Economia

Jeff Bezos lascia la guida di Amazon

Il giorno è arrivato, il timone passa ad Andy Jassy

(Seattle, Usa)- Come da copione annunciato Jeff Bezos lascia la guida di Amazon, pur ritagliandosi il ruolo di presidente esecutivo nel consiglio di amministrazione. L’uomo più ricco del mondo fa un passo indietro nel giorno del ventisettesimo anniversario della “sua creatura”: il tempismo è “sentimentale” per citarlo. Al suo posto subentrerà Andy Jassy, il fidato collaboratore attivo sul segmento business più redditizio dell’azienda: la piattaforma di cloud computing Amazon Web Services (AWS). 

Bezos ha già rassicurato gli investitori con un endorsement per Jassy: “Gode della mia fiducia, è ben noto in azienda e diventerà un leader eccezionale: lo garantisco, non lascerà che l’Universo ci renda normali”. 57 anni, fondatore di Amazon nel 1994, il filantropo più generoso del 2020 ha dominato e domina tuttora con Amazon il mercato delle vendite al dettaglio online, con sponde nella musica, tv in streaming, generi alimentari, cloud computing, robotica e intelligenza artificiale. Era partito con un piccolo progetto nel suo garage, prima di costruire il colosso commerciale più famoso al mondo che lo ha portato a diventare quello che è: l’uomo più ricco del pianeta.  “Questo viaggio è iniziato circa 27 anni fa”, scrisse in una lettera ai dipendenti. “Per quanto balli ancora il tip tap in ufficio, sono entusiasta di questa transizione”. Archiviato Amazon, Bezos guarda ai viaggi nello Spazio (Alla società spaziale privata Blue Origin) e al quotidiano The Washington Post.

Il prossimo 20 luglio, insieme al fratello, salirà a bordo del lanciatore suborbitale New Shepard per un’avventura spaziale. “Ci andrò con il mio migliore amico”. La navicella, progettata per trasportare 6 persone in modo autonomo a oltre 100 km nello spazio suborbitale, gli farà sperimentare l’assenza di gravità e vedere la curvatura del pianeta prima di fare ritorno. Insomma, di certo Bezos non andrà in pensione.

Chi è Jassy Andy? Laurea ad Harvard e originario dello stato di New York, 53 anni, il futuro capo di Amazon ha finora mantenuto un profilo piuttosto discreto, sempre all’ombra di Bezos. Il settore di attività guidato dal futuro CEO dell’azienda, AWS, ha aumentato il fatturato nell’ultimo anno del 30% a 45.370 milioni di dollari, e ha contribuito, con 13.531 milioni, più della metà dell’utile netto dell’azienda. Oltre al cloud computing, il core business di Amazon, il commercio online, continua ad avere il suo mercato principale nel Nord America, dove ha fatturato un totale di 236.282 milioni di dollari nel 2020, il 38,4% in più rispetto all’anno precedente. Nel resto del mondo, le entrate di Amazon sono state poco meno della metà, 104.412 milioni, il che si traduce una crescita del 39,7%. I risultati della società e l’annuncio del cambiamento nella parte superiore della direzione ha incoraggiato gli investitori a Wall Street, e le azioni dell’azienda sono salite di 1,78% pari a $3.440,19 per azione.

 

Articoli correlati

Dai un'occhiata anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio