibita in un medley di ‘This land is your land’, la celebre canzone di protesta Woody Guthrie e della più tradizionale ‘America the beautiful’.

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button