CinemaSpettacolo

Record nomination Polanski ai César ma è polemica

Record di nomination per Polanski ai César, le femministe francesi indignate: «12 come le vittime di stupro»

(Parigi)- Record di nomination ai César per il film di Roman Polanski “J’accuse” (L’ufficiale e la spia). E le femministe francesci insorgono: «Dodici nomination per il film di Polanski ! – si legge su Twitter – 12 come il numero di donne che l’accusano di stupro! Vergogna ai César».

Ancora polemiche in Francia contro il regista ottantaseienne di origini polacche travolto da nuove accuse di stupro dall’ex modella e fotografa, Valentine Monnier. La decisione dell’Académie des César, equivalente transalpino degli Oscar, di nominare  il suo ultimo film sull’affaire Dreyfus già premiato a Venezia con il Leone d’argento, in ben 12 categorie ha scatenato una bufera. Un record, davanti a «Les Miserables» di Ladj Ly, il film sulle banlieue e «La Belle Epoque» di Nicolas Bedos, entrambi con 11 nomination.

Alcune femministe sperano che la loro mobilitazione al di fuori della Salle Pleyel sia trasmessa all’interno da Adèle Haenel, nominata nella categoria della migliore attrice. Se dovesse essere incoronata il 28 gennaio, le femministe non possono immaginare di poter ricevere una statuetta senza fare riferimento all’affare Polanski. ” È impossibile che non reagisca “, anticipano. ” Concretamente, arriveremo con dozzine o addirittura centinaia di femministe, con un certo numero di segni, per esempio:” se lo stupro è un’arte, dai a Polanski tutti i Cesari “. Sarà sicuramente uno dei nostri slogan ” , spiega Céline Piques, portavoce del movimento, al microfono radio.

A novembre, quando è stato rilasciato il film sull’affare Dreyfus, le richieste di boicottaggio si erano moltiplicate e il regista franco-polacco non poteva apparire in pubblico senza essere cospirato. Nel 2017, Roman Polanski aveva rinunciato a presiedere alla cerimonia di Cesar dopo nuove accuse di stupro nei confronti di un minore e le azioni penali nei suoi confronti negli Stati Uniti. Da questa edizione, le donne hanno assunto il ruolo di presidente, come Sandrine Kiberlain per questa 45a edizione del César .

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Close
Back to top button