Attualità

Covid, Bonaccini e Toti: “No alla chiusura dei confini tra Regioni”

I governatori di Emilia Romagna e Liguria non vedono rischi di blocchi nellʼattuale situazione perché "aumentano i contagi ma diminuiscono i ricoverati"

(Milano)- I governatori di Emilia Romagna e Liguria dicono no all’ipotesi lanciata dal loro collega Vincenzo De Luca di tornare a chiudere i confini tra Regioni in funzione anti-Covid. “La situazione va tenuta monitorata, ma non vedo il rischio di blocco di spostamenti paventato dal governatore della Campania”, dice Stefano Bonaccini. Gli fa eco Giovanni Toti: “Non ritengo vi sia un’emergenza sanitaria tale da far presagire ulteriori chiusure”.

Toti: “Aumentano i contagi ma scendono i ricoverati” – Entrambi i governatori sono stati interpellati sull’eventualità di cui ha parlato De Luca a margine del Meeting di Rimini. “Stiamo attenti – ha detto Toti -, teniamo la mascherina e facciamo tutto quello che dobbiamo fare ma evitiamo di tornare a terrorizzare questo Paese, che non ne ha bisogno”. Quindi, ha chiarito il presidente ligure, “io rilevo questo: i contagiati aumentano ma gli ospedalizzati nella mia Regione scendono, siamo sotto i venti ospedalizzati, una sola terapia intensiva. Avevamo quasi 1.500 ricoverati nel mese di aprile, quasi 200 in terapia intensiva. Stiamo predisponendo 350 posti tra terapia intensiva e subintensiva per l’eventuale emergenza d’autunno, che speriamo non arrivi”.

epa08508046 Croatian citizens wearing protective face masks step out of a public transportation bus in downtown Zagreb, Croatia, 25 June 2020. Following a sharp increase in the number of infected people with the coronavirus disease (COVID-19), Croatian authorities decided to intensify measures by making the wearing of masks obligatory in public transport as well as in other public places from 25 June. EPA-EFE/ANTONIO BAT
Bonaccini: “Nessun pericolo, monitoriamo il virus” – E Bonaccini: “In questo momento non vedo rischio chiusure. Dopo di che si segue sempre l’evoluzione del virus e poi si discute tra Regione e governo. Insomma, in questo momento mi pare di no. bisogna sempre tenere monitorata la situazione, perché quelli che parlano il giorno dopo mi hanno sempre fatto abbastanza pena”.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button