Attualità

Coronavirus, Trump “suggerisce” una cura a base di iniezioni di candeggina e disinfettanti

Polemica per lʼinvito del presidente Usa mentre lʼAmerica si avvicina al triste primato di 50mila morti

Gli Stati Uniti si stanno avvicinano al triste primato dei 50.000 morti per coronavirus. I casi accertati, secondo la Johns Hopkins University, sono infatti 866.646 e i decessi 49.759. Intanto è polemica sul “suggerimento” del presidente Trump, che durante la conferenza stampa alla Casa Bianca ha invitato gli scienziati a testare l’uso di ultravioletti e di iniezioni di disinfettanti e candeggina per vedere se uccidono il coronavirus.

L’indicazione ha subito scatenato una pioggia di proteste, con molti esperti che hanno definito “irresponsabile e pericoloso” il suggerimento di Trump perché potrebbe spingere qualcuno a provare a iniettarsi il disinfettante in casa per conto proprio per paura del virus, con effetti devastanti sull’organismo.

“Vedo che il disinfettante lo fa sparire in un minuto – ha detto Trump – Un minuto! C’è un modo in cui possiamo fare qualcosa, tramite un’iniezione all’interno del corpo? Sarebbe interessante verificarlo”. Poi, citando dei nuovi test che dimostrerebbero come il virus sia sensibile ai raggi ultravioletti o al calore, Trump ha suggerito che gli americani contagiati potrebbero curarsi uscendo alla luce del sole in una giornata calda. “Supponiamo di colpire il corpo con una luce enorme, che sia ultravioletta o solo una luce molto potente, non credo che questo sia stato mai sperimentato”, ha detto il presidente degli Usa rivolgendosi a William Bryan, responsabile della direzione scienza e tecnologia al Dipartimento di sicurezza nazionale.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close