Cinema

Locarno 76,edizione aperta alle contaminazioni

Presentato il programma ufficiale con gli attesi concorsi e le sezioni non competitive del festival che si terrà dal 2 al 12 agosto

(Locarno, Svizzera)-Dal 2 al 12 agosto Locarno si trasforma nella capitale della settima arte.La 76esima edizione del Locarno Film Festival si annuncia audace e aperta alle contaminazioni, grazie a un programma che metterà il cinema in dialogo con la sua storia, il suo futuro, e le altre forme artistiche e comunicative. Oltre alla selezione ufficiale (due i film italiani in gara) è stato anche annunciato l’Excellence Award Davide Campari all’attore britannico Riz Ahmed. Fra gli altri titoli proiettati anche “The Old Oak” di Ken Loach e gli italiani “La bella estate” di Laura Luchetti, tratto dall’omonimo romanzo di Pavese e “Non sono quello che sono” di Edoardo Leo, rilettura dell’Otello di Shakespeare nell’Italia dei primi 2000.

Spiega il direttore artistico del Pardo, Giona A. Nazzaro: “Sarà un Festival popolare ma non populista. In un momento storico complicato, pieno di sfide globali, abbiamo cercato e guardato in tante direzioni nel tentativo di cogliere il senso di un presente che, nonostante tutto, si offre ricco e appassionante. Un momento che abbiamo tentato di cogliere e raccontare dialogando con i film che abbiamo selezionato. E prosegue: “Proprio per questo il Locarno Film Festival si rivela come un’inquadratura che si presenta come un’immagine possibile del mondo e che, in primo piano, nei dettagli ravvicinati e nei raccordi montaggio, si offre come una possibilità di conversazioni possibili, dialoghi da pensare e inventare. Se gli avvenimenti recenti non lasciano certo ampi margini di ottimismo, il cinema ci aiuta a immaginare, letteralmente a ‘mettere in immagini’, una possibilità di mondo”.

 

I premi e gli ospiti

Il direttore Giona A. Nazzaro ha annunciato che l’Excellence Award Davide Campari andrà a Riz Ahmed, versatile attore britannico, vincitore di un Emmy per la serie “The Night of”, di un Oscar nel 2022, come coregista del corto “The Long Goodbye”, e candidato alla statuetta come miglior attore nel 2021, per “The sound of metal”. Ahmed si aggiunge ai premiati già annunciati: il Pardo d’onore Manor Harmony Korine, il Vision Award Ticinomoda Pietro Scalia, il Locarno Kids Award la Mobiliare Luc Jacquet, il Raimondo Rezzonico Award Marianne Slot, il Pardo alla carriera Ascona-Locarno Turismo Tsai Ming-liang e il Lifetime Achievement Award Renzo Rossellini.

 

Tra gli altri ospiti presenti a Locarno, oltre a Lambert Wilson, presidente di giuria del Concorso internazionale, e Cate Blanchett, che sarà in Piazza Grande il 12 agosto in veste di produttrice per presentare “Shayda” insieme alla regista Noora Niasari e all’attrice Zar Amir Ebrahimi, ci saranno anche, Deva Cassel, Leonardo Di Costanzo, Lav Diaz, Quentin Dupieux, Noah Galvin, Molly Gordon, Ted Hope, Sandra Hüller, Radu Jude, David Krumholtz, Edoardo Leo, Nick Lieberman, Ken Loach, Joe Lovano, Bertrand Mandico, Ben Platt, Barbet Schroeder e Istvan Szabó, tra gli altri.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio