Attualità

Coldiretti, per la prima volta in 30 anni cala l’export di vino – 4%

Il Covid fa crollare le vendite del prodotto italiano nel mondo

(Roma)- I numeri e le percentuali sono quelle che fanno pensare. Nei primi 5 mesi del 2020 la vendita di vino all’estero cala del meno 4%. Non accadeva da 30 anni. A indicare questa storica inversione di tendenza la Coldiretti con un’analisi sulla base dei dati Istat in occasione dell’inaugurazione della vendemmia.

Il vino, come tutto il settore della ristorazione in tutto il mondo, spiega Coldiretti, paga le difficoltà per l’emergenza Coronavirus. L’organizzazione agricola aggiunge che è “un dato preoccupante dopo il record storico di 6,4 miliardi fatto segnare lo scorso anno per le esportazioni di vino made in Italy”.

Viene sottolineato che “in Cina, dove il virus ha colpito per primo, il consumo di bottiglie tricolori fra gennaio e maggio 2020 è crollato in valore del 44%, nel Regno Unito le vendite sono scese di quasi il 12%, anche a causa delle incertezze e delle tensioni legate alla Brexit, la Francia ha ceduto il 14% mentre l’export in Germania e Stati Uniti, due dei principali mercati per l’Italia, è in leggero calo (- 1%)”. Si ricorda inoltre che “sul commercio con gli Usa pende la scure dei dazi del presidente degli Stati Uniti Donald Trump il cui verdetto sarà noto a breve e potrebbero colpire proprio il vino con un valore delle esportazioni di oltre 1,5 miliardi di euro, prodotto agroalimentare italiano più venduto negli States”

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close