AttualitàEconomia

Bozza dl agosto: le tasse sospese andranno pagate a rate in due anni

Arrivano anche sgravi contributivi ad hoc per il turismo

(Roma)- Le tasse che durante i mesi del lockdown sono state sospese andranno saldate non più entro la fine dell’anno ma in due anni, con 24 rate mensili. Lo prevede la nuova bozza del decreto agosto, ancora suscettibile di modifiche, che però non sposta il primo versamento previsto per il 16 settembre. Le rate saranno comunque molto più leggere, passando da 4 a 24.

BRUSSELS, Dec. 31, 2018 A coin and banknotes of the euro are seen in Brussels, Belgium, Dec. 28, 2018. On the eve of the euro’s 20th anniversary, European Union leaders lavished praise on the common currency on Monday, calling it ”one of the biggest European success stories.” On Jan. 1, 1999, 11 EU countries launched the euro and introduced a shared monetary policy under the European Central Bank. It is now the currency of 340 million Europeans in 19 EU member states. (Credit Image: © Zheng Huansong/Xinhua via ZUMA Wire)
Tre mesi di sgravi per stagionali turismo e termeArrivano anche sgravi contributivi ad hoc per il turismo. La nuova bozza estende l’esonero dal versamento dei contributi – ma per massimo 3 mesi – anche alle “assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali”. In caso di trasformazione a tempo indeterminato si applica la decontribuzione prevista per le altre aziende, cioè uno sgravio totale per 6 mesi (escluso il contributi Inail) fino a un massimo di 8.060 euro annui riparametrato su base mensile.

Previsti 400 milioni per sostegno a trasporto pubblico locale Arrivano altri 400 milioni per il sostegno al trasporto pubblico locale. E’ quanto si legge sempre nella bozza.Altri 1,67 miliardi per ristoro enti locali”Ai fini del ristoro della perdita di gettito degli enti locali connessa all’emergenza epidemiologica da Covid-19, al netto delle minori spese e delle risorse assegnate dallo Stato a compensazione delle minori entrate e delle maggiori spese, la dotazione del fondo è incrementata di 1.670 milioni di euro per l’anno 2020, di cui 1.220 milioni di euro in favore dei comuni e 450 milioni di euro in favore di province e città metropolitane”.

Articoli correlati

Back to top button