Cinema

Quentin Tarantino: “Girare un film Marvel? Non sono un mercenario”

Il grande regista di classici come Le Iene e Pulp Fiction ha espresso la sua opinione sui cinecomic

(Los Angeles)-Se mai aveste avuto qualche dubbio, ora potete starne certi: Quentin Tarantino non dirigerà mai un film Marvel. Non che ci sia mai stata un’ipotesi concreta al riguardo, intendiamoci, il regista di Pulp Fiction è distante anni luce da quel tipo di cinema, ma nemmeno lui si è potuto sottrarre a quella che ormai è diventata una domanda standard da fare a ogni grande cineasta di Hollywood.

“Devi essere un mercenario per fare queste cose – ha detto Tarantino secondo quanto riportato dal Los Angeles Times – Io non sono un mercenario. Non sto cercando un lavoro”. Parole piuttosto dure, almeno all’apparenza, che però forse non devono essere lette con accezione negativa. Il concetto che vuole esprimere Tarantino sembra riguardare più la libertà artistica di fare i propri film, esigenza normale per un autore come lui. Una libertà che quando si entra dentro franchise di questo tipo, comprensibilmente, viene meno.

D’altra parte Tarantino non è certo un cineasta snob. Non detesta la cultura pop, anzi, la segue e apprezza. Ama il cinema indipendente ma anche le grandi produzioni come Star Wars: “Certo che mi è piaciuto – ha detto – in che modo potrebbe non piacere? Ma ricordo, e questo non è un “ma” in senso negativo ma in senso buono, perché il film mi ha completamente trasportato con sé e mi ha fatto ballare il rock and roll con i suoi personaggi – che quando le luci si sono accese mi sono guardato attorno e ho avuto questo momento di consapevolezza. Ho pensato: ‘Wow, che bel tempo speso davanti a un film!’. Ora, non è necessariamente il mio genere, alla fine del giorno mi sento più uno da Incontri ravvicinati del terzo tipo”.

Quello di Tarantino con i film Marvel è un rapporto molto diverso da quello che, per esempio, ha Martin Scorsese. Tarantino non si è scagliato contro quei film, anzi, recentemente ha dichiarato di averli visti tutti facendo una maratona di preparazione all’uscita al cinema di Avengers: Endgame mentre girava Once Upon a Time in Hollywood. E ha rivelato anche qual è il suo preferito: “Penso che gli unici cinecomic che ho visto nell’ultimo anno al cinema siano stati Wonder Woman e Black Panther – aveva raccontato – ma da un paio di mesi ho iniziato a recuperare diversi film Marvel per poter vedere Endgame. Ho apprezzato particolarmente Thor: Ragnarok, nettamente il mio preferito dai tempi di The Avengers”.

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button